Wiki Loves Monuments/2017/Relazione

Da Wikimedia Italia.

Relazione sulle attività svolte nell'ambito di Wiki Loves Monuments Italia 2017. Project Manager: Cristian Cenci

Contatto istituzioni

La prima parte del lavoro di organizzazione di WLM 2017 è partita a marzo, ed ha avuto come fulcro il contatto con le istituzioni pubbliche (regioni, provincie, soprintendenze, enti MiBACT e, soprattutto, amministrazioni comunali) e private (associazioni, parrocchie, curie, privati, ecc.) per la raccolta delle autorizzazioni necessarie ad inserire i monumenti nelle liste di quelli fotografabili. Azioni di contatto:

  • ricontatto delle istituzioni aderenti in passato, per rivitalizzare la loro partecipazione attiva
  • invio PEC a tutte le amministrazioni comunali italiane (circa 8.000) per blocchi regionali
  • ricerca di contatto con le Soprintendenze regionali
  • invio comunicazione a tutti gli enti legati al MiBACT

A seguito dell'arrivo delle autorizzazioni, le stesse sono state archiviate in un'apposito spazio sull'Owncloud dell'associazione, suddivise per territorio comunale. A questo proposito, visto l'attivarsi del nuovo servizio di archiviazione nel corso del 2017, si è provveduto ad una sistemazione delle cartelle e all'aggiunta della documentazione relativa agli anni 2012-2014.

Anche a seguito del lavoro di primo contatto (marzo-aprile) il lavoro è proseguito fino a settembre inoltrato, nonostante a tutte le istituzioni siano state date diverse deadlines per la consegna della documentazione. Sono state accettate autorizzazioni fino alla metà di agosto, mentre quelle pervenute successivamente sono state archiviate per un loro inserimento a partire dall'edizione 2018. Il confronto tra i numeri del 2016 e del 2017 è il seguente:

Tipologia 2016 2017 Var. ass. Var. %
Comuni[1] 314 442 +128 +40,76%
Enti vari[2] 136 216 +80 +58,82%
Enti MiBACT[3] 185 219 +34 +18,38%
Totale 635 877 +242 +38,11%

Il dettaglio della suddivisione a livello locale è esposta di seguito nella sezione apposita.

Liste monumenti

La mappatura dei monumenti e la creazione delle liste dei monumenti fotografabili ha potuto contare per la prima volta a pieno regime su Wikidata, a seguito del progetto di migrazione avvenuto nel corso del 2016. Grazie al supporto volontario di Nicola Vitucci e Dario Crespi sono state create su Wikipedia in italiano le liste dei monumenti fotografabili suddivise per provincia. Per queste liste è stato creato un template per l'estrazione automatica delle informazioni da Wikidata (ove presenti)[4].

L'aggiornamento delle liste avveniva (a seguito del ricevimento delle autorizzazioni) in questo modo, grazie ai tool preparati appositamente da Nicola Vitucci:

  • inserimento dei dati di un singolo monumento in una maschera per la creazione del codice da utilizzare con QuickStatements
  • utilizzo del codice con QuickStatements e relativa creazione del nuovo elemento del monumento su Wikidata
  • dal primo tool, restituzione di un codice per inserire il nuovo monumento in un file .csv di riepilogo conservato sull'OwnCloud dell'associazione
  • estrazione del wikitesto con l'elenco dei monumenti attraverso un secondo tool, che estrae le informazioni dal .csv segnalato

Particolarità:

  • i monumenti dell'Emilia-Romagna sono stati preventivamente raccolti e catalogati dal partner ApT Servizi; successivamente, il loro database è stato integrato nel nostro .csv per poi provvedere alla creazione delle pagine
  • la lista della Provincia autonoma di Trento è stata scorporata in due sottoliste a seguito dell'evento Wikidata for WLM del 16 settembre

Wikigite

Le wikigite, visite guidate con lo scopo di fotografare ed in seguito caricare le immagini dei monumenti autorizzati, vengono organizzate in modi e con risultati diversi nelle varie regioni italiane:

