Consulta e commenta le proposte di modifica a statuto e regolamento che saranno discusse durante l'assemblea straordinaria dei soci che si terrà online il 18 marzo 2024.
Il tuo voto conta: ricordati di indicare la tua partecipazione all'assemblea nella pagina dei partecipanti.

MERGE-it 2023/Scuola/Relazione

Da Wikimedia Italia.
< MERGE-it 2023‎ | Scuola
Versione del 22 mag 2023 alle 06:02 di Iopensa (Discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Sintesi dei punti emersi nella discussione

  • Il manifesto di Repubblica Digitale già include il principio 3 "Digitale etico, umano e non discriminatorio" che è un ottimo contesto per sostenere il software e i contenuti liberi https://repubblicadigitale.innovazione.gov.it/it/il-manifesto/
  • PNRR è un'ottima opportunità per investimenti sull'open scource.
  • Necessità di far crescere consapevolezza tra docenti, presidi e studenti su temi di etica digitale, tutela privacy, differenza tra strumenti proprietari e software libero, significato e implicazioni della gratuità (e differenza rispetto a sconti al 100%). In questo ambito il non profit può avere un ruolo centrale.
  • Per facilitare il processo, documentare esempi virtuosi che funzionano e vengono utilizzati. In questo ambito il non profit può avere un ruolo centrale.
  • Intervento del pubblico è importante per fare investimenti che potenzino gli strumenti esistenti liberi e facilitino il mantenimento e la rapida correzione di bug.
  • Il ministero dovrebbe essere il primo a promuovere il software libero (anche in accordo con articoli 68 e 69 del CAD codice dell’amministrazione digitale).
  • Per lavorare su scala nazionale serve un modello non basato sul volontariato.
  • Vanno creati incentivi per sostenere l'implementazione degli articoli 68 e 69 del CAD codice dell’amministrazione digitale.
  • Da considerare la creazione una coalizione che raggruppi tutte gli enti che sostengono contenuti, software, hardware e standard liberi.
  • Rilevante lavorare su scala europea.

Posizione Piano nazionale scuola digitale

Prevedere nel piano nazionale l’implementazione degli articoli 68 e 69 del CAD codice dell’amministrazione digitale, ovvero l’uso di software libero. Il software libero garantisce il digitale etico, umano e non discriminatorio (principio 3 del manifesto di repubblica digitale) e contribuisce a sostenibilità, sovranità digitale e tutela dei dati degli studenti.