Organizzazione di eventi

Da Wikimedia Italia.
Cosa facciamo   Eventi   Sostegno ai volontari   Wiki Loves Monuments   OpenStreetMap   Istruzione   GLAM   CoopSociale   Sensibilizzazione   Comunicazione   Raccolta fondi
Diario di bordo itWikiCon Wikimania Organizzazione di eventi

Queste sono linee guida definite sulla base delle esperienze fin qui fatte sull'organizzazione di eventi promozionali: ognuno è libero di contribuire.

In sintesi

Eventi
  • Organizzazione di eventi

Come organizzare un evento (senza impazzire): breve guida per soci e coordinatori

Sei un socio o un coordinatore di Wikimedia Italia e desideri organizzare un evento pubblico di presentazione, una maratona di scrittura o un laboratorio sui progetti wiki? Segui le nostre cinque raccomandazioni!

Definisci il tuo budget

La tua iniziativa prevede dei costi? Wikimedia Italia può aiutarti a coprirli. Come?

  • Rimborso spese

I soci e coordinatori di WMI possono richiedere all'associazione un rimborso delle proprie spese di vitto, alloggio e trasporti per attività di promozione/pubbliche relazioni o necessarie all'efficiente esecuzione di progetti in corso o in preparazione. Associazione:Rimborsi_spese dà tutte le indicazioni e i moduli per farlo.

  • Microgrant

Il tuo progetto è più complesso e oneroso? Puoi chiedere un finanziamento fino a 500 € attraverso il programma di microgrant istituito da Wikimedia Italia nel 2017. La pagina Microgrant dà tutte le indicazioni per presentare una proposta alla commissione di valutazione.

  • Altri contributi

Hai in mente un'idea grandiosa (e molto più costosa)? Puoi presentare una proposta al Direttivo.

Scegli una data e un luogo adatto per l'evento

La data del tuo evento è importante, selezionala con cura! Se vuoi coinvolgere tante persone, meglio il weekend; se invece vuoi invitare bibliotecari/operatori museali, puoi anche organizzare la tua iniziativa in giorni feriali.

Per gestire al meglio tutti gli aspetti organizzativi, assicurati di avere almeno un mese a disposizione prima del giorno identificato.

Verifica che il luogo che hai scelto abbia tutte le carte in regola per ospitare il tuo evento. In particolare, assicurati che ci siano:

  • tavoli e sedie per partecipanti e relatori
  • un proiettore, se devi mostrare una presentazione
  • uno o più microfoni, se i partecipanti sono molti
  • una connessione veloce e prese elettriche per i computer se si lavorerà sui progetti Wikimedia
  • uno spazio per il catering, se vuoi organizzare un pranzo o un aperitivo in loco
  • un guardaroba o uno spazio per i giubbotti se è inverno
  • i servizi igienici e i bidoni per la spazzatura

Assicurati inoltre che il luogo dell'evento sia accessibile ai disabili e controlla gli orari di apertura e chiusura al pubblico (o concordali con i referenti della sala).

Assicurati visibilità e comunicazione

Inizia a promuovere l'evento a partire da almeno quindici/venti giorni prima della data in cui intendi realizzarlo. Come? Qui alcuni suggerimenti:

È il grande giorno

Il giorno dell'evento è arrivato!

  • Rispetta gli orari che hai comunicato.
  • Conta quante persone ci sono. Se riesci, raccogli i contatti con apposito modulo: possono sempre tornare utili! Altrimenti, suggerisci che si iscrivano da sé nel sito.
  • Se riesci, porta i tuoi biglietti da visita e consegnali a chi è interessato alle attività di Wikimedia Italia.
  • Scatta sempre una fotografia o chiedi a qualcuno di farlo: Wikimedia Commons attende la tua testimonianza.
  • Mantieni la calma: potrebbero succedere imprevisti, ma non ha senso andare nel pallone. Una soluzione si trova sempre.

Valuta i risultati

E allora, com'è andata? Al termine dell'evento, concediti un po' di riposo, poi prenditi il tempo per valutare se la tua iniziativa ha raggiunto i risultati sperati. Come?

