Banner campagna 2013.jpg

Wikimedia news/numero 9

Da Wikimedia Italia.
WikimediaNews - n. 9 del 7 novembre 2007
Aperiodico ufficiale di informazione dell'associazione Wikimedia Italia.


Indice

Editoriale

Questo nuovo numero del nostro bollettino è caratterizzato dalla presenza di interviste e piccoli reportage; questo a testimonianza del sempre crescente impegno che stiamo investendo nella piccola pubblicazione che vi trovate a leggere in questo momento. Tale maggior impegno si traduce, però, nell'inevitabile incremento di tempo e risorse che il bollettino richiede, proprio per questo ci tengo a ribadire come sia necessario, nonché auspicabile, la partecipazione di altri volontari alla sua realizzazione. Fatevi avanti!

Luca Sileni

Eventi e manifestazioni delle ultime due settimane

  • Festival della Creatività
La nostra associazione ha partecipato, grazie all'invito ed alla disponibilità di "quifree.it", al Festival della Creatività di Firenze. Qui di seguito un piccolo reportage di Senpai:

Che dire di questo Festival della Creatività ?
Beh, di primo acchito direi "Fantastico!", un'orda, un fiume in piena di gente che ha invaso la fortezza per 4 giorni. Ho ripetuto tante di quelle volte le stesse cose ed ho distribuito talmente tanti volantini che se fossi andato a batteria sarei stato scambiato per un robot ^_^.
L'organizzazione, nel complesso, è stata all'altezza, se non per qualche pecca:
  • Il wi-fi altalenante:
Il giovedì, aperto solo agli espositori.... lo accendono e "salta la rete";
Il venerdì, ancora aperto ai soli espositori, quindi, via vai di gente per prendere nuove password (quelle del giorno prima non funzionavano più);
Il venerdì pomeriggio.... wi-fi aperto per tutti, ma con linea altalenante;
Sab e Dom, tutto ok.
  • Gli eventi Quifree:
Purtroppo gli eventi Quifree non erano presenti nel programma generale del festival e non venivano annunciati dalla speaker ufficiale, causando una scarsa presenza di pubblico soprattutto in determinati momenti della giornata; Renzo Davoli si è ritrovato (il venerdì pomeriggio) a parlare ad una platea di 5 persone, mentre io, il giorno dopo, mi sono visto tagliare l'intervento perché gli altri relatori avevano sforato.
  • Posizione degli stand:
Molti sapevano che Wikimedia era presente al festival, ma non tutti sono riusciti a trovarci. Gli addetti alla sala stampa (la domenica mattina) mi hanno confermato che non sapevano della nostra presenza e che molte persone erano venute a chiedere dove fossimo.
Nonostante queste piccole pecche:
  • Gli interventi:
Abbiamo portato a casa ben tre interventi in pubblico, io (<http://www.radioradicale.it/scheda/238783/incontro-sul-tema-copyright-copyleft-e-etica-hacker Il video della conferenza a cui ho partecipato>) ed Aubrey con Quifree al Festival e Paginazero all'Università di Firenze;
  • Le presenze:
Abbiamo illustrato il mondo wiki a moltissime persone;
  • I gadget:
Abbiamo finito quasi tutti i gadget che Gvf (riempiendo la Gvf-mobile), aveva portato giù dalle Venezie.
  • I wikimediani:
Si è riso, si è scherzato, si è becerato e si è lavorato. Ci siamo divertiti tanto e ci siamo stancati altrettanto. È stato super ^_^ !

  • FLCG Trento
Dal 2 al 4 novembre 2007 l'associazione Wikimedia Italia ha partecipato alla terza edizione di Fa’ la Cosa Giusta! - Trento qui di seguito un reportage di Marcok (<http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Raduni/FLCG_Trento_2007>):