  • wikigite organizzate dai coordinatori regionali dell'associazione
  • wikigite organizzate da soci appassionati o referenti "informali" di WLM sul territorio
  • wikigite organizzate in collaborazione tra soci ed enti del territorio (associazioni o amministrazioni comunali)
  • wikigite organizzate in autonomia da comuni e partner del concorso

La raccolta dell'interesse ad organizzare delle wikigite è proseguito fin quasi alla fine del mese di settembre. Tutte le wikigite sono state raccolte e segnalate in una sezione apposita del sito del concorso e pubblicizzate attraverso i canali di comunicazione dell'associazione. Inoltre, in seguito alle diverse esperienze dei 2 anni precedenti, è stato richiesto al nostro gestore di servizi web l'implementazione di un sistema centralizzato di iscrizione alle wikigite che tenesse conto sia delle informazioni necessarie ai fini logistici degli eventi che di raccolta di dati per le nostre metriche. Il sistema si è rivelato ottimale.

Per il periodo di agosto-settembre 2017 sono state organizzate un totale di 90 wikigite, delle quali 60 effettivamente effettuate e 30 annullate a causa di cancellazioni da parte degli organizzatori o per mancanza di partecipanti. Come per le liste dei monumenti, anche per le wikigite il partner ApT Servizi ha provveduto a raccogliere le richieste per le wikigite locali e a segnalare in un sol colpo (e con largo anticipo) il calendario per quanto riguarda l'Emilia-Romagna.

Attraverso il form centralizzato si sono iscritte 475 persone. Il contatto capillare con gli organizzatori ha permesso di rivedere le cifre effettive tenendo conto anche di quelle persone che hanno partecipato ai diversi eventi senza però essersi preventivamente iscritti, facendo salire il numero delle persone toccate da almeno una wikigita a 658. Al termine delle wikigite è stato inviato un questionario di soddisfazione a tutti i partecipanti per i quali sono stati raccolti gli indirizzi e-mail; sono state raccolte 83 risposte e ne è risultato un livello alto di soddisfazione.

Fotografie e utenti

Il caricamento delle fotografie, come sempre, è iniziato l'1 settembre e si è concluso alla mezzanotte del 30 dello stesso mese. Il progredire del numero di file caricati ha seguito un andamento costante fino agli ultimi giorni, dove c'è stata la consueta impennata, che però ha permesso di superare nelle ultime ore la Russia e la Germania per numero di immagini caricate. Il numero totale delle immagini caricate varia da Commons ai vari tool di riepilogo statistiche[5], attestandosi intorno alla cifra di 20.300. Questo numero fa dell'Italia il terzo Paese per numero di fotografie caricate, dietro all'Ucraina e all'Armenia.

Gli utenti che hanno caricato immagini per il concorso sono stati quasi 1.000[6][7], ed anche in questo caso l'Italia si piazza al terzo posto dietro Stati Uniti e India. Di questi utenti, il 73%[8] risulta essersi iscritto ai progetti Wikimedia appositamente per partecipare a questa edizione di WLM. La tabella con i dati della distribuzione geografica presente nella sezione apposita dimostra che il maggior numero di utenti è stato registrato in quelle regioni con il maggiore numero di monumenti disponibili ma anche con una forte presenza di soci coinvolti e istituzioni partner (Emilia-Romagna, Lombardia e Basilicata).

Mostra itinerante

La mostra itinerante con le 30 migliori fotografie dell'edizione 2016 di Wiki Loves Monuments è stata stampata nei mesi di gennaio e febbraio 2017. La sua produzione è stata sostenuta, come da accordi, dal partner Canon. Stampata e assemblata tra Varese e Busto Arsizio, ha iniziato il suo tour per l'Italia il 9 marzo 2017 per concludere il suo viaggio il 7 gennaio 2018 dopo 10 tappe che hanno toccato 8 regioni diverse, molte per le quali per la prima volta[9]:

  • 10/03-19/03: Asti
  • 22/03-31/03: Cernusco sul Naviglio (MI)
  • 02/04-18/04: Osnago (LC)
  • 17/05-22/05: Gorizia
  • 04/07-31/07: Roma
  • 21/08-10/09: Reggio Calabria
  • 20/09-03/10: Cagliari
  • 28/10-11/11: Potenza
  • 15/11-21/11: Trento
  • 07/12-07/01: Castel Ivano (TN)

Per il trasporto della mostra è stato usato il vettore TNT, con il quale l'associazione ha in corso un contratto di fornitura del servizio con una quota di ogni viaggio già prepagata. Nella seconda parte dell'anno, quindi con le tappe dirette nel sud Italia, abbiamo riscontrato dei problemi legati al ritiro tempestivo della merce, a mancati avvisi di ritiro, ad un assistenza fallace e a prezzi integrativi oltre le aspettative. Questo comporterà un ragionamento per il futuro per l'individuazione di un nuovo vettore.