  • Ringrazia i partecipanti di aver preso parte all'evento e chiedi loro di compilare il nostro questionario di valutazione all'url: bit.ly/WMI_eventi (puoi dare questo url ai partecipanti, il questionario è facilmente compilabile sia da computer che da smartphone. Attenzione: se il tuo evento è rivolto alle scuole il questionario da dare a studenti e docenti è: https://bit.ly/WMI_2020_21, chiedendo prima a Giovanna Ranci di aggiungere il tuo progetto)
  • Confronta il numero dei partecipanti reali con quelli attesi
  • Se hai inviato un comunicato, integra la rassegna stampa
  • Se l'evento era mirato ad arricchire i progetti Wikimedia, usa strumenti per quantificare i risultati ottenuti

Comunicazione e coordinamento

Il minimo sindacale di comunicazione è stabilito da Regolamento#Partecipazione a eventi, ma si può fare di meglio e ottenere maggiore soddisfazioni dai propri sforzi.

Creare la pagina dell'evento

Inizialmente su Wikimedia.it, su Wikipedia e/o sugli altri progetti coinvolti quando è sicuro che l'evento si può realizzare.

Coinvolgere i wikimediani

Wikimedia organizza gli eventi allo scopo di aumentare la partecipazione ai progetti e alla stessa Wikimedia.

Utile iniziare due o tre mesi prima a spammare l'evento cominciando dal diario di bordo e proseguendo con:

  • pagina raduni su Wikipedia
  • list associazione sempre, più Bar e Wikipediano (o loro equivalente nel progetto locale)
  • pagine di discussione degli utenti presenti localmente
  • pagine di discussioni di portali e progetti geograficamente e/o tematicamente interessati;
  • tutti i nostri siti e liste, anche con aiuto di AdWords (solo se trovate qualche parola chiave molto popolare e allo stesso tempo locale).

Non dimenticare inoltre:

  • siti, forum, mailing list non-Wikimedia, nonché altri mass media per informare il territorio;
  • locandine o volantini da distribuire nella tua città in luoghi chiave per l'evento (ad esempio biblioteche o scuole!) o affiggere in luoghi ad alta visibilità;
  • inviti mirati via posta elettronica o cartacea (o altri alle persone che non possono proprio mancare.

Attività da porre in essere durante e dopo l'evento

  • Tenere sempre a portata di mano la pagina della wikina relativa all'evento.
  • Non tenere col fiato sospeso gli altri soci, ma aggiornarli frequentemente sull'andamento, ad esempio via Twitter scrivendo #Wikimedia nel messaggio (altre informazioni).
  • A prescindere dalla dimensione dell'evento, scattare sempre almeno una foto, specie del pubblico: è indispensabile per la comunicazione. Una foto pessima o sfocata è molto meglio di nulla; il tempismo è importante, se possibile caricare almeno una foto durante l'evento stesso (in Commons o alla peggio Twitter). (Approfondimenti.)
  • Una persona presente fisicamente deve ricordarsi sempre di contare i partecipanti a uno a uno (magari durante una pausa), annotando anche la quota di donne: ciò rientrerà nella documentazione. Con gruppi sotto le 50 persone si può anche contare per alzata di mano quanti conoscono già Wikipedia/Wikimedia hanno già contribuito in passato a Wikipedia o a un progetto fratello e così via, fungendo da facile questionario nonché rompighiaccio.

In caso ci sia oggettistica, evitare di andare nel pallone:

  • aggiornare in tempo reale la situazione delle vendite, in modo da avere sotto controllo la disponibilità di un dato gadget senza doverlo cercare per ore.
  • a fine evento procedere al conteggio del denaro e all'inventario del materiale rimasto, in modo da verificare se non si sia "smarrito" qualcosa per strada.

Documentazione

  • Dopo l'evento aggiornare la pagina pubblica dedicata all'evento, assicurandosi che sia collegata da diario di bordo; in una pagina collegata in Associazione:, scrivere solo ciò che non interessa/non vogliamo far sapere al pubblico.
  • Riassumere le conclusioni nel Wikimedia news (nel caso non ci sia molto da dire, si può saltare questo punto).
  • L'associazione deve capire perché è o non è valsa la pena di partecipare, per informare i soci sull'andamento delle attività e avere un'idea di come spendere le nostre energie in futuro; gli esterni (compresi gli altri capitoli) devono sapere che cosa facciamo per eventualmente prendere spunto o almeno sapere che possono chiederci informazioni.

