Banner campagna 2013.jpg

Wikimedia news/numero 14

Da Wikimedia Italia.
WikimediaNews - n. 14 del 2 marzo 2008
Aperiodico ufficiale di informazione dell'associazione Wikimedia Italia.


Indice

Editoriale

Questo nuovo numero di Wikimedia News vede la luce in un momento importante per la nostra associazione, un momento di riflessione. Una riflessione a 360 gradi che va a colpire, in modo particolare, il nostro modo di lavorare e di portare avanti le iniziative a cui siamo legati. I progetti promossi o sposati da Wikimedia Italia cominciano ad essere numerosi e sono sempre di più le iniziative nascono e si sviluppano grazie ad i nostri soci. Dalla redazione di wikimedia news, quindi, arriva l'impegno a lavorare sempre di più per tenervi aggiornati sulle numerose iniziative targate WMI e sullo "stato dell'arte" dei nostri progetti.

Luca Sileni

Eventi dell'ultimo mese

  • A Milano il 16 febbraio, nell'ambito della campagna Non pago di leggere, abbiamo promosso un volantinaggio alla XVI giornata delle Biblioteche lombarde (presso la Società Umanitaria, via Daverio 7).
  • A Vicenza il 21 febbraio abbiamo partecipato alla serata dedicata a "I contenuti aperti e Wikipedia", nell'ambito del ciclo "Grande Fratello", incontri settimanali sul software libero, organizzato dalla Casa di cultura popolare in collaborazione con il LugVI (Gruppo utenti GNU/Linux di Vicenza). Sono intervenuti Xaura e Marcok.
Resoconto di Marcok: è stato bello avere l'occasione di lavorare nuovamente con il gruppo utenti GNU/Linux di Vicenza, che ci ha aiutato in maniera determinante, negli ultimi due anni, nell'organizzazione di Festambiente. A coordinare gli incontri era infatti Francesco Tapparo, membro del LugVI e ricercatore presso l'università di Padova. La serata si è rivelata interessante credo per tutti, viste le numerose domande del pubblico, che si sono inserite in modo assai naturale nel corso della presentazione di Giulia - che ha descritto i diversi progetti Wikimedia e il ruolo di WMI e WMF - e del sottoscritto, che invece ha trattato più in specifico i meccanismi "interni" dell'enciclopedia. Abbiamo dunque evitato il pericolo - che pure inizialmente temevamo - di fare una "lezione frontale" poco interattiva. C'è da dire che i partecipanti a questo ciclo di incontri (al suo secondo anno) non sono stati molto numerosi (anche per un'infelice collocazione nel calendario), però la serata a cui abbiamo preso parte è risultata la più frequentata e attivamente "partecipata". Mancando la fascia più giovane di pubblico, abbiamo avuto l'occasione di discutere con persone mature e con alcuni insegnanti, che ci hanno fornito il loro punto di vista - e le loro aspettative - sul "fenomeno" di Wikipedia e più in generale del "contenuto aperto".
  • A Roma il 29 febbraio, la fondazione Mondo Digitale ha organizzato una giornata sull'apprendimento cooperativo. Ha partecipa Frieda con un laboratorio per ragazzi.

Eventi del prossimo mese

  • 6-7 marzo, Milano: partecipiamo al convegno "I diritti della biblioteca (Accesso alla conoscenza, proprietà intellettuale e nuovi servizi)" organizzato dall'AIB, nelle persone di Mizardellorsa e Nemo.
  • 9 marzo, Assemblea di tutti i soci di Wikimedia Italia per approvare il bilancio 2007-2°semestre.
    • L'incontro è aperto al pubblico; per votare bisogna essere in regola con la quota di iscrizione 2008.
    • Sono state spedite le lettere a tutti i soci, con il modulo per delegare il voto (per chi non potrà partecipare); i soci che non avessero già ricevuto la lettera sono pregati di contattare la segreteria.
    • Streaming: la possibilità tecnica di trasmissione video è stata verificata (e stanno continuando a lavorarci Laurentius e Iron Bishop); chi è interessato a seguire in streaming l'assemblea è pregato di comunicarlo quanto prima (per verificare la fattibilità pratica).
  • 15 marzo, OpenCamp 2008 a Roma: parteciperemo alla giornata con un punto informativo.
  • 28-31 marzo, Galassia Gutenberg a Napoli: stiamo discutendo la partecipazione all'evento librario, con punto informativo e relatore.

Novità dai nostri progetti

Novità dai progetti wikimedia

  • Wikibooks: Superati i 3000 utenti registrati. Tutti i libri sono stati adeguati alle convenzioni di nomenclatura.
  • Wikinotizie: Superati i 5100 articoli.
  • Wikipedia: Rinnovata la Pagina principale. Superate le 415 000 voci.
  • Wikiquote: Con oltre 3000 utenti registrati, Wikiquote è il secondo progetto italiano dopo Wikipedia. Per semplificare e uniformare le norme, ed evitare discussioni sulla scelta delle citazioni, si è deciso di abbandonare del tutto l'uso del template quote nelle voci, come di tutti gli altri espedienti grafici che mettono in particolare evidenza alcune citazioni.
  • Wikisource: Raggiunti i 17 700 volumi.
  • Wikiversità: Si discute di un rinnovamento della categorizzazione.
  • Wikizionario: Superate le 77 700 voci.

