GLAM/Bandi 2020/bando per WiR

Da Wikimedia Italia.

Il presente bando "Wikipediano in Residenza nel tuo museo" è emesso da Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera (WMI) (www.wikimedia.it) nell'ambito delle sue attività per la diffusione, miglioramento e avanzamento del sapere, della cultura e delle possibilità di accesso alla conoscenza.


Contesto

"Immagina un mondo in cui ciascuno possa avere libero accesso a tutto il patrimonio della conoscenza umana” - Jimmy Wales - Co-fondatore di Wikipedia

Wikimedia Italia (WMI) è il capitolo nazionale riconosciuto di Wikimedia Foundation, la Fondazione che sostiene Wikipedia in tutto il mondo, e di OpenStreetMap Foundation, il progetto di mappatura libera e collaborativa noto anche come la “Wikipedia delle mappe”. WMI è un’Associazione di promozione sociale che dal 2005 favorisce il miglioramento e l’avanzamento del sapere e della cultura, in particolare promuovendo la produzione, la raccolta e la diffusione di contenuti liberi (open content), ossia di opere contrassegnate dai loro autori con una licenza che ne permetta l’elaborazione e/o la diffusione gratuita per ogni scopo. WMI vuole farsi promotrice di un cambiamento di mentalità che porti a capire che il miglior modo per produrre e disseminare la conoscenza è fare in modo che la maggioranza delle persone possa liberamente prendervi parte. WMI promuove e sostiene lo sviluppo dei principali progetti in lingua italiana della Wikimedia Foundation, primo fra tutti Wikipedia, la più grande enciclopedia online esistente e di OpenStreetMap.

Tra le sue azioni Wikimedia Italia stringe accordi con le istituzioni culturali per faciliare la condivisione dei contenuti custoditi dall'istituzione attraverso i progetti Wikimedia.

Definizione di progetti Wikimedia

Per piattaforme Wikimedia considerate al fine del presente bando si intendono i progetti Wikimedia, cioè i progetti ospitati dalla Wikimedia Foundation (Wikipedia, Wikimedia Commons, Wikivoyage, Wikibooks, Wikiversità, Wikisource, Wikiquote, Wikidata, Wikinotizie, Wikizionario, Wikispecies) e OpenStreetMap.

Istituzioni culturali e piattaforme Wikimedia

Le istituzioni culturali collaborano con i progetti Wikimedia, per fare in modo che le piattaforme wiki, che hanno un pubblico ampio e variegato, rappresentino la migliore fonte di informazione disponibile sulle loro aree di interesse. La collaborazione rafforza la mission degli istituti e l’accesso alle loro collezioni e fonti di conoscenza. Ogni istituzione possiede, produce e commissiona contenuti culturali, che sono una delle loro risorse più importanti; valorizzarli significa potenziarne l'uso, la visibilità e la distribuzione.

Una delle attività strategiche di Wikimedia Italia è aiutare le istituzioni a migliorare i contenuti presenti sui progetti Wikimedia che riguardano le loro attività e collezioni. Un Wikipediano in residenza (WiR) è un esperto dei progetti Wikimedia, che per un periodo affianca un ente culturale per assistere nella pianificazione e nel coordinamento di queste attività di ampliamento e miglioramento. Le attività svolte da un WiR sono variegate e includono la formazione dello staff dell'ente, l'assistenza alle modifiche e talvolta modifiche dirette dei contenuti, l’assistenza nell’upload di immagini o file multimediali, l’organizzazione di eventi di coinvolgimento e di concorsi per promuovere il miglioramento delle voci.

Un elenco, non esaustivo, di attività possibili da apprendere e svolgere con l'assistenza del Wikipediano in Residenza e in seguito in modo autonomo è il seguente:

  • attività di scrittura di nuove voci e/o miglioramento delle voci esistenti - anche tramite l'aggiunta di fonti informative - su Wikipedia, Wikivoyage, altri progetti;
  • traduzioni da/in italiano e adattamento di voci Wikipedia da altre edizioni linguistiche dell'enciclopedia;
  • aggiunta di dati su Wikidata;
  • collegamento delle basi dati dell'istituzione con Wikidata;
  • produzione e caricamento di immagini e altri contributi multimediali su Wikimedia Commons, utili per illustrare gli altri progetti Wikimedia,
  • inserimento di nuove citazioni su Wikiquote;
  • creazioni di manuali, lezioni, ebook di contenuti disciplinari o tematiche trasversali su Wikibooks o Wikiversità;
  • caricamento e trascrizione di testi con licenza libera su Wikisource;
  • aggiunta di elementi georeferenziati su OpenStreetMap tramite mappatura in loco o da foto satellitari, anche per progetti di mappatura umanitaria;
  • scrittura di notizie su wikinotizie.