Il più delle volte le tappe delle mostre sono state legate ad altri avvenimenti e ad altre esposizioni, per cercare di amplificarne l'impatto. In particolare:

  • l'inaugurazione di Asti ha coinciso con la cerimonia di premiazione di #WLPiemonte
  • la tappa di Gorizia è stata ospitata da un festival, nel quale è stata effettuata anche una presentazione di WLM
  • le tappe di Roma, Reggio Calabria e Potenza hanno esposto anche le opere del progetto Connected Open Heritage
  • la tappa di Trento è stata ospitata nell'ambito di itWikiCon 2017

Non è stato possibile istituire un sistema per il rilevamento dei visitatori, ma gli organizzatori delle varie tappe hanno segnalato un alto gradimento da parte del numeroso pubblico, talvolta indicando l'intenzione di ospitarla nuovamente per i prossimi anni.

Concorsi regionali

Nel 2017 si è puntato nuovamente sull'organizzazione di concorsi di livello regionale, dopo le positive esperienze del 2015 (1 concorso regionale in Piemonte) e del 2016 (7 concorsi). Nell'edizione 2017 sono stati organizzati i seguenti concorsi regionali (ai quali è stata dedicata un'apposita sezione del sito ufficiale):

  • 3a edizione in Piemonte: organizzata dall'associazione WeLand
  • 2a edizione in Lombardia: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • 2a edizione in Provincia di Trento: organizzata dai soci locali
  • 1a edizione in Veneto: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • 1a edizione in Liguria: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • premio speciale in Emilia-Romagna: organizzato da ApT Servizi
  • 2a edizione in Toscana: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • 1a edizione nelle Marche: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • 2a edizione in Basilicata: organizzata dal coordinamento regionale di WMI
  • 1a edizione in Calabria: organizzata dai soci locali (negli anni precedenti premi speciali su base locale)
  • 1a edizione in Sicilia: organizzata dai soci locali con il supporto di Open Data Sicilia
  • 1a edizione in Sardegna: organizzata da Sardinia Open Data

I concorsi regionali hanno ottenuto risultati diversi fra loro e sono difficilmente confrontabili, sia dal punto di vista quantitativo che dal punto di vista qualitativo, e molto è dipeso dal livello di coinvolgimento degli organizzatori e dalla risposta dei territori. Per la maggior parte dei casi, i risultati più interessanti per quanto riguarda il numero di fotografie caricate va di pari passo con l'aumento delle autorizzazioni ottenute e quindi dei monumenti fotografabili, come in Lombardia e in Basilicata. Altri organizzatori hanno deciso di mantenere un livello di coinvolgimento minore puntando solamente sulla fase di giuria: per queste si può considerare che il numero di foto e di utenti oscilli in base all'andamento generale. Da osservare come per alcuni territori la variazione in positivo o in negativo delle fotografie caricate sia molto influenzata dal "passaggio" dell'utente Sailko: basti pensare al caso del Trentino che, nonostante abbia aumentato di molto i suoi monumenti, ha visto dimezzate le fotografie rispetto al 2016 per la mancanza dei caricamenti di Sailko.

Dopo 3 anni di esperienza con i concorsi locali si può affermare che essi hanno un effettivo impatto sull'aumento della scala del concorso solamente quando il coinvolgimento organizzatori locali è effettivo a partire fin dal primo momento, cioè quello di contatto delle amministrazioni locali per il rilascio delle autorizzazioni. L'impressione generale è, comunque, che la realizzazione di questi concorsi, benché non abbiano effetti vistosi per il concorso, possano comunque essere utili per realizzare un maggior coinvolgimento dei soci locali e per creare comunità locali più forti.

