Microgrant/2019/WLM2019 in Toscana/Relazione

Da Wikimedia Italia.

In generale l'evento ha ottemperato a tutte le aspettative con un buon rapporto fra investimento e risultati. A titolo di confronto, segnalo la relazione relativa all'edizione 2018.

Risultati

Copertura

Probabilmente parlerò di più di questo aspetto nella relazione annuale. Riporto una cartina con apposita legenda. Una volta rimosse le spese di promozione, di fatto il minigrant è stato orientato alla fine alla cerimonia di premiazione.

Cartina mostrata alla premiazione, relativa alla situazione di WLM in Toscana al 1 dicembre 2019. Legenda nel testo
  • In rosso sono indicati i comuni già aderenti, in marrone quelli già aderenti con nuovi beni (anche privati) per l'edizione 2019.
  • In blu le nuove adesioni a tempo indefinito, in celeste le amministrazioni che hanno concesso per WLM2019 una liberatoria annuale.
  • In verde scuro i comuni che hanno mostrato interesse ma alla fine hanno posticipato l'adesione all'anno successivo e in verde chiaro quelli che dopo un riscontro positivo iniziale non hanno più stabilito un contatto.
  • Con un asterisco rosso si indicano i comuni precedentemente partecipanti con autorizzazione annuale e con un asterisco verde i comuni che hanno mostrato interesse a un'integrazione per l'edizione 2020

Presenza di pubblico

  • La presenza all'evento è stata molto elevata, la stanza era piena. Sicuramente superiore al 2018 e alla premiazione locale di gennaio 2019. Questo era già stato previsto nella relazione del 2018 Per il prossimo anno siamo a Pescia in una situazione simile, ma forse trattandosi di una città più piccola dovremmo riuscire a concentrare l'interesse e a calibrare l'orario per minimizzare sovrapposizioni. e nella richiesta di grant per il 2019 Trattandosi Pescia di una città con una rete comunicativa efficiente e confidando che i premiati ci aiutino a dare riscontro sulla stampa locale, il grosso dei fondi non è tanto per la promozione dell'evento ma la realizzazione del suddetto.
  • Sicuramente c'erano leggermente più di 100 persone, e l'obiettivo è stato superato. Si può chiedere anche agli altri due soci presenti: c'erano più di una ventina di file da circa una dozzina di sedie, ed erano abbastanza riempite con qualche spazio vuoto.
  • Continua a essere bassa della presenza dei wikimediani locali. In sè non sarebbe un problema se non mancassero magari anche quelli che hanno partecipato come uploader. In generale dicono che saranno presenti e si scopre solo alla fine che non verranno. Non sembra esserci un motivo logistico, solo un minore interesse per gli eventi formali. Finché si presentano a altri eventi basati sui contenuti, non è un problema, ma speriamo di migliorare su questo fronte.
  • Rispetto allo scorso anno, è aumentato il materiale divulgativo preso dal pubblico. Sono stati presi tutti i 15 depliant lasciati all'ingresso.

Partecipazione delle amministrazioni

  • A differenza dello scorso anno tutte le cariche invitate a premiare i primi quattro finalisti si sono presentate. Rimane quindi come sospettato un'anomalia il fatto che nel 2018 abbiano dato forfait a solo poche ore dall'inizio (come detto Lo scorso anno abbiamo avuto due defezioni all'ultimo minuto ma quest'anno per statistica dovrebbe andare meglio). Quasi tutte le autorità sono state informate a più di tre settimane di distanza, eccetto le autorità di Lucca che sono state invitati a circa due settimane di distanza, scorrendo l'elenco verso il basso. Questo tempo di preavviso non è stato sufficiente solo per Lucca, mentre Prato è venuta ma ha risposto definitivamente solo 48 h prima. Continua quindi a essere logisticamente un problema coinvolgere comuni di dimensioni medio-grandi. In generale quanto successo consiglia di continuare a sceglierli come sede della premiazione per essere certi che siano coinvolti. per questo la prossima premiazione del 2020 sarà a Prato.
  • Non si è presentato, pur avendo espressamente chiesto di essere invitato, il presidente di ANCI Toscana Simone Gheri. Non hanno risposto all'invito né l'assessora alla cultura né quello al turismo della regione (anche se non è confermato che l'assessore al turismo sia stato contattato, e nel caso lo è stato con meno preavviso). Restiamo quindi fragili sul fronte delle cariche pubbliche oltre il livello comunale, il cui coivolgimento rimane un obiettivo per il prossimo anno.

Premi

  • I premi, offerti dagli sponsor, sono stati quasi tutti presi, vista l'alta affluenza, ma ne sono avanzati abbastanza per una successiva minipremiazione locale. Non si sono presentati a portare i premi il personale dall'unione dei Comuni della Garfagnana.

Wikidata

  • Continua la mappatura dell'editoria locale su Wikidata. Per i libri già consegnati, siamo stati preceduti per poche settimane su alcuni contenuti (ho proceduto a ampliare Polistampa) e ho creato d:Q80694617. I libri di Castell'Azzarra (non usati ancora) sono della C&P Adver Effigi per la quale non ci sono identificativi solidi, quindi non ho creato ancora nulla.
  • Per la politica locale creato anche d:Q80715072 e d:Q80722424 usando l'identificativo di OpenPolis.

Foto

  • Le foto della premiazione sono tutte qui su Commons, non sono riuscito a farle caricare dai fotografi presenti, sono ancora restii a partecipare fuori dal concorso, questo rimane un obiettivo per il prossimo anno.
  • Fra quelle caricate da Susanna Giaccai abbiamo le foto di almeno cinque personalità pubbliche, ma sono foto di insieme e non ritratti individuali.

