Dossier sui vantaggi e l'impatto di Wiki Loves Monuments e delle collaborazioni GLAM 2021

Da Wikimedia Italia.

Redazione di un dossier sui vantaggi e l'impatto di Wiki Loves Monuments e delle collaborazioni GLAM da realizzare nel 2021. Wikimedia Italia commissiona il dossier a Enrico Bertacchini (curatore) in collaborazione con Synapta (analisi quantitative).

Posizione Wikimedia Italia

Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap sono comunità di cittadini attivi che contribuiscono a documentare, rendere accessibile e promuovere la cultura italiana su Internet. Producono e rendono accessibile documentazione all'interno di siti multilinguistici tra i più visitati al mondo e allo stesso tempo producono e rendono accessibile documentazione libera, a disposizione di tutti per la realizzazione di prodotti, servizi e attività turistiche, di promozione territoriale e culturali.

Wikimedia Italia sostiene Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap in Italia. La sua posizione è risponde alle esigenze delle comunità che sostiene.

Scopo del dossier

Questo dossier è commissionato da Wikimedia Italia per:

  • celebrare i 10 anni di Wiki Loves Monuments
  • accompagnare il dibattito sul recepimento della direttiva europea sul diritto d'autore in Italia,
  • creare la documentazione necessaria per spiegare
    • perché autorizzare la produzione e distribuzione di immagini dei beni culturali anche per scopi commerciali è un'opportunità
    • quali sono gli attuali ostacoli.
Target

Il dossier è principalmente destinato a ministeri e giornalisti

Uso da parte di Wikimedia Italia
  • Disseminazione sui suoi canali di comunicazione (sito, social media, anche attraverso l'enfasi su infografiche/dati)
  • Invio a esperti, funzionari del ministero, politici, giornalisti
  • Uso di parti del dossier all'interno di presentazioni
Formato suggerito
  • documento breve (10-15 pagine)
  • testi brevi, semplici
  • testi ancorati ai dati
  • formato delle visualizzazioni orizzontale (facilitare la presentazione del materiale all'interno di slides)
  • appendice metodologica
Licenze

Documento rilasciato in CC BY (o CC BY-SA 4.0 o CC0) e dati in CC0. Tutti i diritti non esclusivi per Wikimedia Italia e gli autori.

Scadenza

Maggio 2021. Si prevede di presentare il documento a giugno 2021. Pubblicazione a settembre 2021 in occasione di Wiki Loves Monuments-

Il punto di vista di Wikimedia Italia

Principali argomenti di Wikimedia Italia:

  1. Autorizzare di default la produzione e distribuzione di immagini dei beni culturali anche per scopi commerciali è un'opportunità.
  2. In Italia vi sono ostacoli che limitano il contributo volontario a sostegno della cultura dei cittadini. In particolare è limitato il contributo dei cittadini italiani.

Permettere l'uso commerciale è un'opportunità

Autorizzare di default la produzione e distribuzione di immagini dei beni culturali anche per scopi commerciali è un'opportunità.

  • Permette ai volontari - e in particolare ai volontari italiani - di contribuire a documentare e promuovere la cultura italiana su Internet.
  • Permette di promuovere la cultura italiana su Wikipedia attraverso immagini dei beni culturali.
  • Permette di arricchire le voci di Wikipedia sui comuni italiani-
  • Permette di rendere pianamente accessibile documentazione della cultura italiana sui progetti Wikimedia e OpenStreetMap, tra i più consultati e riusati al mondo.
  • Permette di potenziare la distribuzione e il riuso della documentazione della cultura italiana, potenziandone la diffusione e conoscenza.
  • Permette di arricchire la documentazione a disposizione di tutti.
  • Permette gli usi virtuosi delle immagini (e comunque non impedisce gli usi impropri o non virtuosi)
  • Sostiene la cittadinanza attiva.

Attuali ostacoli

  • Wiki Loves Monuments, Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap rispettano la legge per cui hanno bisogno che ci sia una chiara autorizzazione.
  • Non è possibile caricare su Wikipedia immagini dei beni culturali senza autorizzazione di chi li gestisce in particolare in Italia e da parte degli italiani.
  • Non è possibile organizzare il concorso fotografico Wiki Loves Monuments su tutto il territorio italiano.
  • Il costo e il tempo per richiedere le autorizzazioni necessarie è insostenibile.
  • Questi non sono ostacoli presenti in tutto il mondo: la maggior parte dei paesi del mondo non hanno queste restrizioni. E queste restrizioni si applicano principalmente agli italiani.