Novità da W@H

Resoconto di Elitre:Proseguono le attività del progetto Wiki@Home. Pubblicate nel mese di febbraio la seconda parte dell'intervista a Paolo Attivissimo e quella a Stefano Bartezzaghi. Altri 4 pezzi sono in preparazione, ma continuate a proporvi per incontrare personaggi enciclopedici scrivendo all'indirizzo del progetto. (wikiathome(at)wikimedia.it)

Novità da No Pago

Resoconto di Nemo:Giovedì scorso siamo andati (io e Mizar) alla biblioteca di Cologno Monzese, e siamo stati facilmente indirizzati agli uffici, molto aperti e paritari, nel senso che la scrivania del direttore è insieme a quella di tutti gli altri (ed era sommersa di libri nuovi). Poco dopo Ferrieri ci ha fatto entrare ed abbiamo parlato anche con Annalisa Cichella, altro membro molto attivo del comitato Nopago, nonché amministratrice del sito nopago.org.
Abbiamo fatto qualche discorso generale, soprattutto su impulso di Mizar, che ha sottolineato la necessità di collegare questa battaglia a tutte le altre in corso (sulla possibilità di pubblicare in Rete libri non più in commercio ad esempio), di cui si sta discutendo o si dovrebbe discutere nella commissione Gambino, che dovrà preparare un testo unico che riunisca tutte le più disparate disposizioni su diritto d'autore e affini. Questo sarebbe l'unico modo di dare visibilità alla campagna per il diritto di prestito pubblico e rinnovarla, dal momento che sembra la stessa del 2004.
A questo proposito, ci hanno spiegato che i bibliotecari non se la sentono di lanciarsi nella raccolta firme perché ne hanno appena fatta una sullo stesso tema, e quindi si sentirebbero dire dalle persone che hanno già firmato, e che potrebbe risultare non del tutto compresa l'estrema necessità della campagna. In effetti questa è una risposta che mi è capitato di sentire (ma solo al Linux Day, che non a caso era abbastanza vicino, a Cinisello). Insomma, c'è molta stanchezza e delusione: il comitato promotore è di fatto svuotato, e già da anni sono rimasti solo loro di Cologno.
Per questo, ho chiesto se fosse possibile che Wikimedia Italia, oltre a essere segnalata nel sito (cosa fatta prontamente; non avevano ricevuto i miei messaggi perché avevano la casella intasata), entri ufficialmente nel comitato promotore; mi è stato risposto che per questo basta l'invio di una lettera ufficiale che loro, poi, gireranno agli altri membri del comitato.
Per allargare la campagna come proposto da Mizar, invece, abbiamo concordato sull'idea di costituire un comitato generale per la cultura libera a cui potrebbero partecipare lo stesso Nopago, WMI ma anche Frontiere digitali ecc. (o semplicemente si potrebbe tentare di ampliare gli obiettivi di Frontiere digitali, nonostante il nome, facendovi entrare Nopago).
Per il resto, hanno suggerito di pensare a qualche azione concreta che ci dia visibilità.
Gli autori oggi sono costretti a sottoscrivere delle clausole che escludono ogni loro diritto a rinunciare ai diritti di prestito, perché l'editore ne possa usufruire, e spesso nemmeno lo sanno (A. Cichella sta studiando un contratto tipo); si potrebbe quindi fare lega con loro, visto che il diritto esclusivo di prestito è fatto in loro nome; si metterebbe molto in difficoltà chi lo sostiene se potessimo dire che gli autori sono contrari.
Singoli autori erano già stati contattati, ma bisognerebbe rinnovare la collaborazione.
Anche gli editori minori, che non possono fare a meno delle biblioteche e che in generale sono più aperti, potrebbero essere dei validi alleati. Inoltre, bisogna ampliare le voci di Wikipedia sull'argomento. Credevano di averne già creata una, ma è stato fatto solo in inglese: Public Lending Right.
Siamo rimasti d'accordo che, dopo questo primo incontro (durato un'ora e tre quarti circa), nonché dopo aver riflettuto un po' su quello che si può e vuole fare, ci risentiremo. Sicuramente ci vedremo già questa settimana alle Stelline.

Novità dall'associazione

  • È attivo il nostro nuovo sito per l'e-commerce http://shop.wikimedia.it/ dove da ora in poi è possibile ordinare tutti i gadget in modo più semplice e veloce. La descrizione degli articoli è essenziale e mancano ancora parecchie immagini ma ci stiamo lavorando; chi ha proposte per migliorare la grafica o comunque può dare una mano è pregato di contattare Gvf. Tra le nuove funzioni la possibilità di acquistare dei buoni regalo.

Il wikimediano di questo numero/la foto del mese

Una neo-wikimediana ?
Pina
Questo mese, invece di presentarvi uno degli "odierni" wikimediani, presentiamo una "virtuale" neo socia. La signorinella sopra rappresentata è appena diventata maggiorenne, quindi, il "genitore di sesso maschile membro del direttivo" è pregato di sganciare i canonici 25 euri per l'iscrizione della figlia.
In ogni caso
Auguri Giulia !

Altro



Redazione:

  • Luca Sileni;
  • Frieda Brioschi;
  • Marco Chemello;
  • Nemo (incaricato della sezione "notizie dai nostri progetti")

per contattare la redazione scrivere a: redazione@wikimedia.it oppure ai singoli redattori:

  • Luca Sileni - wikisenpai@gmail.com
  • Frieda Brioschi - ubifrieda@gmail.com

Attenzione, questo bollettino è da considerarsi un prodotto destinato esclusivamente all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico e pertanto, in ossequio al dettame del'art 1 comma 2 Legge 7 marzo 2001 n. 62, non è da considerarsi un prodotto editoriale

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
navigazione
Associazione
Sostienici
Strumenti