La manifestazione è stata organizzata da Trentino Arcobaleno <http://www.trentinoarcobaleno.it/> insieme a Rete Lilliput e la Confesercenti del Trentino <http://www.tnconfesercenti.it/> presso Trento Fiere. I soci di Wikimedia hanno organizzato uno stand (come già ad aprile all'edizione milanese dell'evento) per tutta la durata della manifestazione e invitato a partecipare tutti i wikipediani, locali e non.
Logo piccolo.jpg
Grazie alla vendita dei gadget e alle donazioni spontanee abbiamo raccolto fondi che in buona parte potranno essere destinati alla raccolta della Wikimedia Foundation in corso. In occasione della manifestazione il Linux User Group "LinuxTrent - Oltre Fersina" ha formalizzato la propria iscrizione all'associazione Wikimedia Italia, divenendone così il primo "socio collettivo". Tale iniziativa manifesta il desiderio di sostenere Wikipedia e gli altri progetti collegati al sapere libero, così come le iniziative che a livello territoriale Wikimedia Italia sta portando avanti.
C'è stato un evento speciale: domenica 4 novembre alle ore 17.00 Wikimedia e LinuxTrent hanno presentato assieme il seminario/tavola rotonda su Open content e software libero: diritto d'autore e diritti collettivi.
Sono intervenuti Giuliano "Diaolìn" Natali (presidente LinuxTrent - Oltre Fersina) e Gianluigi "Paginazero" Gamba (presidente Wikimedia Italia), ai quali gli altri convenuti hanno posto numerose domande.
L'area riservata alle associazioni, in cui anche noi avevamo lo stand, era una tensostruttura esterna, collegata al padiglione principale della fiera. Era riscaldata ad aria, le condizioni meteorologiche erano fortunatamente buone ma... diciamo che non abbiamo sofferto il caldo.

Eventi e manifestazioni delle prossime settimane

  • FLCG Torino
Dal 9 all'11 novembre 2007, a Torino, presso il Cortile del Maglio<http://cortiledelmaglio.it/> e negli spazi dell'Arsenale della Pace <http://www.sermig.org/ITA/frameset_arsenale.htm>, si terrà la prima edizione del Fa La Cosa Giusta - Torino. Wikimedia Italia parteciperà con un suo stand e necessita del massimo aiuto da parte di tutti (wikimediani e wikipediani). Qui la pagina del raduno su wikipedia: <http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Raduni/FLCG_Torino_2007>, partecipate numerosi.
  • Workshop internazionale sul libro elettronico e prospettive dell’editoria digitale
Il 16 novembre a Città di Castello (AR), iPork terrà una lettura su Wikisource e Wikibooks

Novità dai nostri progetti

  • Wikiversità ha superato le 240 lezioni, l'incremento di questo nuovo progetto è ancora lento ma decisamente regolare.
  • Wikipedia, a fronte di oltre 368.000 voci ha ampiamente superato il primo milione di pagine totali (attualmente sono 1.066.667)
  • Wikipedia, la soprintendenza speciale ai musei romani ha accettato la nostra offerta in merito alle immagini poste sotto la loro protezione. Da oggi, tramite l'inserimento di un tag speciale, sarà possibile utilizzare le immagini all'interno dell'enciclopedia.
  • Wikizionario sta per raggiungere i 70.000 lemmi (attualmente siamo a quota 69.000); tutti sono invitati a dare una mano per raggiungere il traguardo più in fretta.
  • Wikibooks: tra i nuovi libri appena pubblicati si segnala: "Biologia per il liceo" <http://it.wikibooks.org/wiki/Biologia_per_il_liceo>, testo che si inquadra all'interno della produzione dedicata alle scuole;
  • Wikiquote: gli utenti di wikiquote stanno votando la proposta di chiudere l'upload locale del progetto: <http://it.wikiquote.org/wiki/Wikiquote:Bar#Immagini_e_caricamento_locale>
  • Wikiteca ha superato le 15.000 pagine nel namespace principale.

Novità dall'associazione

  • Premio Aretê
il 5 novembre a Roma, al termine di una giornata sul tema "Comunicazione Responsabile: trend o utopia?", Wikimedia Italia, nella persona del suo presidente, ha ricevuto dal ministro Gentiloni il premio Aretê 2007 per la sezione internet, sbaragliando gli altri 15 concorrenti (l'elenco dei candidati è disponibile qui: <http://www.premioarete.it/iscrizione.php>). Il discorso del nostro presidente è stato breve ma incisivo: in pochi minuti ha presentato l'associazione, descritto Wikipedia e invitato i presenti a contribuire.

