GLAM/Biblioteche/Biblioteca Nazionale Marciana: differenze tra le versioni

Da Wikimedia Italia.
 
(8 versioni intermedie di 2 utenti non mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Il '''6 febbraio 2020''' Marta viene contattata contemporaneamente da Lorenzo Marangoni, direttore dell'associazione culturale RO.SA.M. e da Sandra Faucconier di WMF  riguardo a una proposta di collaborazione con la Biblioteca Nazionale Marciana avanzata in un prima tempo alla Foundation da Marangoni, e successivamente inoltrata a Wikimedia Italia.
+
[[File:Piazzetta San Marco.jpg|thumb|La sede è quella sulla destra (sì, è Piazza San Marco a Venezia)]]
  
l'11 febbraio Marta va a Venezia per incontrare Marangoni e il direttore della biblioteca Stefano Campagnolo; è presente anche la curatrice Roberta Semeraro.
+
Il '''6 febbraio 2020''' Marta viene contattata contemporaneamente da Lorenzo Marangoni, direttore dell'associazione culturale RO.SA.M. e da Sandra Faucconier di WMF  riguardo a una proposta di collaborazione con la Biblioteca Nazionale Marciana avanzata in un primo tempo alla Foundation da Marangoni, e successivamente inoltrata a Wikimedia Italia.
  
La proposta del direttore riguarda una collaborazione tra la biblioteca e WMI, in primo luogo per costruire diversi eventi nel periodo, di circa sei mesi contestuale a un'installazione di arte contemporanea site-specific dell'artista [[w:it:Federica Marangoni|Federica Marangoni]] che inaugurerà il 23 aprile. La biblioteca metterebbe a disposizione [[w:it:Biblioteca nazionale Marciana|la sua sede]] (!) e la possibilità di esporre il logo di WMI all'interno e all'esterno; chiederebbe un contributo finanziario TBD (suggeriscono di richiedere a questo scopo un grant a WMF), la collaborazione nella comunicazione di tutto il progetto e l'alto profilo degli eventi organizzati.
+
L'11 febbraio Marta va a Venezia per incontrare Marangoni e il direttore della biblioteca Stefano Campagnolo; è presente anche la curatrice Roberta Semeraro.
  
 +
La proposta del direttore riguarda una collaborazione tra la biblioteca e WMI, in primo luogo per costruire diversi eventi nel periodo, di circa sei mesi, contestuale a un'installazione di arte contemporanea site-specific dell'artista [[w:it:Federica Marangoni|Federica Marangoni]] che inaugurerà il 23 aprile. La biblioteca metterebbe a disposizione [[w:it:Biblioteca nazionale Marciana|la sua sede]] (vedi foto!) e la possibilità di esporre il logo di WMI all'interno e all'esterno; chiederebbe un contributo finanziario TBD (suggeriscono di richiedere a questo scopo un grant a WMF), la collaborazione nella comunicazione di tutto il progetto e l'alto profilo degli eventi organizzati.
  
==Contatti==
+
[[Categoria:Biblioteche]]
*Stefano Campagnolo -  direzione@marciana.venezia.sbn.it stefano.campagnolo@beniculturali.it - 041.2407240 320.4387590
+
*Lorenzo Marangoni - mail.lomar@gmail.com 348.5203956
+
*Roberta Semeraro - curatrice semeraro.roberta@gmail.com 338.4858411
+

Versione attuale delle 12:19, 9 nov 2021

La sede è quella sulla destra (sì, è Piazza San Marco a Venezia)

Il 6 febbraio 2020 Marta viene contattata contemporaneamente da Lorenzo Marangoni, direttore dell'associazione culturale RO.SA.M. e da Sandra Faucconier di WMF riguardo a una proposta di collaborazione con la Biblioteca Nazionale Marciana avanzata in un primo tempo alla Foundation da Marangoni, e successivamente inoltrata a Wikimedia Italia.

L'11 febbraio Marta va a Venezia per incontrare Marangoni e il direttore della biblioteca Stefano Campagnolo; è presente anche la curatrice Roberta Semeraro.

La proposta del direttore riguarda una collaborazione tra la biblioteca e WMI, in primo luogo per costruire diversi eventi nel periodo, di circa sei mesi, contestuale a un'installazione di arte contemporanea site-specific dell'artista Federica Marangoni che inaugurerà il 23 aprile. La biblioteca metterebbe a disposizione la sua sede (vedi foto!) e la possibilità di esporre il logo di WMI all'interno e all'esterno; chiederebbe un contributo finanziario TBD (suggeriscono di richiedere a questo scopo un grant a WMF), la collaborazione nella comunicazione di tutto il progetto e l'alto profilo degli eventi organizzati.