Istruzione/IFOA

Da Wikimedia Italia.
L'aula informatica usata

A novembre 2015 teniamo dei corsi presso IFOA a Bologna. Si tratta di formazione professionale.

Informazioni logistiche

  • Un PC è rotto, quindi ne restano 17. Alcuni dovranno lavorare in coppia, che non è necessariamente un male.
  • I PC sembrano usare tutti lo stesso IP pubblico. Basta dire agli studenti di registrarsi alternativamente in Wikipedia, Wikiquote, Wikizionario ecc. per aggirare il limite di 6 registrazioni (per sito) per IP. Può capitare che si imbattano nei rate limits quando modificano troppo velocemente (raro).
  • Le strade della zona non sono sempre denominate agli angoli e molti civici sono ben nascosti, quindi è facile trovarsi nella via sbagliata. Le indicazioni sul marciapiede di fronte alla sede sono errate. Quindi, quando si vede l'indicazione "Unioncamere avanti dritto", girare immediatamente a sinistra.

26 novembre

  • Causa problemi con l'aula informatica, il corso si tiene presso l'Hotel BolognaFiera Unaway. La sala ha un proiettore (piccolo), 6 tavoli da 2/3 persone. IFOA fornisce 5 portatili. Gli studenti sono messi a lavorare a coppie (due computer invece sono condivisi da 3 persone)
  • dopo le prime 5 registrazioni, ho provveduto a creare io le utenze tramite il creatore di utenze
  • i passi registrazione, creazione pagina utente, scrittura in pagina di discussione e esercizio sulla disambigua sono stati eseguiti per il primo utente registrato per gruppo, per evitare di perdere tempo sloggandosi e riloggandosi, successivamente anche gli altri hanno seguito la procedura (date le competenze e la stanchezza dell'ultima mezz'ora, molti sono riusciti solo a firmare la pagina del corso e null'altro).
  • whatsapp è il male, mentre la perdita di tempo online sul portatile è stata minimizzata data la condivisione con altri

Contesto formativo

  • Il nostro corso di 4 ore si inserisce in un corso di 40 ore rivolto a giovani lavoratori "apprendisti", che è parte di un programma regionale. La maggior parte dei partecipanti sembra avere fra i 22 e i 27 anni. I piú lavorano per aziende medio-grandi della zona, come Coop Adriatica, Napapijri, CIR e un'industria di forniture militari.
  • Specificamente, il nostro modulo fa parte di una serie di 12 ore sull'argomento "Cittadinanza attiva", quindi serve dare almeno una spolverata in tal senso per renderlo pertinente. Ogni gruppo fa solo 4 ore con noi.
  • La motivazione dei partecipanti varia abbastanza. Per lo piú sono donne e quindi brave. Uno, probabilmente costretto a partecipare, è venuto ma non riusciva a stare sveglio. Un altro faceva scherzi come un quattordicenne. Una ragazza era convinta di avere il mondo ai suoi piedi e passava quasi tutto il tempo in Facebook ecc. (aiutarla scherzosamente a usare Google per cercare gattini che fossero almeno in cc-by-sa è servito un minimo).
  • Quanto a competenze tecniche, imparano abbastanza in fretta. Possono mancare conoscenze di base come per esempio "ctrl-F" per trovare un testo, ma i piú imparano appena lo scoprono; per alcuni sarà meglio usare accessori come il rivelatore di disambigue. La conoscenza delle lingue straniere (inglese e francese) è essenziale. Una partecipante era palesemente piú a suo agio a parlare russo che non italiano.

26 novembre

  • La suddivisione è 2/3 vs 1/3 in favore delle donne. Uno dei partecipanti sembrava poco interessato all'inizio, ma poi ha preso l'iniziativa e ha cercato di registrarsi tramite il proprio cellulare.
  • Uno dei partecipanti, decisamente esuberante, ha dato fastidio per molto tempo chiacchierando. Dopo essere stata ripresa, è stata tranquilla per circa mezz'ora. Non avere materialmente qualcosa da fare non ha aiutato (l'ipotesi "fate fare a lei" non è stata accettata dagli altri due che condividevano il portatile). Il fermo richiamo, dopo un paio di richiami bonari nel corso della mattina, ha un po' rovinato l'atmosfera dell'ultima ora per gli altri studenti.
  • una sola persona ha dimostrato una media dimestichezza con browser ecc, gli altri avevano divvicoltà anche con ctrl+F per cercare nella pagina, o capire dove scrivere un URL