Il wikimediano di questo numero

La scelta della "foto migliore" da inserire in questo numero è stata decisamente dura, alla fine abbiamo optato per questa "posa plastica" del nostro presidente:

<http://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Festival_della_creativit%C3%A0_2007_%2828%29.JPG>

voci non confermate riferiscono che, dopo l'esibizione con il palloncino sia passato al nastro e poi agli esercizi a corpo libero.

Le nostre interviste

Contenuto speciale di questo numero è l'intervista esclusiva al nostro presidente:

"Signor Presidente, com'è cambiata, a suo giudizio, la nostra associazione dalla sua fondazione ad oggi?"

Non era meglio "Gianluigi" o "Paginazero" al posto di "Signor Presidente" e restare su un registro meno formale? Io quando sento "Signor Presidente" mi giro per vedere se per caso ne sta arrivando uno... La nostra associazione sta crescendo moltissimo (da 18 soci fondatori due anni fa a oltre 140 associati oggi) ma mi piace pensare che possiamo ancora darci del "tu". La nostra associazione sta crescendo, non solo in termini numerici, e ancora deve capire cosa vuole e può fare "da grande". Nel panorama dei chapter mondiali della Wikimedia Foundation non arriviamo a confrontarci con il chapter tedesco (che ha un ufficio e personale stipendiato), ma comunque siamo tra i pochi chapters che hanno avviato accordi commerciali con terze parti. Si può discutere a lungo - e lo faremo - sul fatto che accordi del genere siano giusti, opportuni e ben realizzati, tuttavia la nostra associazione è tra i pochi chapter al mondo che hanno fatto finora passi del genere.

Con l'ultima assemblea, Wikimedia Italia ha preso atto della necessità di crescere come entità organizzata, anche sul territorio, e penso che sia l'unica strategia che possa garantirne a lungo termine la sopravvivenza. Il banco di prova di ogni associazione e di ogni esperienza (lo vediamo anche sui wiki-progetti) è riuscire a innescare un circolo virtuoso per superare il momento in cui viene meno (per qualsiasi ragione) l'entusiasmo dei "fondatori". Wikimedia Italia ha appena intrapreso questo cammino di crescita e ha bisogno della voglia di fare di tutti per portarlo a compimento.

"Quali sono gli elementi che, con particolare riferimento all'utilizzo delle risorse umane, andrebbero sviluppati all'interno dell'associazione?"

Non ho mai amato l'espressione "risorse umane", nemmeno sul posto di lavoro. La parola "risorsa" mi fa pensare ad una ricchezza consumabile, io spero invece che la partecipazione dei soci sia un'energia rinnovabile.

Idee ne abbiamo tante e non passa settimana che non veniamo contattati da altre realtà ed associazioni (nonché ministeri e ONG sovranazionali, tramite Frieda). Io stesso fatico a tenere il passo con tutte le novità che si aggiungono e si accavallano. Ciò che oggi ci limita non sono le occasioni, ma l'avere persone che si prendano il lavoro e il merito di gestire un'iniziativa quando questa viene proposta.

Un bell'esempio - che rappresenta una ricetta quasi ideale - è quello di Wiki@home, che seguo felicemente solo come lettore: un progetto nato spontaneamente dall'intuizione di un associato (il"compagno segretario" Draco), che vede in alcuni soci una leadership che lo dirige e lo coordina, che sta crescendo e che lavora in sinergia con Wikinotizie. Spero che altre collaborazioni (penso ad esempio a Wiki@scuola e alla collaborazione con OpenStreetMap) possano instradarsi su un cammino come questo.

"Che cosa bolle in pentola? Ossia, quali sono le iniziative che, in un prossimo futuro, coinvolgeranno la nostra associazione?"

Siamo in mezzo alla "bufera" delle fiere: dopo la bella esperienza alla Fortezza da Basso di Firenze e la sventagliata di Linux Day di cui ho letto con piacere ci saranno i due FLCG (Trento e Torino - aspettiamo wikimediani a darci una mano agli stand, ovviamente) e si prospetta un invito al Meeting delle Etichette Indipendenti (MEI) di Faenza a fine novembre.

