English version

Wikimedia news/numero 64

Da Wikimedia Italia.

Wikimedia News n. 64 del 14 novembre 2013

Conferenza Stampa Archeowiki by Ale [CC-BY-SA 3.0]

Conferenza stampa Archeowiki

Giovedì 7 novembre si è tenuta a Milano la conferenza stampa del progetto Archeowiki. Nuovi archeologi in Lombardia. Percorsi reali e virtuali. nella suggestiva cornice della Sala Tiepolo presso la sede di Fondazione Cariplo (ente co-finanziatore). Di fronte a una platea numerosa e variegata hanno presentato l'iniziativa Dario Bolis (Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Fondazione Cariplo), Frieda Brioschi (Presidente di Wikimedia Italia), Grazia Facchinetti (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia) e Filippo Del Corno (Assessore alla Cultura del Comune di Milano). Il pubblico ha mostrato molto interesse verso Archeowiki, i suoi valori, tra cui la condivisione della conoscenza come motore dello crescita e il suo scopo principale, ovvero l'avvicinare nuovi utenti all'archeologia, soprattutto giovani studenti, anziani e diversamente abili. È stato molto apprezzato, inoltre, il fatto che l'attenzione sia rivolta verso i musei archeologici meno noti della Lombardia. A seguito dell'incontro, diversi siti e testate online hanno riportato la notizia: Repubblica, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Comune di Milano.

Ricordiamo che sono disponibili ancora alcuni posti per le scuole; se interessati potete contattare la segreteria di Wikimedia Italia segreteria@wikimedia.it.

Premiazione Wiki Loves Monuments Italia

È finalmente giunto il momento della verità: siamo pronti per proclamare i vincitori di Wiki Loves Monuments Italia 2013. L'appuntamento è per sabato 23 novembre, alle ore 17:00, presso la Libreria Hoepli di Milano (Via Hoepli 5). Vi aspettiamo numerosi!

WMI supporta la creazione del capitolo italiano di OpenStreetMap Foundation

La comunità italiana di OpenStreetMap è in fermento: da tempo ci si confronta sulla necessità di creare anche nel nostro Paese un capitolo della OSM Foundation e, nel corso dell'ultima edizione di OSMit, la conferenza italiana della comunità di OpenStreetMap, si è presa in considerazione l'idea di far diventare WMI capitolo italiano di OSM Foundation. La proposta è piaciuta anche ai soci di Wikimedia Italia, tanto che oggi vengono chiamati a raccolta tutti coloro che desiderano contribuire alla creazione di OpenStreetMap Italia: basta infatti iscriversi a Wikimedia Italia, indicando come causale "per costituire il capitolo OSM italiano". La nostra associazione, raggiunti 10 nuovi soci che sottoscrivano lo scopo, inizierà a definirsi anche come "Gruppo di lavoro per OSM Italia". A quota 25, invece, farà richiesta a OSM Foundation per diventare capitolo italiano ufficiale. Anche chi è già socio può concorrere al raggiungimento della quota: basta aver effettuato almeno cinquanta modifiche su OpenStreetMap e avere all'attivo almeno tre mesi di contributi in questo senso. Non perdete tempo, iscrivetevi per partecipare attivamente alla diffusione di OSM in Italia!

Presentazione di Sestopedia

Venerdì 8 novembre, presso il Mage di Sesto San Giovanni, è stato ufficialmente presentato il progetto Sestopedia: Wikimedia Italia era rappresentata da .mau.. Sestopedia, nato da un'idea della regista e sceneggiatrice Giusi Castelli e realizzato a cura di Associazione Lavoro e Integrazione onlus, si ispira a quanto fatto nella cittadina gallese di Monmouth, che è stata completamente "wikipedizzata" con il concorso dei cittadini. Sesto San Giovanni, che si è proposta all'Unesco come sito patrimonio dell'umanità per il suo patrimonio di archeologia industriale, vorrebbe riprendere questa iniziativa, con l'aiuto di Wikimedia Italia per la parte di alfabetizzazione informatica.

