GLAM/SHARE Campus

Da Wikimedia Italia.

SHARE (Scholarly Heritage and Access to REsearch)[1] è un progetto che prevede l’accesso e la condivisione di servizi, dati bibliografici e piattaforme di editoria digitale OA delle università Federico II, L’Orientale, Parthenope (Napoli), Salerno, Sannio e Basilicata. Il progetto nasce dalla sottoscrizione di una convenzione interuniversitaria fra gli enti citati[2] dalla quale scaturisce una carta dei servizi comune che riconosce come utenti interni delle biblioteche tutti gli utenti istituzionali di queste università[3]

SHARE Catalogue

Nell’ambito delle attività 2017 del gruppo di lavoro GLAM/AIB Campania, attivo all’Università di Salerno, c’è la creazione di una property in Wikidata per l’inserimento degli identificativi autore di SHARE Catalogue[4][5]. SHARE Cat è un catalogo organizzato secondo il modello BIBFRAME Linked Data, sviluppato dall’azienda @Cult[6]. Dalla sua creazione e messa in produzione SHARE Cat prevede il puntamento ad authority esterni come VIAF, LoC, BNF, ISNI e Wikidata, dove però questa caratteristica è stata inizialmente pensata in maniera unidirezionale (cioé da SHARE Cat verso). L’idea del gruppo di lavoro è stata quella di rendere questo puntamento, almeno verso Wikidata, bidirezionale. Questa proposta è stata presentata prima in una riunione del gruppo di lavoro estesa al Direttore del CBA dell’Università di Salerno e successivamente, in data 2 marzo 2017 presso la biblioteca BRAU della Federico II, ai rappresentanti del progetto SHARE, in presenza anche del coordinatore del progetto, prof. Roberto Delle Donne, e di Tiziana Possemato in rappresentanza di @Cult. La proposta ha incontrato il favore dei presenti e pertanto è stata concordata una fase sperimentale.

Grazie al supporto di Luca Martinelli, la proposal[7], creata il 16 maggio 2017, è stata approvata e pertanto è attualmente possibile inserire manualmente o tramite quickstatements gli ID in Wikidata[8]. Ad oggi SHARE Cat, al quale partecipa anche l’Università del Salento che non è fra i primi firmatari della convenzione, contiene oltre seicentomila authority riferibili a Persone/Enti. Una parte del gruppo di lavoro GLAM/AIB Campania si sta occupando dei primi inserimenti[9], concentrandosi contestualmente sull’analisi di questi dati per individuare eventuali errori ricorrenti[10]. Attualmente si occupano di questa fase i soci che fanno parte del gruppo di lavoro Claudio Forziati, Alessandra Boccone, Tania Maio, Remo Rivelli, con un importante supporto da parte di Luca Martinelli. Partecipano inoltre come contributori non soci Maria Senatore e da fine giugno Valeria Lo Castro (CAB UniNA) e Patrizia De Martino (CBA UniSA) che hanno effettuato i primi inserimenti e hanno espresso la volontà di contribuire all’esecuzione del progetto. A questa prima fase seguirà un inserimento massivo per il quale è sono ancora da concordare gli strumenti da utilizzare.

Formazione

A giugno 2017 è iniziata una trattativa con il nuovo CER di AIB Campania per finanziare un corso di formazione su Wikidata rivolto ai bibliotecari degli enti partecipanti.

La presidente del nuovo CER si è detta disponibile a cofinanziare la formazione, coprendo una quota delle spese a patto che:

  • i partner di SHARE paghino anche loro una quota fino a copertura completa;
  • la trattativa venga gestita con il coordinatore Delle Donne da lei in maniera esclusiva[11];
  • che il corso sia aperto almeno per una giornata a tutti e senza pagamento di quota d'iscrizione per i soci AIB.

Per ora non ci sono risultati. Il corso è stato pensato per l'autunno 2017, pertanto è auspicabile che AIB dia un segnale entro luglio. In caso contrario sarà cura del gruppo di lavoro GLAM chiedere una riunione allo scopo di definire l'eventuale copertura da parte dei soli disponibili, anche eventualmente contattando soggetti esterni al progetto SHARE e scegliendo modalità parzialmente non in presenza.

La tipologia di formazione della quale il gruppo di lavoro ha discusso è di livello intermediate specificamente su Wikidata e sui tool per inserimenti massivi, riconciliazione dei dati, controllo e download per il riuso. La parte teorica di base su Wikidata e sui Linked Data sarà ridotta al minimo. Sarà richiesta la creazione dell'account prima della partecipazione alla parte pratica, pensata per una durata di 8 ore, possibilmente nella seconda giornata e probabilmente, per questioni logistiche, con una presenza ridotta ad una ventina di persone. Ulteriori dettagli, più specifici, sono in discussione.

Sviluppi

...

Calendario

Data Descrizione Note e allegati
2 marzo 2017 Presentazione della sperimentazione c/o CAB Univ. Federico II Presentazione
16 maggio 2017 Pubblicazione della proposal su Wikidata Proposal
24 maggio 2017 Creazione della property Proprietà ID autore SHARE Catalogue
7 settembre 2017 Riunione organizzativa del gruppo di lavoro SHARE Campus. Claudio Forziati ha presentato un report delle attività parziali svolte Presentazione
25 gennaio 2018 Presentazione del progetto e dei possibili sviluppi a cura di Claudio Forziati nell'ambito del seminario Do librarians dream of Wikipedia? Presentazione
9 luglio 2018 Presentazione stato di avanzamento a cura di Claudio Forziati Presentazione
15 settembre 2018 Pubblicazione articolo su JLIS.it Articolo
12 ottobre 2018 Presentazione stato di avanzamento a cura di Claudio Forziati Presentazione
7 dicembre 2018 Presentazione del progetto durante Sfide e alleanze tra Biblioteche e Wikipedia 2018 a cura di Claudio Forziati e Valeria Lo Castro Presentazione
15 marzo 2019 Presentazione del progetto durante il Convegno Stelline 2019, nella sessione Nuovi alfabeti al tempo del digitale: dati, integrazione, strumenti di Tiziana Possemato e Claudio Forziati Contributo pubblicato nelle relazioni del convegno
13 settembre 2019 Presentazione del progetto in occasione della Summer School I progetti Wikimedia per le istituzioni culturali Presentazione

Contatti

  • roberto.delledonne@unina.it (coordinatore del progetto SHARE)
  • tiziana.possemato@atcult.it (referente per l'azienda @Cult)

Chi se ne occupa

Note

  1. Home del progetto
  2. Convenzione
  3. Carta dei servizi
  4. Home del catalogo
  5. Informazioni sul progetto sul sito di @Cult
  6. http://www.atcult.it/
  7. La property proposal
  8. La property che si riferisce a gli identificativi di SHARE Catalogue
  9. Conteggio degli utilizzi e item in cui è attualmente presente un valore per la property
  10. Principalmente associazioni incoerenti e duplicazioni
  11. Per quanto la cosa non sia piacevole, è un comportamento noto.