Distribuzione geografica

Nella tabella seguente è riepilogata la situazione esposta in precedenza (autorizzazioni, monumenti e wikigite) dell'edizione 2017 suddivisa per regione. Dal punto di vista della distribuzione geografica si osserva una maggiore concentrazione al Nord Italia e in quelle regioni per le quali sono presenti coordinatori regionali particolarmente attivi.

Regione Autorizzazioni[10] Monumenti Eventi
Codice Nome Comuni Enti Totale Autorizzati Fotografie Utenti Wikigite[11] Tappe mostra
01 Piemonte 52 33 85 829 1349 74 2 1
02 Valle d'Aosta 4 2 6 75 206 23 - -
03 Lombardia 71 55 126 1020 2408 186 4 2
04 Trentino-Alto Adige/Südtirol 25 16 41 329 546 47 1 2
05 Veneto 27 6 33 337 557 68 1 -
06 Friuli Venezia Giulia 8 2 10 85 50 14 - 1
07 Liguria 6 13 19 161 1298 89 5 -
08 Emilia-Romagna 74 30 104 748 5023 235 22 -
09 Toscana 24 2 26 256 1098 35 2 -
10 Umbria 7 1 8 90 94 8 - -
11 Marche 26 3 29 256 772 51 1 -
12 Lazio 11 10 21 133 3015 66 2 1
13 Abruzzo 1 0 1 19 47 10 - -
14 Molise 3 0 3 38 1 1 - -
15 Campania 9 5 14 2376 483 45 - -
16 Puglia 14 21 35 188 55 18 - -
17 Basilicata 28 8 36 244 1628 125 17 1
18 Calabria 30 2 32 239 593 39 3 1
19 Sicilia 15 3 18 179 724 61 - -
20 Sardegna 7 4 11 167 203 23 - 1
Totali 442 216 658 [12] 7769 [13] 20150 [14] 996 60 10

Conferenze e presentazioni

Come per le edizioni precedenti, anche nel 2017 il concorso è stato presentato nel corso di conferenze e incontri istituzionali. Le occasioni più frequenti sono: le inaugurazioni delle tappe della mostra itinerante (svolte indifferentemente dal PM o dai coordinatori regionali), le wikigite e le cerimonie di premiazioni nazionale e locali. Oltre a queste occasioni, si è parlato del concorso anche nel corso di questi eventi:

  • 19/05 - Gorizia: presentazione all'interno del programma di Invisible Cities - Urban Multimedia Festival
  • 20/06 - Macerata: presentazione nel corso dell'evento WikiAppeninoCentroItalia, organizzato dai coordinatori marchigiani
  • 04/07 - Roma: WLM e tematiche legate alla situazione italiana nel corso dell'evento a Villa Giulia

Comunicazione

L'attività di comunicazione legata al concorso è stata svolta in prima persona, in costante contatto con il PM WLM, da Francesca Ussani[15].

Newsletter

Da marzo a dicembre 2017 sono state inviate complessivamente 17 newsletter ai contatti Wiki Loves Monuments (circa 2.000 indirizzi e-mail), con frequenza settimanale nel periodo di culmine del concorso dall’1 al 30 settembre. Il tasso medio di apertura delle comunicazioni è stato del 35,47%, i click unici totali sugli articoli sono stati complessivamente 1473. L’iniziativa è stata segnalata inoltre all’interno delle newsletter di Wikimedia Italia n° 141, 142, 149, 151, 152, 153, 155, 156, 157, 158, 159 e 160 (12 uscite) che raggiunge circa 3900 contatti.

Rassegna stampa

Da gennaio 2017 sono usciti 241 articoli su stampa cartacea e web, relativi all’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments e alla mostra itinerante degli scatti che hanno trionfato nel 2016.
La rassegna completa è pubblicata nell'apposita sezione, linkata anche nella rassegna stampa mondiale su Commons.