Cosa ci serve e perché

  • Uso della licenza CC0 su dati e banche dati per permettere il caricamento dei dati su Wikidata e l'interoperabilità con i contenuti prodotti e aggiornati dai volontari.
  • L'autorizzazione a fare fotografie di beni culturali per uso commerciale per permettere di:
    • documentare tutti i beni culturali italiani con fotografie caricarle su Wikimedia Commons
    • caricare immagini dei beni cultuali di tutta Italia su Wikimedia Commons
    • produrre e caricare immagini dei beni culturali di tutta Italia che possono essere usate anche dal Catalogo generale dei beni culturali
    • realizzare il concorso fotografico Wiki Loves Monuments su tutto il territorio italiano
    • fare di più per diffondere i beni culturali e la ricchezza culturale italiana
  • La possibilità di caricare immagini digitali dei beni culturali per uso commerciale su Wikimedia Commons (senza restrizioni legate alla riproduzione delle opere)
  • La possibilità di fare fotografie di beni culturali in pubblica vista per uso commerciale, sia di beni culturali in pubblico dominio che di architettura e arte pubblica prodotta da architetti/artisti che non sono morti da oltre 70 anni (libertà di panorama)

Argomentazioni contro l'autorizzazione di default per uso commerciale dei beni culturali

  • Mancato introito. Si argomenta che richiedere l'autorizzazione per uso commerciale e il pagamento di un canone produca un guadagno per le pubbliche amministrazioni e gli enti culturali. Risposte:
    • Non risultano esserci dati su questo. L'introito sembra una possibilità ipotetica. Non si sa quanto di fatto si guadagna veramente dalla vendita delle immagini, tolti i costi di gestione del servizio. Non si sa nemmeno se il guadagno si limita ad alcuni comuni e istituzioni e quante rispetto al totale degli oltre 8000 comuni e delle oltre 4000 istituzioni culturali.
  • Tutela del decoro. Si argomenta che richiedere l'autorizzazione per uso commerciale è un sistema per permettere l'esercitazione di un controllo da parte dei conservatori e funzionari che possono in questo modo non autorizzare usi impropri dell'immagine dei beni culturali. Si argomenta quindi che l'autorizzazione possa essere usata per bloccare gli usi impropri e come strumento di monitoraggio, controllo e salvaguardia dell'immagine dei beni. Risposte:
    • La diffusione e gli usi di immagini su Internet sono praticamente incontrollabili e le immagini sono già largamente accessibili e usate a fini commerciali e di lucro (anche se il loro uso commerciale non è autorizzato).
    • Gli usi impropri sono realizzati senza richiedere autorizzazioni.
    • L'applicazione della legge è molto limitata e circoscritta a specifici casi; non siamo a conoscenza di casi di applicazione della legge all'estero.
    • La richiesta di autorizzazione limita principalmente gli usi propri (come per arricchire voci di Wikipedia con immagini dei beni culturali italiani e per il concorso Wiki Loves Monuments).
    • La restrizione alla pubblicazione di immagini in forza degli articoli 106 e 108 del D.Lgs. 42/2004 è con ogni probabilità incostituzionale secondo il prof. Daniele Manacorda, che fa riferimento agli articoli 9, 21 e 33 della Costituzione.

Domande di ricerca

  • Autorizzare di default la produzione e distribuzione di immagini dei beni culturali anche per scopi commerciali è un'opportunità?
    • Produce effettivamente vantaggi?
    • Il concorso fotografico Wiki Loves Monuments ha avuto un impatto nel promuovere la cultura italiana su Internet?
    • Autorizzare di default la produzione e distribuzione di immagini dei beni culturali anche per scopi commerciali aumenterebbe la documentazione della cultura italiana su Internet?

Dati

  • Analisi quantitative
    • Il database di Wikidata sui luoghi della cultura del ministero: cosa è successo, contributi, modifica e miglioramento di dati (georeferenziazione)?
    • Le immagini realizzate per Wiki Loves Monuments: numero immagini, diffusione, contributori negli ultimi 10 anni. Visualizzazioni e uso delle immagini.
    • Mappa d'Italia e delle regioni. La cultura dei comuni italiani documentata con fotografie su Wikimedia Commons e dati su Wikidata. Dati, percentuali rispetto ai comuni totali (per autorizzazioni e immagini). Visualizzazioni delle voci dei comuni italiani su Wikipedia.
    • Cause per far rispettare il codice dei beni culturali all'estero (magari caso studio di Firenze e Venezia)
    • Verifica guadagno degli oltre 8000 comuni italiani sulle immagini (per verificare quanti comuni dichiarano nessun introito e che percentuale di comuni è in generale e rispetto a comuni piccoli-medi-grandi)
    • Quante istituzioni culturali sulle circa 4000 dichiarano guadagno sulle immagini (per verificare quante dichiarano introito/guadagno)
  • Eventuale richiesta di informazioni alle istituzioni cultuali ed eventuale campagna di accesso civico
  • Soldi investiti da Wikimedia Italia in questi anni per organizzare Wiki Loves Monuments e gestire autorizzazioni
  • Casi di studio
    • Esempi di banche dati sui beni culturali in CC0 caricate su Wikidata. Banche dati di governi esteri (Paesi Bassi, Svizzera, Austria...)
    • Esempi di immagini di beni culturali in CC0 caricate su Wikimedia Commons. Esperienze di istituzioni estere
    • Esempi di guadagno sulle immagini di comuni. Esperienze del Comune di Milano e di Firenze
    • Esempio interoperabilità Wikidata e catalogo dei beni culturali

Qualitativo

  • Raccolta di testimonianze da parte di coloro che hanno dato le autorizzazioni.

Riferimenti