English version

Differenze tra le versioni di "Politica di investimento finanziario"

Da Wikimedia Italia.
Jump to navigation Jump to search
(citiamo anche le commissioni prima che qualcuno pensi che regaliamo soldi a questa o quella società finanziaria)
m (traduzione)
Riga 1: Riga 1:
 +
{{tradotto}}
 
Wikimedia Italia ha una '''politica di investimento finanziario''' per assicurare una gestione oculata della liquidità e un uso etico e sostenibile delle proprie risorse, coerentemente col proprio [[statuto]] e in particolare i valori della buona gestione, della trasparenza e del rispetto dei beni comuni come la conoscenza libera.
 
Wikimedia Italia ha una '''politica di investimento finanziario''' per assicurare una gestione oculata della liquidità e un uso etico e sostenibile delle proprie risorse, coerentemente col proprio [[statuto]] e in particolare i valori della buona gestione, della trasparenza e del rispetto dei beni comuni come la conoscenza libera.
  

Versione delle 18:19, 16 mar 2018

Wikimedia Italia ha una politica di investimento finanziario per assicurare una gestione oculata della liquidità e un uso etico e sostenibile delle proprie risorse, coerentemente col proprio statuto e in particolare i valori della buona gestione, della trasparenza e del rispetto dei beni comuni come la conoscenza libera.

Criteri

Nella gestione dei conti, sono stati fissati in particolare due criteri:

  • «tendere al mantenimento di una liquidità sufficiente in ogni momento a sostenere il flusso di cassa previsto per i successivi 6 mesi»;
  • «acquistare esclusivamente titoli di stato o titoli sostenibili, intendendo come sostenibili i titoli con un mandato ICCR/CDP/PRI o una valutazione ESG/SRI superiore alla media (per esempio in MSCI ESG, o almeno 4/5 stelle nella valutazione Morningstar ESG)».

Per la scelta degli strumenti sono stati adottati due limiti:

  • «ETF aventi spese annue inferiori allo 0,5 % e un controvalore mensile tipico trattato nella borsa valori di riferimento superiore al milione di euro»;
  • sono escluse cooperative che non siano particolarmente in linea col nostro statuto e le raccomandazioni della Banca d'Italia: «prestito sociale solo presso società cooperative aderenti alla cultura libera, aventi un indice di struttura finanziaria superiore a 0,8, nel limite di un decimo del rispettivo patrimonio netto».

I criteri citati sono stati adottati con delibera del direttivo di marzo 2018.

Voci correlate