Risultati formativi

  • Si è adattata e aggiornata una presentazione classica (che si spera torni utile anche all'autore originale, Jaqen). Gli esercizi proposti sono stati disambiguazione e traduzione.
  • È importante mostrare l'esercizio almeno due volte al proiettore e poi guardare come procedono. Alcuni faranno subito vari contributi in veloce successione, altri rimarranno bloccati per un'ora. Bisogna aiutare passo passo quelli bloccati e offrire qualche altra cosa da fare ai piú veloci. Facendo cosí, è filata tutta liscia.
  • I piú orgogliosi della propria azienda vanno subito a vederne la voce. Bisogna spiegare come creare una pagina utente che menzioni il rapporto lavorativo e suggerire di attenersi per ora a piccole correzioni o aggiornamenti di dati (data sbagliata, fatturato non aggiornato). Chi invece non aveva idee contenutistiche ma era capace (tutte donne) ha avuto successo nel tradurre un paragrafo o due con mw:Content translation (dall'inglese, francese e russo).
  • I partecipanti hanno prodotto 75 contributi compresa qualche creazione di pagina (traduzioni). Per confronto, i 40 bibliotecari CoBis ne avevano fatti 60, quindi è andata bene.

26 novembre

  • Visti i limiti tecnici, non è stato possibile addentrarsi molto in esercizi. L'unico risultato è stata la disambigua. Un paio di persone non hanno svolto neanche questo esercizio (la disturbatrice e un'altra persona che ha avuto molte difficoltà a usare il pc).
  • una persona (quella più pratica), sembrava interessata in generale al progetto. L'idea di poter scrivere e correggere è piaciuta ad alcuni.
  • l'assenza di introduzione da parte di IFOA non ha contestualizzato il corso, per cui alcuni non vedevano una ricaduta pratica nel proprio lavoro

12 gennaio

  • Questa volta c'erano 25 partecipanti di cui 11 donne.
  • È stato provato un metodo leggermente diverso, con una presentazione a braccio e piú tempo per le esercitazioni. Durante la presentazione c'è stato un buon interesse e dialogo. Le persone interessate hanno anche finito entrambi gli esercizi molto prima del previsto, tanto che quasi tutti hanno almeno cominciato anche una traduzione, compresa una nuova voce in inglese. Ha anche aiutato citare un articolo del Sole che evidenzia il valore delle abilità wikipediane per il lavoro; alla fine del corso uno studente ha addirittura chiesto come si diventa wikipediano in residenza.
  • Purtroppo però c'erano 25 persone per meno di 20 PC ed è stato impossibile convincere molti a lavorare individualmente: si sono formati alcuni gruppi di 4-5 persone e a volte 2 PC restavano persino vuoti. Dopo una mattinata pesante, l'effetto branco (visibile anche nella fase di scelta dei nomi utente) ha probabilmente contribuito ad alcuni conflitti e al minor numero di contributi (28; solo 20 hanno completato registrazione+firma, i contributi di 10 sono sopravvissuti nelle voci). IFOA è comunque contento e il nostro contatto ha detto che ripeteremo l'esperienza.
  • Conclusione: IFOA ha promesso di cercare di mantenere il numero di partecipanti intorno ai 20, nel limite delle loro possibilità. Inoltre la prossima volta sarà meglio chiedere di registrarsi con nome e cognome, sia per evitare perdite di tempo nella fase di scelta del nome utente (a quanto pare molti di loro non hanno nessuno pseudonimo) sia per incentivare la serietà (manuale aggiornato).

Altro

  • Poiché alcuni dei partecipanti piú interessati erano (orgogliosi) dipendenti di Coop Adriatica, ho buttato giú l'idea di copiare l'iniziativa delle coop trentine che hanno distribuito DVD gratis con WiildOS. Erano interessati, chissà.

26 novembre

Ho preferito mantenere le slide di Federico, per evitare di avere due corsi difformi. In merito segnalo:

  • alcuni screenshot sono troppo piccoli per essere visti, il proiettore non creava un'immagine molto grande ma comunque anche se fosse stato un 8 x 6 metri non si sarebbe potuto leggere lo stesso, ho ovviato mostrando la pagina del browser direttamente
  • gli esercizi sulle disambigue hanno il pro di mostrare più cose (disambigua, puntano qui, cambiamento link) e di non richiedere preparazione preventiva (identificazione di N pagine adatte per l'esercitazione), ma hanno anche il con di richiedere un alto numero di competenze non immediate (liste, puntano qui, aprire più tab, link con testo diverso dal titolo della pagina puntata, collegamenti presenti in template o come didascalie di immagini)