'Abbiamo inoltre inserito il nostro nome nel network di Frontiere Digitali - che partecipa all'attività delle commissioni governative incaricate di riformare il diritto d'autore portandovi il punto di vista dell'Open Source e dell'Open Content. Come ho detto, fatico a seguire tutto ciò che "bolle in pentola" io stesso - non escludo (e mi scuso) di non ricordare altre questioni aperte in questo momento. Ci sono anche un paio di contatti finalizzati ad arricchire i nostri contenuti audio, ma siamo ancora ad uno stadio iniziale, spero di poter riferirne con maggior dettaglio tra breve tempo.

Sul fronte interno, è iniziata (e non deve fermarsi) la discussione sulle modifiche da introdurre nello statuto, in modo da giungere alla prossima assemblea (ordinaria o straordinaria) con un testo modificato su cui la grande maggioranza dei soci si riconosca, pronto da ratificare. Abbiamo un wiki su cui discuterne liberamente, che è il mezzo ideale per cose come questa.

In pentola (anche se magari si vede meno, ma non è meno importante) bolle anche il lavoro di Gvf, che sta gestendo tutta l'attività connessa alla gestione dei gadget, compreso il sito di e-commerce, che richiede un consistente lavoro di configurazione prima di poter essere messo in pista (chi vuole aiutare Gvf in questa impresa e magari ha già esperienza di Zen-Cart, gli faccia un fischio), e di Xaura, il cui lavoro logistico che sta dietro agli ordini di materiale e alle iscrizioni agli eventi non è meno essenziale della parte più divertente e corale in cui ci divertiamo a disegnare bozzetti e proporre idee.

"Come vede Wikimedia Italia fra un'anno? E in un futuro un po' più lontano?"

Questa domanda è difficilissima.

Da un lato è in via di definizione il rapporto tra i chapter nazionali come il nostro e la Wikimedia Foundation - ovvero: dobbiamo solo essere megafoni e collettori di donazioni? Abbiamo un margine di iniziativa autonoma, sempre naturalmente in coerenza con gli scopi fondamentali della Wikimedia Foundation? Le visioni emerse finora sono molto diverse e la discussione sembra essere tutta in salita. L'incontro dei chapter con il board di WMF previsto per il prossimo dicembre è saltato proprio perché su questo punto il board stesso deve ancora capire quale linea adottare.

Dall'altro ci sono le dinamiche interne alla nostra associazione - la scommessa è proprio l'innescare il "circolo virtuoso" di cui parlavo prima. In un futuro più lontano vorrei che Wikimedia Italia diventasse una ONLUS (o perlomeno una personalità giuridica riconosciuta) e vorrei che diventasse simile al chapter tedesco (come autonomia finanziaria e organizzazione).

E ancora più avanti nel futuro, vorrei che Wikimedia Italia cessasse di esistere perché ha realizzato il suo scopo: aver costruito un mondo in cui ogni persona ha libero accesso a tutto il patrimonio della cultura e conoscenza umana.

Per ragioni anche mie personali, questi ultimi mesi sono stati per me abbastanza faticosi. Vedere ancora una volta, a Firenze, quanto il nostro lavoro è conosciuto e apprezzato ha sempre il potere di rinfrancarmi. Spesso siamo troppo impegnati a guardarci l'ombelico per renderci conto di quanto sia bello e potente ciò che stiamo costruendo. "Ho scoperto una passione che non credevo di avere" (cit).

Grazie a tutti.

G. (aka Paginazero)



Redazione:

  • Luca Sileni;
  • Frieda Brioschi;
  • JR;

per contattare la redazione scrivere a: info@wikimedia.it oppure ai singoli redattori:

  • Luca Sileni - wikisenpai@gmail.com
  • Frieda Brioschi - ubifrieda@gmail.com

Attenzione, questo bollettino è da considerarsi un prodotto destinato esclusivamente all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico e pertanto, in ossequio al dettame del'art 1 comma 2 Legge 7 marzo 2001 n. 62, non è da considerarsi un prodotto editoriale

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
navigazione
Associazione
Sostienici
Strumenti