Finalità del bando

Il presente bando vuole venire incontro alle esigenze di innovazione digitale, della condivisione dei contenuti e del coinvolgimento di nuovi pubblici delle istituzioni culturali.

In particolare, obiettivi del bando sono:

  • affiancare all'istituzione culturale un esperto wikimediano (detto Wikipediano in Residenza), che potrà formare alcuni membri dello staff dell'istituzione all'uso delle piattaforme Wikimedia e affiancarli nei primi passi della condivisione dei contenuti e dei rapporti con la comunità wikimediana;
  • favorire l'uso delle piattaforme Wikimedia e di OpenStreetMap quali mezzi di condivisione dei contenuti delle istituzioni culturali;
  • stimolare la creazione di rapporti e reti sul territorio tra istituzioni culturali, volontari che contribuiscono alle piattaforme Wikimedia e Wikimedia Italia,.

Al vincitore del bando sarà messo a disposizione, secondo un calendario concordato, un esperto wikimediano (detto Wikipediano in Residenza) che affiancherà lo staff dell'ente in attività di formazione sulle piattaforme Wikimedia, di condivisione dei contenuti dell'ente sulle stesse piattaforme e di coinvolgimento della comunità. Indicativamente le attività del Wikipediano in Residenza consisteranno in 28 giorni di lavoro full-time, distribuiti nell'arco di 3/6 mesi.

Se richiesto e valutato utile, Wikimedia Italia metterà a disposizione per le attività anche una piattaforma di e-learning adatta alle videoconferenze e alla formazione sincrona e asincrona.

Soggetti destinatari

Il bando è destinato a istituzioni culturali (biblioteche, archivi, musei, ...), pubbliche o private, che vogliano condividere contenuti appartenenti o custoditi dall'istituzione tramite le piattaforme Wikimedia e che, a questo scopo, vogliono essere affiancate da un Wikipediano in Residenza messo a disposizione da Wikimedia Italia. Gli enti per candidarsi al bando nella domanda devono specificare i contenuti digitali (immagini, documenti scansionati, set di dati, ...) che l'istituzione metterà a disposizione per la condivisione con licenza appropriata (CC-By-SA, CC-By, pubblico dominio) e il personale dell'ente (ruolo e qualifica) che parteciperà alla formazione tenuta dal Wikipediano in Residenza e alle attività successive.

Possono essere coinvolte nella proposta anche realtà territoriali, come associazioni, scuole e aziende, quali partner dell'ente culturale. Tali partner potranno fornire contenuti adatti alla condivisione, personale da far partecipare alla formazione e ai successivi lavori, o collaborare in altro modo chiaramente indicato nella domanda.

Progetti ammissibili

Per essere ammesse alla valutazione di merito, le proposte presentate dagli enti culturali dovranno rispettare i seguenti requisiti:

  • Indicazione della motivazione di partecipazione al bando;
  • Risorse a disposizione: l'istituzione deve specificare quali contenuti renderà disponibili con licenza libera;
  • Personale: l'istituzione deve specificare quali figure dello staff interno parteciperanno alle attività formative sull'uso delle piattaforme Wikimedia e saranno disponibili a operare sulle piattaforme Wikimedia con cadenza almeno settimanale per tutta la durata del progetto;
  • Bacino territoriale: le sedi delle istituzioni destinatarie dei finanziamenti devono essere situate in Italia;
  • Periodo delle attività: le attività dovranno iniziare entro il 31 dicembre 2020 e concludersi entro il 31 dicembre 2021;
  • Nella richiesta deve essere esplicitato che tutti i contenuti prodotti all'interno del progetto saranno rilasciati con licenza libera (tipicamente CC-By-SA, CC-By, pubblico dominio) e resi disponibili tramite le piattaforme Wikimedia adatte.

Progetti non ammissibili

Non saranno considerati ammissibili alla valutazione le domande che:

  • non prevedano materiali rilasciati con licenza aperta (CC-By-SA, CC-By, pubblico dominio);
  • non garantiscano la partecipazione continuativa alla formazione di almeno un membro dello staff dell'istituzione;
  • non garantiscano la disponibilità di almeno un membro dello staff alla contribuzione almeno settimanale sulle piattaforme Wikimedia per tutta la durata del progetto;
  • non siano approvate dal dirigente dell'istituzione richiedente.

Presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate on-line attraverso il form presente su www.wikimedia.it dal primo agosto 2020 e dovranno essere inoltrate entro o non oltre il 30 settembre 2020. Non saranno considerati valide domande pervenute dopo tale data.

Wikimedia Italia si riserva di chiudere l'accettazione delle domande al raggiungimento del numero di 20 domande.

L'allegato I al presente bando riporta il fac-simile della domanda di partecipazione.

Selezione

Wikimedia Italia valuta le domande presentate e a proprio insindacabile giudizio, eventualmente avvalendosi di un Comitato di esperti indipendenti, tra tutti i candidati seleziona un ente vincitore del presente bando.

Wikimedia Italia si riserva la facoltà di chiedere ulteriore documentazione integrativa agli enti partecipanti al bando, qualora ritenuto necessario.

L'esito conclusivo della valutazione delle domande sarà comunicato tramite e-mail entro il 31 ottobre 2020.

Criteri di valutazione

I criteri di selezione dell'ente vincitore del bando saranno:

  • consistenza e composizione dei contenuti con licenza libera messi a disposizione del progetto;
  • certezza dello stato dei diritti d'uso dei contenuti o in subordine chiara consapevolezza dei passi necessari all'accertamento di tale stato e all'ottenimento della possibiltà di utilizzare i contenuti con le licenze adeguate;
  • consistenza e composizione dello staff dell'ente candidato disponibile a seguire le attività proposte dal Wikipediano in Residenza (formazione e successiva contribuzione sui progetti Wikimedia) con cadenza almeno settimanale;
  • disponibilità a proseguire le attività sui progetti Wikimedia anche dopo il termine del percorso di accompagnamento del Wikipediano in Residenza;
  • chiarezza delle motivazioni di partecipazione al bando;
  • criteri geografici: a parità di altri criteri si darà preferenza a un'istituzione situata in area non ancora raggiunta dalla attività di Wikimedia Italia;
  • ordine temporale di presentazione della domanda: a parità di altri criteri verrà considerato l'ordine cronologico di arrivo delle domande (data e ora di invio del form).

Comunicazione e adempimenti finali

Wikimedia Italia offrirà visibilità ai progetti finanziati tramite il suo sito www.wikimedia.it e i suoi canali social. L'istituzione vincitrice del bando si impegna a:

  • dare visibilità al progetto tramite i propri canali di comunicazione;
  • compilare a fine attività e massimo entro il 31 dicembre 2021 un questionario di valutazione messo a punto da WMI;
  • rendersi disponibile per un'intervista a WMI nel corso dell'anno 2021;
  • stendere entro il 31 dicembre 2021 una breve relazione finale insieme al Wikipediano in Residenza.

Trattamento dei dati

I dati contenuti nelle varie proposte saranno trattati secondo quanto previsto dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101. Titolare del trattamento dei dati è Wikimedia Italia - Associazione per la diffusione della conoscenza libera, con sede legale in via Bergognone 34, 20144 Milano, wikimediaitalia@pec.it, rappresentata dal Presidente Matteo Ruffoni.

Contatti

Il presente testo del bando è scaricabile dal sito: www.wikimedia.it. Lo staff di Wikimedia Italia rimane a disposizione per fornire ulteriori informazioni via mail a segreteria@wikimedia.it o via telefono 02-97677170 (ore 9-13).

Risultati

Dati sulle candidature
  • 47 enti hanno presentato una proposta
Commissione di valutazione
  • Marco Chemello (staff - esperto GLAM)
  • Marta Arosio (staff - responsabile GLAM)
  • Candida Mati (staff - coordinatrice progetti)
  • Chiara Beni (coordinatrice GLAM per la Toscana)
  • Stefano Dal Bo (coordinatore nazionale GLAM)
Esito
  • il progetto presentato da Fondazione Polo del 900 è stato valutato come il più meritevole (delibera);
  • anche i progetti presentati da Associazione Italiana Biblioteche - Sezione Marche, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Biblioteca comunale di Trento e Biblioteca di Area Agraria dell'Università di Napoli Federico II sono stati valutati come meritevoli; la commissione stabilisce quindi di offrire a ognuno di questi un corso di formazione su progetti Wikimedia specifici.

File:Bando istituzioni culturali definitivo.pdf