Questionari

In alcuni casi, specie eventi non pubblici, è utile somministrare dei questionari. In tali casi, una sola domanda semplice è molto meglio di zero domande o di troppe domande scelte con poca cura.

Se l'evento non è organizzato da noi ma da altri (per esempio nel caso di corsi proposti da un'istituzione), può capitare di potersi risparmiare il lavoro facendo fare i questionari a loro.

Consigli generali

Eventi volti alla contribuzione sui wiki

Far sì che nuove persone contribuiscano ai wiki, durante l'evento o subito dopo, è un obiettivo frequente. Ogni caso è diverso ma ci sono alcuni elementi comuni da tenere presenti.

  • I partecipanti dovrebbero registrarsi. Per evitare problemi con 6 o più partecipanti, leggere la documentazione: è bene che si registrino prima dell'inizio dell'evento, altrimenti bisogna avere un piano.
  • Una delle pagine pubbliche (o l'unica) deve essere una pagina di servizio di un progetto Wikimedia. Tutti i partecipanti devono ivi firmarsi durante l'evento come partecipanti.
    • Alcuni gradiscono "potenziare" la pagina di coordinamento con uno strumento di supporto che ne "impacchetti" i contenuti aggiungendo qualche statistica automatica: https://outreachdashboard.wmflabs.org/ .
  • Tale pagina pubblica dovrebbe essere (ri)segnalata al bar una settimana esatta prima dell'evento, in modo che gli amministratori e checkuser siano avvertiti e non blocchino inavvertitamente l'intera rete usata dall'evento.
  • I partecipanti non sono in grado di trovare da sé cose da fare sui wiki, nemmeno semplicissime: altrimenti non avrebbero bisogno di noi. È essenziale quindi preparare dei compiti prima dell'evento, consultando la wikina per trovare esempi precedenti, o dare indicazioni perché arrivino con del materiale da inserire. Per es.
    • rileggere una pagina su Wikisource: cosa facilissima e che permette di usare corsivi e grassetti (solo wikitesto, non c'è il Visual Editor);
    • mandarsi dei messaggi nelle rispettive pagine di discussione: è utile perché almeno imparano a comunicare;
    • iniziare a fare prove nella pagina delle prove, copiare e incollare brani o pagine che possono prendere a modello per quelle che vogliono costruire;
    • inserire un template:edificio pubblico o altro sinottico (fa sempre una bella impressione vedere il risultato!!);
    • altri esempi.

Per i progetti contenutistici più strutturati possono applicarsi alcuni dei consigli di cui a Associazione:GLAM/Wikipediani in residenza. Alcuni utenti hanno anche raccolto dei consigli alla pagina w:it:Aiuto:Come organizzare un editathon.

Per imparare l'interfaccia wiki di base, salvo necessità specifiche, può essere consigliabile usare Meta: è più amichevole e inclusiva di Wikipedia e le pagine utente create saranno visibili in tutti i wiki.

Dare un seguito

Dopo l'evento, se si è fatto quanto sopra, la medesima persona o una diversa potrà:

  • inserire il nome dei wiki toccati e l'elenco dei nomi utente in herding sheep per elencare i contributi effettuati (esempio);
  • migliorare, commentare o comunque mettere a frutto tali contributi;
  • controllare quante immagini caricate dai partecipanti siano in uso e dove, usando glamorous (esempio), nonché quanti accessi abbiano (con GLAMoran).

Il volume dei contributi è un semplice indicatore utile a capire che cosa è accaduto durante l'evento ed è usato anche a fini di valutazione.

I più sofisticati possono anche considerare ulteriori strumenti come Event Metrics e Outreach Dashboard.

La presentazione

Esempio di presentazione tramite slide con computer e videoproiettore durante un "wikiraduno" all'interno di una biblioteca.

La presentazione può essere gestita in vari modi (ovviamente è sempre necessaria una preparazione del materiale):

  • presentazione tramite slide (vedere Documenti e presentazioni) che se datate vanno aggiornate nei numeri e che andrebbero personalizzate secondo i casi specifici; le presentazioni non possono essere molto lunghe (20 min di presentazione bastano ed avanzano, provate prima);
  • presentazione dal vivo sul sito (necessità di connessione a internet): è utile prepararsi alcuni link utili come riferimenti per strutturare la presentazione, magari una sandbox specifica o voci che si aveva intenzione di migliorare:
  • presentazione off-line tramite screenshot da wikipedia (ne verranno caricati alcuni in Documenti e presentazioni); gli screenshot dovrebbero essere organizzati in sottocartelle per argomento e messi in ordine logico; utile prepararli con specifici avvisi (ben leggibili) per aiutarsi nella spiegazione.