Aggiornamenti dal mondo MediaWiki (di Elitre)

  • VisualEditor
Da pochi giorni è possibile iniziare a modificare pagine in VisualEditor per poi completare l'edit nell'editor tradizionale senza dover salvare prima! Questo permette di approfittare dei punti di forza di entrambe le modalità di edizione. L'opzione è raggiungibile dal menu posizionato accanto al punto interrogativo, cioè dall'icona con tre barre orizzontali e si chiama "Passa alla modifica sorgente". Una volta apportate tutte le modifiche desiderate all'interno di VisualEditor, usando questa nuova funzione sarà possibile avere un'anteprima delle modifiche effettuate e nella finestra sottostante si potrà continuare direttamente a aggiungere o modificare contenuti utilizzando la nota wikisintassi. In questo modo sarà più semplice individuare e correggere eventuali errori di VE e non rinunciare a funzionalità (ad es., la costruzione di tabelle) non ancora implementate per VE. (Sono state segnalate alcune difficoltà nell'uso della nuova opzione da Firefox e quando si edita senza accedere alla propria utenza prima, ma entrambe sono in via di risoluzione; questo vuole appunto essere un primo invito a provare la nuova funzionalità e magari segnalare ulteriori problemi se se ne dovessero palesare!).
Da alcune settimane è inoltre possibile usare VisualEditor anche nei namespace File, Aiuto e Categoria.
Tutti gli utenti sono invitati a testare l'editing delle formule matematiche, una funzionalità avanzata di VE, all'interno di una nuova "piattaforma" chiamata "Beta Features"; essa è già utilizzabile su diversi siti Wikimedia, mentre sbarcherà su it.wp intorno al 20 novembre e consente di provare novità tecniche prima che queste siano disponibili per tutti.
Tornano a dicembre gli appuntamenti in chat IRC con il team di VisualEditor, in particolare con il Product Manager James Forrester, che attende anche gli utenti italofoni il 2 dicembre alle 19 UTC (con "replica" poche ore dopo) per discutere di risultati raggiunti e di nuove funzionalità in arrivo.
  • Notifications (Echo)
Sempre intorno al 20 novembre arriverà anche su it.wiki il nuovo sistema di notifiche personali. Sostituirà la barra arancione che avvisa della presenza di nuove comunicazioni nella propria pagina utente con una, più discreta, in alto nella pagina e permetterà di essere sempre aggiornati con messaggi tempestivi online, volendo anche via email, di modifiche al sito che ci riguardano direttamente (ad es. quando un utente ci menziona in qualche discussione o ci ringrazia per un nostro edit). Lo si può già provare sugli altri siti Wikimedia!

Appuntamenti futuri

  • 18 novembre: apre alle 18.00 la mostra dedicata all'edizione di Monza e Brianza di Wiki Loves Monuments. Fino al 30 novembre le migliori fotografie saranno esposte presso la bellissima Saletta Reale, in corrispondenza del binario 1 della stazione ferroviaria di Monza. Orari di apertura dal 19 novembre: da martedì a sabato dalle ore 15.00 alle ore 18.00 e su appuntamento, in collaborazione con l'Associazione Amici dei Musei di Monza e Brianza Onlus.
  • 18 e 27 novembre e 4 dicembre, Mestre: continuano gli incontri del progetto Wiki VEZ.
  • 24 novembre - 1° dicembre: buon compleanno Wikisource! Il progetto compie dieci anni e le comunità linguistiche internazionali si stanno organizzando per festeggiare la ricorrenza al meglio. Anche la compagine italiana partecipa alla festa e bandisce un concorso di rilettura: al vincitore, un ebook reader offerto da Wikimedia Italia. La gara sarà aperta dal 24 novembre (alle 00.00) fino al 1 Dicembre (alle 23:59).

Novità dal mondo Wiki

  • È stata lanciata la petizione per chiedere agli operatori telefonici in Sudafrica la concessione del libero accesso gratuito a Wikipedia via cellulare. Qui il video-appello (da non perdere!) di alcuni studenti; qui la pagina facebook della petizione.
  • Lo scorso 24 ottobre Wikimedia Sverige ha dato vita a una gara di traduzione dei messaggi dei siti MediaWiki rimasti in lingua inglese, con l'idea che la collaborazione delle persone ai progetti Wikimedia non debba dipendere dalla loro conoscenza di lingue straniere. L'iniziativa è stata un grande successo, le voci non tradotte sono scese da 708 a 270.
  • Prende sempre più corpo il progetto Wikipedia Zero: è stato firmato l'accordo tra Wikimedia Foundation e l'operatore telefonico Telenor per consentire il libero accesso a Wikipedia via mobile in Myanmar. Gli utenti potranno sia leggere gli articoli dell'enciclopedia sia modificarli.
  • Nasce la Wiki Education Foundation, una fondazione non-profit che sia esclusivamente dedicata ai progetti di istruzione legati a Wikipedia negli Stati Uniti e in Canada. Il sito (al momento ancora in costruzione) si trova a questo link, mentre i documenti posso essere visionati qui.
  • Per decisione del Language Committee tutte le lingue saranno ammesse su WikiData.


Attenzione, questo bollettino è da considerarsi un prodotto destinato esclusivamente all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico e pertanto, in ossequio al dettame dell'art. 1 comma 2 Legge 7 marzo 2001 n. 62, non è da considerarsi un prodotto editoriale