Wikimedia news/numero 90

Da Wikimedia Italia.

Wikimedia News n. 90 del 13 novembre 2014

Assemblea Soci 2014, di Fra [CC-BY-SA 3.0]


Assemblea Soci e Premiazione Wiki Loves Monuments

Come anticipato nella scorsa newsletter, Wikimedia Italia quest'anno a novembre ha un'agenda molto ricca. In particolare i due eventi di punta saranno l'assemblea dei soci e la chiusura dell'edizione 2014 del nostro progetto più grande, Wiki Loves Monuments. Per entrambi vi sono importanti aggiornamenti.
L'assemblea si svolgerà sabato 29 novembre presso la sala TIM4Expo alla Triennale di Milano. Sul nostro sito è stata pubblicata la pagina dedicata all'evento dove, oltre a tutte le informazioni pratiche, è possibile visionare una bozza del programma della giornata. Ricordiamo ai soci che solo chi è in regola con la quota di iscrizione 2014 può votare e che, inoltre, è necessario registrarsi gratuitamente tramite l'apposito modulo online. Chi non potesse essere presente, invece, è caldamente invitato a delegare un socio amico che possa esercitare per lui il diritto di voto.
Il finesettimana precedente sarà invece la volta della premiazione dei vincitori del concorso Wiki Loves Monuments Italia 2014. La cerimonia, organizzata in collaborazione con il Progetto Open Pompei, si svolgerà sabato 22 novembre presso l'Auditorium degli Scavi Archeologici di Pompei e sarà aperta al pubblico; per chi fosse interessato a presenziare all'evento sono aperte le iscrizioni sul sito EventBrite.



Wikipediano in Residenza al MART, di Niccolò Caranti [CC-BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons


Wikipediani in Residenza crescono

Si allarga ed evolve l'esperienza dei Wikipediani in Residenza (WiR) presso le istituzioni italiane, anche grazie all'impegno di Wikimedia Italia nel ruolo di intermediario. Il WiR è un contributore volontario di Wikipedia che collabora con un'ente culturale per facilitare la redazione di voci dell'enciclopedia ad esso relative. Al momento il socio Daniele Metilli sta concludendo la sua esperienza semestrale presso il museo MART di Rovereto, mentre il socio Federico Leva ha da poco iniziato a prestare servizio presso la Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (BEIC). È possibile seguire gli sviluppi dell'esperienza di Federico leggendo la sua diretta testimonianza su questa pagina di Wikipedia.
Il Consiglio Direttivo di Wikimedia Italia, però, non si ferma e guarda oltre. Contento dei risultati ottenuti dai suoi Wikipediani in Residenza, infatti, ha da poco accettato l'offerta di diventare subcontractor di un progetto che prevede l'inserimento di un WiR presso l'Osservatorio Balcani e Caucaso di Rovereto e che verrà presentato a breve alla commissione europea.


I risultati dei progetti GLAM

Logo "GLAM", di Preston stone (Opera propria) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons


Negli ultimi anni Wikimedia Italia ha investito molte energie nei progetti GLAM (Gallerie, Biblioteche, Archivi, Musei); riportiamo di seguito qualche esempio dei risultati ottenuti da alcune di queste esperienze.
Virginia Gentilini, responsabile dei progetti GLAM di Wikimedia Italia, ha raccolto le testimonianze degli studenti, dell'insegnante e della bibliotecaria di San Michele all’Adige con cui, presso l'Istituto di Agraria, ha portato avanti un progetto su Wikipedia nei mesi scorsi. Le risposte, in particolare quelle degli studenti, sono di grande interesse e rappresentano uno spaccato significativo di ciò che i ragazzi conoscono di Wikipedia e di come la utilizzano.
Ancora, il socio Pietro Liuzzo, supportato dai soci Andrea Zanni e Lyam Wyatt, per il progetto EAGLE ha caricato oltre 350 fotografie di epigrafi sul sito Wikimedia Commons andando ad arricchire il database multimediale con file rilasciati con licenza libera.