In questi casi è sempre fondamentale l'uso di un computer, di un videoproiettore e di uno schermo o parete bianca :-) (procurabile tramite prestito, noleggio, etc.; prima di noleggiarlo informarsi su eventuali associazioni che lo prestino... non la parete bianca...). La connessione, se disponibile, è senz'altro molto utile per una buona presentazione.

Naturalmente sono consigliabili abbinamenti di slide con screenshot o Wikipedia dal vivo, che spesso funziona molto bene anche da sola ma è un ottimo modo per integrare la presentazione tradizionale (a volte troppo astratta) passando alla pratica (la "normale amministrazione" in un wiki può essere abbastanza sorprendente e straordinaria per i profani: potenza della tecnologia). Considerate sempre che il testo piccolo nello schermo è poco leggibile.

Vedi anche Tenere una presentazione (Faccio Cose Vedo Gente).

Allo stand: adescare i passanti

Stand ad un "wikiraduno" organizzato all'aperto
Vedi anche: m:Use eye-catchers to attract attention.
  1. Non si "volantina" a caso, si dà il materiale solo a chi passando davanti al banco ci da uno sguardo per almeno 2 secondi; questo per evitare che i volantini vengano abbandonati su i tavoli dei banchi immediatamente a ridosso del nostro (come capita molto spesso), e per evitare di rimanere senza pieghevoli nei momenti di maggior bisogno.
  2. Quando si comincia a parlare con il "malcapitato" dovremmo, innanzitutto, cercare di capire "cosa dirgli":
    1. se si tratta di una persona che non conosce wikipedia, si potrà cominciare spiegando che cos'è;
    2. se si tratta di una persona che "l'ha sentita dire", cercheremo di appurare "cosa ne sa" ed eventualmente ampliare tale conoscenza, avendo cura di sfatare alcuni luoghi comuni che spesso ci accompagnano, ad esempio, a) per inserire qualcosa va mandato ad una redazione, b) gli amministratori sono pagati per lavorare su wiki;
    3. se si tratta di un fruitore di wiki, cercheremo di spiegare il concetto di "modificabilità", invitando a contribuire ed a registrarsi;
    4. se si tratta di un utente registrato e che ci conosce, allora, si può esordire con la battuta scherzosa "ok allora, visto che ci conosci, visto che la usi e visto che contribuisci... ti manca il passo successivo, ossia, comprare un gadget ^_^". La frase funziona quasi sempre e, una volta portato a casa il maltolto, ci si può intrattenere con l'utente chiarendo suoi dubbi su wiki e presentando i progetti fratelli.
  3. Oltre ai classici "indottrinamenti" sull'enciclopedia, dobbiamo ricordarci dei progetti fratelli, quindi, dovremmo provare ad individuare la persona che ci sta davanti e capire se possa avere un interesse per altri progetti. Al MEI ai soggetti che ci capitavano davanti con "macchinone fotografico semiprofessionale" domandavamo "sei un fotografo?" e finivamo a presentare commons. Ai giornalisti si può presentare news, ai professori e agli insegnanti source e versity... e così via.
  4. Se vi capita fra le mani un giornalista appioppate sempre il presskit.
  5. Per quanto riguarda nello specifico la vendita gadget bisogna un po' "saperci fare". Dopo aver portato avanti i discorsi di cui ai punti 2.1 e ss. si deve cercare di introdurre l'argomento "gratuità"; dovremmo cercare di dire "wikipedia è totalmente gratuita etc... vive esclusivamente di donazioni da parte dei medesimi utenti che la utilizzano e la scrivono" e poi continuare con "noi siamo qui a presentare i progetti wikimedia ed a raccogliere fondi per gli stessi, questi fondi sono utilizzati per poter continuare con l'attività di promozione e per permettere a wiki di rimanere aperta" (piangere miseria paga sempre). Solitamente, a quel punto, la persona comincia a guardarsi intorno cercando di capire che cosa potrebbe comprare... il "bravo venditore" dovrebbe, quindi, prima presentare le magliette e le felpe e poi, in base all'espressione del soggetto, dire "ma comunque ci sono anche le sportine e le spillette".

