Versão em português

Comunicati stampa/Oscuramento Wikipedia

Da Wikimedia Italia.


This text is also available in en, es, fr, pt

Milano, 5 ottobre 2011

L'Associazione Wikimedia Italia appoggia la decisione della comunità degli utenti e amministratori dell'edizione in lingua italiana di Wikipedia che hanno temporaneamente oscurato le pagine dell'enciclopedia libera, mostrando agli utenti un comunicato (http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Comunicato_4_ottobre_2011) che spiega gli effetti che avrebbe la conversione in legge dell'attuale "DDL intercettazioni": in poche parole la fine della neutralità di Wikipedia, sostituita da una serie di poco più che comunicati stampa scritti dai diretti interessati.

Per precisa scelta, Wikimedia Italia non ha interferito con le discussioni tra gli utenti di Wikipedia che hanno portato a questa estrema forma di protesta, e non ha nessuna intenzione di arrogarsi eventuali meriti, pur essendo pronta a prendere se necessario le difese di questa decisione degli utenti dell'enciclopedia; del resto lo scopo dell'Associazione è di diffondere la cultura libera, e il comma 29 del disegno di legge sulle intercettazioni va in direzione completamente opposta. Già lo scorso anno pubblicammo un comunicato stampa a riguardo (http://wiki.wikimedia.it/wiki/Comunicato_in_merito_al_cosiddetto_DDL_sulle_intercettazioni) prospettando gli stessi dubbi. Purtroppo i quindici mesi trascorsi da allora non hanno portato ad alcuna modifica.

Come associazione, e con il supporto di Wikimedia Foundation (http://blog.wikimedia.org/2011/10/04/regarding-recent-events-on-italian-wikipedia/) e degli altri capitoli nazionali, faremo pertanto il possibile per favorire l'iniziativa, sperando che il forte messaggio voluto dagli utenti di Wikipedia in lingua italiana abbia la maggiore eco possibile.

Ulteriori informazioni

Wikimedia Italia

http://wiki.wikimedia.it/wiki/10_cose_da_sapere

Contatti

Wikimedia Italia

Presidente: Frieda Brioschi · fbrioschi@wikimedia.it · +39 328 0731320
Addetto stampa: Maurizio Codogno · mcodogno@wikimedia.it · +39 02 43835926