Sestopedia

Da Wikimedia Italia.
Ufficiale Questa pagina è stata revisionata ed è ufficiale!

Stato definito nell'anno 2014.

Chi ha modificato lo stato: Kiado.
Nome Gruppo: Sestopedia
Data inizio lavori: novembre 2013
Referente: Semisemplice, in alternativa Kiado
Status: In corso

Tipo: Gruppo attivo

Il capannone bramme dello stabilimento Unione di Sesto San Giovanni. Foto 3° premio Wiki Loves Monuments Italia 2013.

Sestopedia è un progetto virtuale che ha come obiettivo la partecipazione attiva dei cittadini di Sesto San Giovanni, con il coinvolgimento del comune, delle scuole, delle associazioni, degli archivi e dei musei presenti sul territorio, per l'ampliamento e la stesura di voci di Wikipedia riguardanti la città industriale alle porte di Milano, medaglia d'oro per la Resistenza, che nel giro di pochi decenni ha visto chiudere quasi tutte le sue grandi industrie, ma vuole conservarne la memoria. Il progetto si ispira all'esperienza di MonmouthpediA, attuato nella città di Monmouth nel sud del Galles.

Il tentativo di salvare la memoria presuppone la raccolta di una massa enorme di dati e testimonianze e si propone di raccoglierle con una poliedricità di strumenti. Tutto ciò che ha una rilevanza enciclopedica verrà inserito su Wikipedia, le eventuali tesi di laurea andranno su Wikisource, che si occupa anche del lavoro della raccolta delle lapidi, commentate e illustrate. Le immagini e le fotografie verranno naturalmente raccolte su Commons. Il restante materiale di valore di testimonianza può essere raccolto sul sito Sestopedia.it.

Come venne fatto per Monmouth, anche nell'ambito di Sestopedia si farà ricorso a QRpedia, un sistema web mobile per smartphone che, tramite codici QR, mette a disposizione degli utenti collegamenti rapidi a voci di Wikipedia (o dei progetti fratelli) nella propria lingua. La posa di targhe contenenti codici QR verrà effettuata presso i luoghi che hanno fatto la Storia di Sesto San Giovanni o che hanno rilevanza architettonica, culturale ed economica.

Soci referenti

Soci collaboratori

Iniziative

Lapidi

Il progetto, in collaborazione con la sezione dell'ANED di Sesto San Giovanni e con l'associazione sestese affiliata ARCI Ventimilaleghe, prevede il caricamento su Wikisource di testi e immagini relative alle lapidi presenti in città in memoria dei resistenti, dei partigiani e dei deportati politici che hanno contribuito alla Resistenza e alla Liberazione dal nazifascismo. I testi sono tratti dal libro Streikertransport - La deportazione politica nell’area industriale di Sesto San Giovanni 1943-1945 (ISBN 9788883359781) di Giuseppe Valota, presidente della sezione dell'ANED di Sesto San Giovanni[1].

Dalla stessa fonte e allo stesso modo verranno caricati testi e immagini delle epigrafi, al di fuori del territorio sestese, [2]in memoria dei lavoratori delle ex aree industriali di Sesto che sono stati deportati nei campi di concentramento nazisti a seguito degli scioperi che tra il 1943 e il 1944 hanno paralizzato le fabbriche sestesi e di tutto il nord del paese. Sono presenti infatti lapidi commemorative a Bergamo,[3] Fossoli, Bolzano e in molti campi di concentramento quali Gusen, Mauthausen e il Castello di Hartheim.

Su tutte queste lapidi verranno applicati dei codici QR che rimanderanno ai testi caricati su Wikisource[4].

Le lapidi potranno anche essere caricate su OpenPlaques, progetto che si propone di raccogliere e documentare i collegamenti storici tra le persone e i luoghi, basandosi su ciò che è stato inciso nelle lapidi commemorative di tutto il mondo. Grazie all'utilizzo di OpenStreetMap sarà possibile creare dei percorsi virtuali che in qualche modo raccontino le storie dei sestesi, o delle persone che a Sesto lavoravano, tramite le lapidi a loro dedicate, ripercorrendo la lunga strada della deportazione, in un viaggio della memoria.

Stato iniziativa

Il progetto di raccolta dei testi è attivo su Wikisource: Le lapidi di Sesto San Giovanni. Nel mese di giugno 2014 cercheremo conferme per il progetto Adotta una Lapide in cui tenteremo di coinvolgere le classi delle scuole primarie (elementari) nell'inserimento dei testi su Wikisource e dei necessari collegamenti a Wikipedia. Il progetto Adotta una Lapide dovrebbe svolgersi nell'anno scolastico 2013-14.

Giardini

Giardino di Villa Mylius
In collaborazione con l'associazione Fior di Mylius sono stati applicati i codici QR sulle diverse piante presenti nel Giardino di Villa Mylius. Questi codici rimandano alle voci di Wikipedia relative alla specie consultata tramite smartphone. Nello stesso momento, le voci necessarie verranno create o aggiornate e se necessario verranno caricate le relative fotografie.
Giardino di Villa Zorn
L'idea è quella di censire le specie botaniche con l'intervento della Fondazione Minoprio e, sempre in collaborazione con l'associazione Fior di Mylius, applicare i codici QR.
Giardino di Casa Alta
È in corso anche un contatto con il Gruppo Campari per proporre un censimento e la creazione di un evento collegato.