Organizzare eventi nostri

Divisione del lavoro

  • Per coordinare le attività dei soci il direttivo mette a disposizione un riferimento che non ha il compito di organizzare in prima persona, ma di aiutare gli organizzatori, sollecitare eventuali decisioni del direttivo (es. approvare spese, invio gadget...).
  • Chi organizza deve inoltre distribuire i compiti e verificare che tutto il materiale sia presente in tempo utile, sollecitare gli altri, coordinare il lavoro locale con quello dei soci distanti attraverso riunioni in Chat ben pubblicizzate in anticipo.
  • Gli organizzatori possono richiedere dei rimborsi spese.
  • chiamata alle armi con qualche mese di anticipo
  • coordinamento costante
    • organizzazione gruppi di lavoro
    • definizione ambiente operativo (quale ambiente ci ospiterà -necessario sopralluogo-, quale pubblico, quali spazi e strumenti possiamo impegnare?)
    • progettazione stand e presentazioni
    • verifica materiale disponibile
  • presenza sul posto dell'evento in numeri adeguati (presenze/assenze vanno anticipate), sufficiente manodopera presente prima e dopo l'evento per montaggio/smontaggio

Riunioni

Le riunioni su IRC devono essere costanti, prefissate con anticipo, automoderate, con ODG e durata stabiliti, con incaricati di pubblicare nel sito i log ed un verbale; (vedi qui un esempio di regole)

Eventi pubblici grossi

Risorse umane

  • Servono squadre per l'organizzazione, necessariamente a queste condizioni e con dei responsabili: ogni evento deve avere un referente che tenga i contatti con gli organizzatori della manifestazione, sia disposto a partecipare ad eventuali riunioni preparatorie e di verifica, sintetizzi e riferisca all'associazione con riunioni in chat, pubblicazione log IRC, mail e aggiornamenti della pagina dell'evento con il punto della situazione, sincronizzi la pagina in wikina e quella su Wikipedia, possibilmente aggiorni in real time dall'evento; per organizzare bene un banchetto o simile presenza pubblica in giornata ci devono essere quindi almeno 4 persone che siano disposte a contribuire, possibilmente locali.
  • Può essere utile conoscere alcuni dei compiti e delle informazioni necessari prima di assumersi la responsabilità di un evento:
    • Logistica: allestire gazebo o tavoli e sedie a seconda della sede.
    • Assistenza informatica: procurare PC con Linux e se serve anche proiettore, nonché tutti i cavi e annessi.
    • Marketing e merchandising: studiare le modalità di acquisizione dei gadget per avere quello che occorre.
      • I gadget più venduti sono le magliette da uomo (normali T-shirt). Se i gadget sono già stati prodotti bisogna riceverli in tempo utile ovvero bisogna accordarsi per il ritiro da chi li ha in magazzino.
        Nel definire quali e quanti gadget servono oltre alla stagionalità è utile considerare che se l'associazione è presente per la prima volta in un territorio c'è più smercio fra i wikipediani locali (chi ha seguito gli ordini può forse indicare meglio le quantità vendute dei veri gadget)
      • Ricevute per vendite e donazioni: necessari due blocchetti distinti con numerazione progressiva e timbro WMI con CF e PIVA dell'associazione; compilare le ricevute avendo cura di indicare, pur nella fretta, almeno quantità e tipologia di merce venduta
      • La cassa: definire chi la conserva e in che modo fa pervenire soldi e ricevute al tesoriere
    • Accoglienza e ospitalità: spesso i wikipediani arrivano da lontano, ergo servono persone a cui fare riferimento per avere informazioni (dove vado se mi perdo? da chi dormo? dove si mangia? dove parcheggio la macchina?, etc). Utile trovare posti letto a basso prezzo e comodamente collegati con la sede dell'evento
    • Front office e presentazioni: gestire lo stand di Wikipedia nel corso di tutta la manifestazione; gestire lo sportello di contatto con il pubblico (rispondere alle domande e curiosità su Wikipedia ecc.); offrire i gadget, raccogliendo le offerte e le iscrizioni in favore dell'associazione Wikimedia Italia offrendo, su richiesta, assistenza spicciola agli utenti sull'uso di Wikipedia; organizzare e gestire eventuali eventi in programma: es. [1].