Comunicazione

  • post su Instagram, nella media degli altri post delle settimane precedenti, con circa 20 like. Era il primo anno che usavamo Instagram nell'ambito di un progetto organico di comunicazione, speriamo che il prossimo anno si riesca ulteriormente a alzare questo livello di coinvolgimento. Con la sponsorizzazione arrivammo a 75 like lo scorso anno (ma era un account embrionale), quindi non siamo messi male, diciamo che per il prossimo anno senza promozione ma con analoga campagna social ben strutturata, potremmo forse ambire a una media di 30-35 interazioni.
  • la cinque stampe non sono state consegnate e sono andate in mostra in varie zone del comune di Pescia nei mesi di dicembre e gennaio, e abbiamo accordo con i premiati di esporle in parte anche in altre zone, sicuramente alcune a Prato.
  • Quest'anno non si è insistito molto sulla diffusione sui siti web ma abbiamo comunque avuto buoni riscontri. Diciamo che non poter affermare contestualmente i premi nazionali non ha aiutato e ha ritardato la comunicazione. La presenza è stata comunque garantita e il rapporto tempo/risultato è migliorato.
  • In termini di qualità finalmente abbiamo infranto il muro della stampa regionale di medio livello, passando da siti e mensili locali al sezione regionale del Corriere della Sera. Questo è stato poi ripreso dalla lettura mattutina dei giornali al TGR. L'articolo era in preparazione da agosto ed era previsto più o meno nel periodo fra la proclamazione dei risultati e la premiazione per massimizzare l'effetto comunicativo.
  • Il problema è che siccome non era possibile riprendere l'articolo del Corriere Fiorentino visto che conteneva un'anticipazione sui vincitori nazionali (comunicata dal vincitore stesso), non ho potuto fare un articolo su Wikinotizie in quel momento e non mi sembra che la copertura lo gustificasse dopo (la distribuzione geografica più compatta dei premiati danneggia la copertura media sui siti locali della regione). C'era quindi una copertura qualititativamente migliore su fonti terze ma non potevo porla in rilievo quando è uscita, è stata un po' inusuale come situazione. Il prossimo anno sapendo che i vincitori nazionali non saranno più comuncati a fine ottobre è emendabile, ma quest'anno è andata così.
  • Nella miglioramento della comunicazione ha aiutato il taglio turistico, che però non può essere l'unico utilizzato. Ne dobbiamo riparlare in vista del 2020 come inventarsi di nuovo, è ancora complesso p.e. riuscire a far passare l'aspetto legato alla catalogazione al grande pubblico.

Partecipazione al caricamento

  • Importante notare che anche se le foto passate da 11000 a 5000 sembrano un calo forte, in realtà oltre a far notare che il risultato del 2018 era un aumento di fattore dieci difficile da replicare ma soprattutto vanno guardati i dati in dettaglio 2019 e 2018.
  • Il grosso della fetta che manca sono Matteo Bimonte e Francesco Bini che quest'anno si sono spostati in altre regioni. Già lo scorso anno quando comparai la Toscana con l'Emilia Romagna facendo notare che era comunque prima non usai affatto il dato gonfiato da Bimonte e Bini e rimango coerente con questo approccio. Il titola, esclusi i primi due uploader, passa quindi da circa 2500 a circa 2350, ma questo vale al netto delle 250 foto che caricai approfittando della visita gratuita delle Terme Tettuccio lo scorso anno, scelta fatta anche per categorizzare meglio le foto successive. Senza questo centinaio di foto, che difficilmente sono assimilabili a foto caricate da utenze medie, la base degli uploader risulta quindi leggermente aumentata.
  • Il motivo della mancanza di Bimonte e Bini, come già spiegato anche alla riunione del 12 dicembre a Milano, è che le autorizzazioni in Toscana sono arrivate particolarmente tardi. Avevamo una quota di comuni al voto a fine maggio superiore alla media nazionale (80% del totale anziché 60%, e i comuni a parte in Lucchesia in genere sono mediamenti grossi), alla fine era inevitabile che le autorizzazioni arrivassero a fine agosto. Non siamo certo stati favoriti da non aver accesso a OTRS, molte cose le abbiamo scoperte quando era tardi per pubblicizzarle. Paradossalmente con questa grossa quota di nuovi comuni che Bini e Bimonte non hanno visitato a modo, è sicuro che il prossimo anno torneranno a essere attivi, mentre il gruppo di utenze partecipanti è abbastanza variegato e quindi solido come partecipazione.
  • Importante notare che il numero di uploader è aumentato nel complesso segno che la campagna sociale ha funzionato.
  • Concludo facendo notare noi non abbiamo mai incentivato il caricamento massiccio, sono i fotografi che continuano a non seguire i nostri consigli. Ma nel caso di nuovi arrivati e di cittadini che partecipano per entusiasmo è un atteggiamento difficile da calmierare. Al secondo anno molte utenze finalmente comprendono che devono ridurre il livello di upload e hanno meno foto in archivio. Se le diluissero sarebbe meglio ma non ascoltano mai il consiglio subito.

Spese effettuate

  • Rimborso spese di viaggio: Euro 0,00
Quest'anno non sono stati richiesti rimborsi per le spese dei premiati, l'unico che veniva da relativamente lontano era il vincitore di Prato ma anche dopo sollecito non ha presentato documentazione del titolo di viaggio ferroviario.
  • Stampa degli attestati da parte della Impresa Sociale Magnani di Pescia: Euro 200,00
Spesa fatta come previsto. Come lo scorso anno, se l'impresa vorrà riscuotere metterò in contatto direttamente con il servizio di tesoreria.