Ville storiche

Le voci delle ville storiche sestesi sono state create[5]. Restano delle singole iniziative che stiamo portando avanti, in particolare:

Villa Mylius
Il restauro è pressocché completo e a settembre 2014 ci sarà l'inaugurazione. Da fare: arricchire la voce, recuperare immagini (contatto in corso con l'arch. Barbanti)
Villa Zorn
Da fare: cercare immagini (contattare ANPI e Archivio del Comune)
Casa Alta
Da fare: coinvolgere il Gruppo Campari, chiedere immagini e costruire un evento con i giardini (vedi sopra).
Villa Pelucca
Cercare immagini
Villa Torretta
Da fare: abbiamo un contatto con l'attuale proprietà (in comodato per tipo 100 anni in realtà...) per cercare immagini e documenti antichi, chiedere alla famiglia Casiraghi (eredi di Tranquillo Casiraghi, a cui è intitolato la Fototeca Nazionale presente a Sesto) qualche foto da pubblicare. Verificare con l’editore del libro della Torretta (quello di Casiraghi) nulla osta per pubblicare i testi (abbiamo già l’ok del circolo Arci Nuova Torretta).
Villa Visconti d’Aragona
Da fare: cercare immagini (referente biblioteca? archivio del Comune?)
Edifici scomparsi
Da fare: trovare quanto più materiale possibile e creare le relative voci.

Fabbriche

In collaborazione con Sesto San Giovanni per l'UNESCO e l'Archivio del Lavoro è prevista la creazione delle voci di Wikipedia relative alle fabbriche dell'ex area industriale di Sesto San Giovanni, oltre alla sistemazione delle voci già presenti. L'archivio dispone di moltissime fonti utilizzabili per Wikipedia, per le quali proveremo a chiedere la liberazione di qualche contenuto da poter caricare su Commons o su Wikisource.

Inoltre grazie alla collaborazione con ISEC e del prof. De Vecchi, cercheremo di proporre all'assessorato alla cultura e alle scuole superiori un nuovo progetto Autori in Sestopedia che includa le fabbriche, i villaggi e le residenze aziendali e le scuole Montessori presenti sul territorio e volute dalle organizzazioni operaie e dagli industriali del Novecento.

Scrivi Sestopedia

Nuvola apps xmag.png Per approfondire, vedi anche it:Progetto:Sestopedia/Obiettivi

Traduci Sestopedia

Nuvola apps xmag.png Per approfondire, vedi anche it:Progetto:Sestopedia/Sestopedia nelle diverse lingue

Autori in Sestopedia

Nuvola apps xmag.png Per approfondire, vedi anche it:Progetto:Sestopedia/Concorso Autori

Istituzioni

Il progetto è stato promosso da Wikimedia Italia in collaborazione con Associazione Lavoro e Integrazione onlus e ha il patrocinio del Comune di Sesto San Giovanni.

Ci sono poi altre associazioni e archivi sul territorio che sono o saranno coinvolti nel progetto:

Agenda di Sestopedia

Incontri svolti

Marzo 2014

  • 22 marzo: conferenza in Biblioteca P.L. Cadioli.
  • 26 marzo: a Radiopopolare nella trasmissione Big Fish.
  • 29 marzo: "passa il sabato in biblioteca con Sestopedia", scriviamo la voce dei giardini di villa Mylius e delle ville storiche
  • 31 marzo: nell'ambito di un progetto di gemellaggio della città di Nanterre e Sesto San Giovanni, saremo con i ragazzi della cittadina francesce in visita alla Galleria Campari dove illustreremo Sestopedia e inviteremo i ragazzi a partecipare al progetto traducendo in francese le voci di Sestopedia.

Aprile 2014

  • 5 aprile: "passa il sabato in biblioteca con Sestopedia", le lapidi cittadine della Resistenza
  • 16-24 aprile posa dei primi QRcode sulle lapidi cittadine della Resistenza

Maggio 2014

  • 3 maggio: "passa il sabato in biblioteca con Sestopedia", le lapidi cittadine della Resistenza e le lapidi nei campi di concentramento
  • 4 maggio: verrà inaugurato il percorso dei codici QR nel giardino storico di Villa Mylius; verranno applicati i codici QR di tutte le specie botaniche presenti e rimanderanno alle relative voci di Wikipedia. Il progetto è realizzato con l'associazione Fior di Mylius e dell'assessorato all'ambiente.
  • 24 maggio: biciclettatta, dal parco archeologico Ex Breda alle aree dismesse della Falck. Durante il tour sono stati invitati i partecipanti a scattare fotografie per illustrare le voci di Sestopedia, sono stati raccontati alcuni luoghi visitati attraverso dei QR-code mobili (in attesa di ricevere le autorizzazioni per collocarli definitivamente). Il percorso è organizzato da Sesto San Giovanni per l'Unesco.
  • 19 maggio: presentazione progetto Autori in Sestopedia all'assessorato all'educazione e alle scuole elementari e medie.
  • 29 maggio: incontro con Tiziana Gatti, responsabile del servizio biblioteche, per definire le possibili collaborazioni, in particolare per i contatti con ISEC, con la Bilbioteca dei Ragazzi, che vorremmo usare come "laboratorio informatico" per le scuole che ne sono prive o che non hanno un laboratorio decente.

Prossimi incontri

Giugno 2014

Luglio 2014

  • Nel mese di luglio è previsto un evento in biblioteca su Wiki Loves Monument 2014 e Commons.

Settembre 2014

  • Nel mese di settembre è previsto un fitwalking con Sesto per l'Unesco al Villaggio Falck con evento per fotografare il villaggio.

Note

  1. OTRS Ticket#2014041510009788
  2. Targhe e lapidi ai deportati
  3. Lapide commemorativa - Bergamo - stazione ferroviaria - binario 1
  4. I codici QR a Gusen, Mauthausen e Castello di Hartheim sono stati applicati nel mese di maggio 2014.
  5. Categoria:Ville di Sesto San Giovanni
  6. Per questa parte, i contatti sono stati girati a Virginia e Ginevra

Collegamenti esterni

Rassegna stampa