Riepilogo dei compiti

Panoramica generale non esaustiva sui compiti, per una stima delle persone necessarie:

  • allestimento primo giorno
  • allestimento giornaliero (apertura)
  • disallestimento giornaliero (chiusura)
  • disallestimento ultimo giorno
  • trasporto o invio gadget (andata)
  • trasporto o invio gadget (ritorno)
  • ricevere pacchi dalle Poste, attendere, istruire e/o sbrigarsela con altri corrieri
  • parlare con le scolaresche
  • parlare con gli insegnanti
  • approntare presentazione dei progetti/tenere uno speech
  • approntare slideshow di immagini da Commons o altro per il banchetto
  • portare e mostrare DVD PoliTo, Exa o ultimo dump
  • rivolgere la parola ai passanti
  • vendere gadget/tenere cassa
  • preparare/aggiornare inventari giorno per giorno
  • fare i conti finali
  • preparare comunicati stampa prima dell'evento
  • preparare comunicati stampa durante e dopo l'evento
  • preparare relazioni per wmi
  • fotografare stand ed eventuali conferenze
  • spiegare iniziative e campagne WMI, anche alla stampa, su richiesta
  • trovare e/o guidare mezzi privati per trasportare persone o cose in casi di "emergenza"
  • trattare con l'organizzazione per richieste non esaudite o problemi tecnici dell'ultimo momento

Piccoli eventi

Organizzare piccoli eventi non è difficile né troppo impegnativo. Basta:

  1. aver tempo: essere soli non è un problema se avete tempo; ma essere in due è sempre meglio (chiamata alle armi su Wiki e mailing list: vedi sopra);
  2. trovare una sede (per piccoli eventi è bene che sia un locale/bar/circolo etc.), già pronta e solita ospitare piccoli eventi quali le presentazioni di Associazioni;
  3. parlare chiaramente con i gestori della sede: quali spazi, quale data, quali strumenti saranno a disposizione e soprattutto "chi pensa a cosa"; alcuni locali organizzano eventi e devolvono parte dell'incasso o cose simili;
  4. provvedere a un volantino in duplice versione:
    • formato A4, con alcune copie con loghi a colori, preferibilmente,
    • formato A5 (due per foglio A4), in b/n, da lasciare in posti tattici e distribuire con ingegno (per non sprecarne);
    il volantino dovrebbe esser conciso: estetica semplice e chiara, caratteri normali, loghi e Wikipedia in bella vista; deve riportare le seguenti informazioni: dove, quando, eventuali costi e info fondamentali, e sinteticamente cosa si farà (semplice presentazione, dibattito, etc.); che sia chiaro cosa è Wikipedia (enciclopedia... :-P);
  5. preparare comunicato stampa (sintetico e chiaro, mettendo a disposizione un contatto per ulteriori informazioni; esplicitare se non volete che sia pubblicato il contatto); il vostro obiettivo deve essere l'apparire negli annunci degli eventi del giorno (e magari farsi contattare da qualche giornalista);
  6. inviare comunicati stampa una settimana prima (non oltre) alle varie redazioni locali dei vari quotidiani, puntando molto su quelli gratuiti; inviare anche ai siti internet di informazione sugli eventi cittadini e simili; non dimenticatevi le radio locali.

Molto più semplice può essere partecipare a una tavola rotonda, conferenza, barcamp o simile già organizzata da altri, naturalmente se avete qualcosa di opportuno da dire che si inserisca bene nel contesto (la presentazione tipo probabilmente non sarà adatta, ma i consigli del paragrafo seguente sono comunque utili).

Errori facili

Errori che si commettono facilmente sono:

  • volantino mal fatto: non verrebbe letto dai più, restando di fatto inutile; attenti che non manchino informazioni fondamentali;
  • comunicati stampa all'ultimo minuto;
  • evento poco accessibile per:
    • costi elevati d'ingresso,
    • abbinamento con eventi non utili né interessanti per il nostro target,
    • sede non adatta (valutate voi).

Spese

Le principali spese che si affrontano nell'organizzazione di un evento simile sono legate alle stampe/fotocopie (cercare una buona copisteria universitaria) e ai fax per i comunicati stampa (se presente è meglio una mail).
Mettete in conto anche una buona richiesta di tempo...


