English version

Wikimedia news/numero 79

Da Wikimedia Italia.

Wikimedia News n. 79 del 26 giugno 2014

State of the Map EU 2014, by OSM-AT, [CC-BY 2.0]


Un ponte tra Wikipedia e OpenStreetMap


A Karlsruhe, in Germania, dal 13 al 15 giugno si è tenuta la conferenza annuale della comunità europea di OpenStreetMap: State of the Map-EU 2014. Come anticipato negli scorsi numeri, Wikimedia Italia ha accolto la richiesta della comunità nazionale di mappatori di essere supportata nella fase di creazione del capitolo italiano ufficiale di OpenStreetMap, perciò guardiamo alle loro iniziative con vivo interesse. Due membri del nostro direttivo, inoltre, Simone Cortesi (Vicepresidente) e Cristian Consonni (Tesoriere), hanno partecipato all'evento e in particolare quest'ultimo ha presentato un progetto personale volto ad unire le nostre due anime, quella enciclopedica e quella dei mappatori. Il titolo del suo intervento racconta di un ponte tra OSM e Wikipedia: Wikipedia tags in OSM: building a bridge between OSM and Wikipedia; per chi fosse interessato consigliamo la visione del video integrale del discorso di Cristian (in inglese). Tra gli italiani hanno parlato anche Marco Quaggiotto (BikeDistrict), Alfonso Crisci (consistenza dei dati OSM) e Francesca Murtas (SardSOS). Il convegno è stato un proficuo momento di confronto per tutta la comunità, tra le iniziative si segnala anche la 'poster competition' di cui si può trovare la selezione su questa pagina. Per altre informazioni sull'andamento dell'evento si può seguire l'hashtag #sotmeu, mentre per sapere dove si è tenuta precisamente la conferenza...non vi resta che cercare Karlsruhe sul sito di OpenStreetMap.

Virginia Gentilini sul bollettino della Fondazione Edmund Mach, dal sito http://www.fmach.it


Sempre più GLAM


Il Consiglio Direttivo di Wikimedia Italia ha nominato la socia Virginia Gentilini responsabile dei progetti GLAM (Gallerie, Biblioteche, Archivi e Musei). Date le numerose richieste da parte delle istituzioni culturali di avviare attività insieme alla nostra associazione sul tema della conoscenza libera, è emersa l'esigenza di avere un unico referente. Virginia, che negli anni ha sempre collaborato attivamente come volontaria, avrà il compito di coordinare tutte le iniziative con Biblioteche, Scuole, Musei e Comuni. Tra le ultime attività seguite in prima persona da Virginia si ricordano le lezioni presso la Fondazione Edmund Mach, che nel suo bollettino di giugno dedica un'intera pagina alla manifestazione. Chiunque fosse interessato a unirsi alla Commissione Rapporti con le Istituzioni, istituita e gestita da Virginia, può contattarla personalmente, i soci invece hanno una via preferenziale e possono rimanere sempre aggiornati semplicemente consultando la pagina dedicata del nostro sito (occorre fare il log in).


Wiki Loves Monuments

Genova e Matera, città del concorso Wiki Loves Monuments, collage di Alessandra Gasparini. CC-BY-SA 3.0




Sfondato il tetto delle 100 istituzioni aderenti a Wiki Loves Monuments Italia; si va dalle Parrocchie alle Aziende Ospedaliere, passando per Comuni e Fondazioni. La lista di monumenti va arricchendosi di conseguenza, quindi è il momento di sfoderare le macchine fotografiche; prima di partire per la prossima gita fuoriporta, controllate che la vostra meta sia tra i luoghi del concorso. Per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità, scoprire i premi in anteprima e conoscere le iniziative locali, iscrivetevi alla newsletter quindicinale del concorso. Qui un assaggio dell'ultimo numero, pubblicato settimana scorsa.







OpenStreetMap

La zona di Glasgow chiamata Gorbals stampata in 3D




In questo numero intendiamo fornirvi qualche consiglio su come imparare a contribuire a OpenStreetMap e illustrare alcune degli utilizzi possibili della mappatura open. In particolare per chi vuole impratichirsi con OpenStreetMap una bella attività è quella del controllo qualità dei dati: il sito MapRoulette ha pubblicato da qualche tempo un insieme di sfide dedicate all'Italia, alimentate dai controlli eseguiti da alcuni membri della nostra comunità che propongono modifiche semplici e utili per chi userà i dati. A chi invece preferisce prendere un aperitivo al sole, suggeriamo di guardare se il locale che visiterà sia all'ombra tramite il nuovo sito Pints in the Sun.
Altre notizie su openstreetmap.it.




Appuntamenti passati e futuri

  • Sabato 14 giugno Andrea Zanni (Presidente di Wikimedia Italia) e Virginia Gentilini hanno partecipato a Bologna al RENA Festival, dedicato alle comunità del cambiamento. È stata una giornata di discussioni e brainstorming, con oltre 450 persone e attivisti provenienti dal mondo del no profit, del civic hacking, della politica. Una splendida occasione di conoscere altre associazioni che lavorano nel mondo dell'open (dagli open data della pubblica amministrazione all'open access delle università).
  • 27/28/29 giugno 2014, Bologna: Wikimedia partecipa con due interventi all'Hackmeeting 2014 presso il centro sociale XM24. Gli interventi riguardano l'open access (Piero Grandesso e la bibliotecaria Ornella Russo) e Wikipedia come esempio di comunità a confronto con la comunità hacker (Ginevra Sanvitale).
  • Lunedì 7 luglio 2014, Siena: Ginevra Sanvitale (Responsabile dei progetti) e Virginia Gentilini partecipano alla Conferenza Internazionale ICOM Musei e paesaggi culturali.


Novità dal mondo wiki

Rabbi Shai Piron, Jan-Bart de Vreede, Itzik Edri and Michal Lester, by Sasson Tiram [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons


  • Wikimedia cambia i propri termini d'uso per garantire la maggior trasparenza possibile sui siti dei suoi progetti, primo fra tutti Wikipedia. Dopo lo scandalo di ottobre 2013, che ha portato al blocco di 250 utenti sospettati di scrivere voci a pagamento per conto di terzi, i gestori del sesto portale più visitato al mondo decidono di cambiare le regole. Da oggi se un autore riceve o prevede di ricevere un compenso per la creazione di una voce deve dichiararlo esplicitamente. Un articolo de La Stampa illustra le novità.
  • Israele: stipulato un accordo tra il Ministero dell'Istruzione, Wikimedia Israel e Wikimedia Foundation per inserire in modo integrato nel piano educativo del paese l'insegnamento di Wikipedia a docenti e studenti.
  • Lila Tretikov, nuova Executive Director di Wikimedia Foundation, scrive alla comunità internazionale per lanciare un appello: trovate un amico e invitatelo a fare la sua prima modifica su Wikipedia; fategli scrivere un paragrafo sulla sua esperienza e chiedetegli di inviarlo a Lila con oggetto "#1". L'appello riguarda tutte le Wikipedia del mondo, anche quella in lingua italiana!