Facebook

Il 16 luglio 2017 la pagina Facebook di Wiki Loves Monuments è stata unita alla pagina Facebook di Wikimedia Italia; per il primo anno tutta la comunicazione relativa al concorso su Facebook è stata gestita dalla pagina istituzionale dell’Associazione. A fine giugno 2017 i like totali sulle pagine Facebook WMI e WLM erano rispettivamente 3,102 e 5,388 (complessivamente 8,490). A seguito dell’unione delle due pagine i like totali sono 8.028 (dato al 31/07/2017). Al 31/12/2017 i like totali sulla pagina Facebook di Wikimedia Italia sono 8.417.
Dal 1 luglio 2017 al 31 dicembre 2017 sono stati pubblicati complessivamente 87 post riguardanti il concorso. In totale, i post hanno raggiunto 242.958 persone (copertura totale) di cui 104.517 hanno visualizzato i post nella sezione notizie, nel riquadro degli aggiornamenti o nel diario della pagina (copertura organica) mentre 8.218 persone hanno interagito con i post con commenti, "Mi piace", condivisioni o clic su elementi specifici (utenti coinvolti in totale).
Il post su cui sono state registrate il maggior numero di interazioni è quello con il quale sono stati annunciati ufficialmente i vincitori del concorso nazionale: il post ha raggiunto complessivamente 16.487 persone (copertura totale); gli utenti che hanno interagito con il post sono stati complessivamente 614, di cui 64 hanno condiviso il post e 403 hanno messo “mi piace”. Un unico post, quello relativo ai piazzamenti italiani nel concorso internazionale, è stato sponsorizzato con 20 euro di spesa: il post ha raggiunto complessivamente 9.295 persone (copertura totale), di cui 7.249 grazie alla sponsorizzazione.

Twitter

Dal 1 luglio 2017 al 31 dicembre 2017 sono stati pubblicati complessivamente 118 tweet riguardanti il concorso. In totale, i post sono stati visualizzati da 183.194 persone, mentre sono 3.593 le interazioni (like, retweet, commenti) registrate complessivamente. Il tweet su cui sono state registrate il maggior numero di visualizzazioni e interazioni è quello con il quale sono stati annunciati ufficialmente i vincitori del concorso nazionale: il tweet ha raggiunto complessivamente 8.968 visualizzazioni e 204 interazioni di cui 22 retweet e 49 “Mi piace”.

Cerimonia di premiazione

L’evento di premiazione di Wiki Loves Monuments si è svolto sabato 11 novembre presso l’Acquario Civico di Milano. Hanno partecipato all’iniziativa oltre 70 persone, di cui più di 32 erano vincitori, giornalisti e rappresentanti degli sponsor. Nove su dieci vincitori a livello nazionale hanno partecipato alla cerimonia (l’unico che non ha potuto prendere parte all’evento, Sailko, ha inviato un video di ringraziamento che è stato proiettato in sala). L’evento ha visto anche la partecipazione di Lorenzo Lipparini, Assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data del Comune di Milano, e del fotografo Settimio Benedusi, Presidente della Giuria WLM 2017.

Altre attività

Altre attività di comunicazione sono state svolte in collaborazione con gli sponsor e i partner, con i quali sono stati concordati dei comunicati stampa congiunti in occasione dei momenti principali (inizio campagna di caricamento, premiazione). Ampia copertura sul web si è avuta in Emilia-Romagna grazie ad ApT Servizi, notevole risalto televisivo si è registrato in Basilicata grazie alle attività svolte da Luigi Catalani e superiore agli anni precedenti è stata la presenza radiofonica a seguito dell'accordo di media partnership siglato con Radio Italia.

Partnership

I rapporti con partenr e sponsor sono stati portati avanti in comune dal PM e da Francesca Lissoni; in particolare, gli sponsor "tecnici" sono stati seguiti dal PM mentre gli sponsor "economici" sono stati seguiti da Francesca Lissoni.