Materiale necessario

1) Stand all'aperto

Lo striscione nuovo sul gazebo di Vicenza
  • Gazebo non trabiccoloso e picchetti, meglio anche teloni ulteriori
  • impianto luci (luci basso consumo, cavi elettrici, ciabatte, laccetti fermacavi...)
  • tavoli, panche e sedie
  • totem, poster (6 almeno) e striscione.

2) Stand al coperto

Lo stand di FLCG ("Fa' la cosa giusta") Milano 2007
  • a seconda del materiale già a disposizione in loco, vedi sopra
  • espositore e banner pomodori
  • striscione panorama Tartarotti
  • teli per coprire tavoli e scatole (se non forniti dall'organizzazione)
    • In aggiunta o in alternativa, materiali "fai da te" quali
  • loghi su A4 plastificati
  • cartelloni sulle iniziative correnti WMI
  • eventuali cartelli di approfondimento su progetti fratelli e/o wiki minori
  • prezzario + invito alla donazione
  • "kit" in formato digitale: file archivio di nostri PDF (brochure, bigino, materiale No Pago ecc) e di presentazioni (slide informative, immagini da Commons ecc.) - se lo si realizza, pubblicizzarlo con apposito avviso
  • avvisi riportanti giorno e ora di eventuali iniziative correlate, ad es. conferenze (da collocare vicino allo stand, all'entrata dell'evento, all'ingresso della sala riservata, in bacheche ecc.).

Presentazioni "live"

  • computer (5-6 non preziosi, preventivamente testati e preparati con distro Linux)
  • se necessario, gruppi di continuità
  • proiettore e schermo per proiezioni
  • connessione internet (wi-fi e/o via ethernet, velocità accettabile, stabile: se non fornita dall'organizzazione, procurarsi se possibile una schedina)
  • ciabatte, prolunghe ecc.
  • lucchetti per portatili
  • per eventuali computer non utilizzabili dal pubblico:
    • loop di immagini da Commons (ad es. Pictures of the Year – non funzionante –)
    • schermata principale, ultime modifiche, voce sulla città e/o sull'evento e/o su eventuali ospiti importanti (magari da lasciare aperte nel browser portando il pc in stand-by, se non c'è connessione)
    • webcam sui passanti e scritta accattivante a fianco;
    • 15 progetti di visualizzazione dati
    • altre idee.

Promozionale

  • magliette, cappellini e quant'altro per offerte
  • brochure di Wikipedia e 10 cose da sapere, presskit, bigini, cartoline, materiale di eventuale iniziative correlate (ad es. Non pago di leggere, presentazione e modulo firme)
  • manuale Ialweb (generalmente solo per esposizione; se l'evento è una Fiera del libro e sono ancora disponibili, si può invece portarli per smaltirli e/o liberarne qualche copia in uno spazio di BookCrossing)
  • timbro e blocchetto ricevute, cassa (anche marsupio dedicato).

Altro materiale

  • materiale di cartoleria:
    • penne (molte biro) e matite, forbici, nastro adesivo (uno di carta e uno più robusto), pennarelli anche indelebili, taglierino, puntine da disegno, nastro biadesivo, colla, spillatrice, carta da imballaggio (può essere utile per rimandare indietro pacchi), post-it in più misure, evidenziatori, spago etc.
  • contenitori per materiale vario (procurarsi per tempo scatoloni adatti se si deve rimandare indietro merce; lasciare ai locali se lo richiedono materiale promozionale per ulteriori eventi in loco)
  • contenitore per donazioni (abbiamo quello di iPins)
  • caramelle e/o cioccolatini per i passanti
  • generi di conforto per la manovalanza (bottiglie d'acqua in primis, soprattutto se c'è un relatore)
  • badge per i soci (e wikipediani) presenti allo stand
  • la nostra Moleskine
  • moduli di iscrizione a Wikimedia Italia
  • moduli di raccolta contatti (persone che desiderano ricevere informazioni via mail, avvisi in caso di altri eventi in zona ecc.)
  • copie del contratto con l'organizzazione, ricevute ecc.
  • inventario completo della merce ricevuta, dove spuntare gli articoli man mano che si vendono (utile per inviare in un secondo momento un elenco del materiale venduto e di quello restituito).
  • spiccioli per dare il resto (è molto utile avere sotto mano monete da 50c per via delle spilline).

Vedi anche...