MODA - Open Data archeologici

Logo Manifesto MODA


In data 31 ottobre, il Consiglio Direttivo di Wikimedia Italia ha concesso il suo patrocinio al progetto MODA - Manifesto Open Data Archeologici, che promuove l'approccio dell'open access e degli open data in campo archeologico, attraverso il rilascio di dati con un formato aperto e con una licenza libera. Si legge nel documento ufficiale: "I beni archeologici sono beni pubblici, di tutti i cittadini, nell’accezione più ampia di bene comune: pubblici devono essere allora anche i dati che li descrivono. [...] Noi crediamo che l’accesso pubblico ai dati sia vitale se si vuole che la trasparenza e l’esaltazione delle buone pratiche siano il fondamento di una gestione consapevole e partecipata di un bene collettivo. Crediamo quindi che, anche in campo archeologico, debba esistere un diritto di accesso al dato, in modo aperto e tempestivo".


Appuntamenti

  • 19 novembre, Milano: incontro organizzato dal Sistema Bibliotecario Urbano di Milano Biblioteche 2.0, 3.0... e poi? La mediazione informativa nell'era digitale, alle ore 18 presso la Sala del Grechetto della Biblioteca Comunale Centrale (Palazzo Sormani). Partecipa per Wikimedia Italia Virginia Gentilini.
  • 22 novembre, Pompei: cerimonia di premiazione del concorso Wiki Loves Monuments Italia 2014, presso l'Auditorium degli Scavi Archeologici di Pompei. La manifestazione, organizzata in collaborazione con il progetto Open Pompei, prevede la presenza del Presidente Andrea Zanni e della Responsabile del progetto Emma Tracanella, oltre alla partecipazione di altri ospiti. L'inizio è previsto per le ore 16 circa.
  • 28 novembre, Firenze: convegno nazionale Sfide e alleanze tra Biblioteche e Wikipedia presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Saranno presenti Andrea Zanni (Presidente Wikimedia Italia), Luca Martinelli (Segretario), Dario Crespi, Virginia Gentilini, Susanna Giaccai, Liam Wyatt.
  • 29 novembre, Milano: assemblea ordinaria dei soci di Wikimedia Italia. Appuntamento presso la sala di TIM4Expo all'interno della Triennale di Milano, in prima convocazione alle ore 10, in seconda convocazione alle ore 14. È richiesta l'iscrizione online.


Novità dal mondo OpenStreetMap

Un progetto di apertura dei dati topografici olandesi (OpenTopo) ha prodotto anche una bella mappa visibile sul web


  • Durante lo scorso finesettimana si è svolto State of the Map, il raduno mondiale degli utenti OSM, a Buenos Aires. Diversi interventi hanno presentato esperienze, nuovi strumenti e nuovi progetti basati su OpenStreetMap. Tra questi, ad esempio, OSM Street View è un visualizzatore dei dati OSM in tre dimensioni basato su WebGL.
  • MissingMaps è un progetto sponsorizzato da Medici Senza Frontiere, dalla Croce Rossa americana e britannica e dall'Humanitarian OpenStreetMap Team per incrementare la copertura cartografica delle aree più a rischio in giro per il mondo e l'utilizzo delle mappe a beneficio delle comunità locali.
  • La Provincia di Udine ha rilasciato un roadbook di 13 percorsi ciclabili sul territorio friulano che vengono illustrati utilizzando OpenStreetMap.
  • Su osm.org è stata introdotta la possibilità di commentare i gruppi di modifiche (ad esempio per chiedere pareri o segnalare correzioni al mappatore).


Novità dal mondo Wiki

50 hours of art in Wikipedia, di ProtoplasmaKid [CC-BY-SA-4.0], via Wikimedia Commons
  • L'Open Data Institute celebra ogni anno le eccellenze nel mondo dei dati liberi. Durante la cerimonia del 4 novembre, il progetto WikiData è stato insignito del premio "Open Data Publisher".
  • Dal 26 al 28 settembre, presso il Museo Soumaya di Città del Messico, si è svolta un'editathon da record di oltre 50 ore. Un nutrito gruppo di Wikipediani ha vissuto per due giorni nel museo per migliorare le voci di Wikipedia: sono stati creati 64 nuovi articoli in diverse lingue e prodotte 1100 modifiche.
  • Poco dopo Wikimedia Italia, anche la Wikimedia Foundation sottoscrive la Dichiarazione di Lione, il documento che chiede alle Nazioni Unite di inserire tra gli obiettivi del Millennium Development il miglioramento dell'accesso all'informazione e alla conoscenza.