  • Gli sponsor principali dell'edizione 2017 si sono confermati Euronics ed Enegan, ma come partner tecnologico a supporto di Euronics si è assistito al cambio da Canon a Nikon, che ha fornito l'attrezzatura fotografica come premi per i 10 vincitori nazionali. Entrambi gli sponsor hanno espresso un proprio premio speciale.
  • Tutti riconfermati i partner di ambito fotografico e turistico: FIAF (che ha partecipato con i suoi membri nelle fasi di giuria nazionale e regionali), ICOM Italia, Toscana Foto Festival, ApT Emilia-Romagna, Touring Club Italiano, WWF Italia, Fondation Grand Paradis e BASE Milano. Come per gli sponsor, la maggioranza di questi partner ha valutato e premiato un proprio premio speciale.
  • Tra le media partnership si è riconfermato lo storico rapporto con Archeomatica, ma la grande novità del 2017 è stato l'accordo con Radio Italia, radio ufficiale del concorso, con la quale è stato preparato un messaggio che è stato trasmesso nel corso del mese di settembre.
  • Oltre ai vari gruppi e coordinamenti regionali, in ambito locale sono stati confermati i rapporti con le associazioni WeLand (Piemonte), OpenGenova (Liguria) e La Famiglia Bustocca (Lombardia). Ad esse si sono aggiunte per la prima volta Il Sentiero dei Sogni (Lombardia), Open Data Sicilia (Sicilia) e Sardinia Open Data (Sardegna). Essi hanno partecipato nell'organizzazione di wikigite e nella riuscita dei concorsi regionali.

Osservazioni

L'edizione 2017 del concorso si può confermare in linea con i risultati dell'edizione 2016 per quanto riguarda i dati più evidenti, cioè quelli del numero di fotografie caricate e di fotografi partecipanti, che si attestano rispettivamente intorno a 20.000 e 1.000. Il supporto di sponsor e partner si è mantenuto costante, ma si registrano interessanti ricambi e nuovi entusiasmi, che fanno ben sperare per la sopravvivenza tecnica ed economica del concorso.

Il risultato più interessante delle numerose attività svolte in questa edizione è la maggiore capillarità sul territorio nazionale. Nonostante la conferma di migliori risultati in alcune regioni (su tutte Emilia-Romagna e Lombardia), si è registrato un aumento di interesse anche in altre regioni, precedentemente meno coinvolte. A conferma di questa impressione possiamo annotare:

  • la crescita in tre anni da 1 a 12 concorsi regionali (nel 2017 prima volta per Veneto, Liguria, Marche, Calabria, Sicilia e Sardegna)
  • l'arrivo della mostra itinerante per la prima volta in Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Sardegna
  • presentazione del concorso in eventi pubblici in Friuli Venezia Giulia e nelle Marche

Conferma questa impressione anche il costante aumento nel numero di amministrazioni coinvolte e l'aumento del numero di monumenti schedati, che dopo 6 edizioni ha raggiunto quota 10.000.

Dal punto di vista delle attività di pressione e lobbying per ottenere il superamento della sfavorevole situazione legislativa italiana, nonostante il maggior coinvolgimento di istituzioni pubbliche e il momento di contatto nel corso dell'evento di Villa Giulia a Roma ad inizio luglio, non si registrano, purtroppo, significativi passi in avanti.

Note

  1. sia con adesione annuale che permanente
  2. esclusi MiBACT
  3. legati direttamente al Ministero
  4. Ciò ha creato anche qualche problema con il software MediaWiki, a causa del raggiungimento del tempo massimo di estrazione delle informazioni per il template
  5. Rispettivamente 20.359 per Commons, 20.366 per il primo tool e 20.283 per il secondo tool
  6. Anche in questo caso, come per le immagini, ci sono delle discrepanze tra le statistiche: 993 per un tool e 996 per l'altro.
  7. Elenco utenti partecipanti a WLM Italia 2017
  8. Statistiche utenti di WLM 2017
  9. Lista e dettagli di ogni tappa sul sito del concorso
  10. Non si tiene conto del dettaglio degli enti MiBACT (cioè dei 219 della tabella nella sezione precedente)
  11. Si considerano solo le wikigite realmente effettuate e con numero di partecipanti >0
  12. L'alto numero dei monumenti della Campania è dovuto all'autorizzazione della Soprintendenza Speciale di Pompei
  13. Discrepanza rispetto ai numeri indicati nella nota 5, probabilmente dovuto alla presenza di immagini con categorizzate correttamente
  14. Numero totale degli utenti partecipanti. Il numero non coincide con la somma delle regioni in quanto nelle celle superiori uno stesso utente può aver caricato fotografie in più regioni e quindi rientrare più volte nel calcolo
  15. autrice di questo paragrafo