Wikimedia news/numero 192

Da Wikimedia Italia.

Wikimedia News - n. 192 - 10 aprile 2019


Grafica per la campagna 5x1000 2019 di Wikimedia Italia. Di Lorenzo Benassi, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Dai alla conoscenza libera un nuovo nome. Il tuo.

Donare il 5x1000 a Wikimedia Italia non costa nulla e ci aiuta a garantire l'accesso libero al sapere e la condivisione della conoscenza. Firma la tua dichiarazione dei redditi e inserisci il codice fiscale 94039910156: ogni contributo ci aiuterà a diffondere il sapere libero in Italia. Scopri di più a questo link.

Milano, 1962. Una delle immagini dell'Archivio Paolo Monti liberate da BEIC. Di Paolo Monti, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La biblioteca aperta e digitale: cinque anni wikimediani per BEIC

Anche nel 2019, per il quinto anno consecutivo, la Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (BEIC) ha rinnovato la sua collaborazione con Wikimedia Italia, nata con l'obiettivo di valorizzare e rendere accessibile a tutti il ricco patrimonio dell’istituzione, attraverso l’uso dei progetti Wikimedia. Su cosa si concentrerà il lavoro di quest'anno e quali sono le prospettive per il futuro? Scopri di più nell'articolo.

Pubblico dominio: uno strumento per la democrazia e l’uguaglianza di genere

Un’opera di Berthe Morisot, una delle donne enciclopediche su cui si lavorerà nel corso dell’editathon, pubblico dominio, via Wikimedia Commons

Sabato 13 aprile la Biblioteca civica centrale di Torino ospiterà una maratona di scrittura Wikipedia dedicata a voci biografiche di donne enciclopediche le cui opere sono entrate nel pubblico dominio, organizzata insieme a WikiDonne e Wikimedia Italia. Perché è importante oggi parlare di donne e pubblico dominio? Scopri di più nell'articolo.


Wikipedia, scienza e tecnologia per tutti al Politecnico di Milano

Gli studenti del Politecnico di Milano insieme ai loro docenti e ai tutor wikipediani. Di Guido Raos, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Sono 28 gli studenti del Politecnico di Milano che prenderanno parte al corso "Wikipedia, scienza e tecnologia per tutti", sviluppato in collaborazione da Wikimedia Italia e dal noto ateneo milanese. Nei tre incontri in calendario tra aprile e maggio 2019, i ragazzi lavoreranno in coppie al miglioramento di voci Wikipedia sul tema dell’ingegneria dei materiali selezionate col supporto dei docenti Guido Raos e Chiara Castiglioni. Scopri di più nell'articolo.


Notizie dal mondo OpenStreetMap

Persone sfollate dalle inondazioni in Mozambico al campo di evacuazione di Bangula, a Nsanje, in Malawi. Di L. Masina/VOA, pubblico dominio, via Wikimedia Commons
  • Emergenza in Mozambico a seguito del ciclone tropicale Idai. Insieme alle altre organizzazioni internazionali, anche la Croce Rossa Italiana è presente sul campo per prestare servizio. Per valutare gli impatti della catastrofe, gli operatori stanno scattando fotografie georeferenziate delle aree più colpite con Mapillary, che potranno servire anche per registrare i dati su OpenStreetMap. A questo link tutte le informazioni per contribuire alla mappatura di emergenza da remoto, attraverso i task di Humanitarian OpenStreetMap Team.
  • Ricordate il mitico Tuttocittà che fino a qualche anno fa accompagnava gli elenchi telefonici? Con OpenStreetMap si possono generare mappe simili in modo semplice e gratuito. Il servizio MyOSMatic può aiutarvi, permettendovi anche di scegliere diversi stili di disegno.
  • Tra i moltissimi oggetti e proprietà registrate in OpenStreetMap sono presenti anche le restrizioni: gli obblighi o divieti di svolta e inversione sono inseriti dai mappatori soprattutto per migliorare i servizi di routing. In Italia vi sono 79.000 restrizioni registrate sul database, qui le vedete rappresentate in una mappa realizzata con l'editor JOSM, in cui i colori differenti indicano le diverse classi di strade a cui le restrizioni sono applicate.


Notizie dal mondo wiki

I server di Wikimedia Foundation nel 2015. Di Victor Grigas/Wikimedia Foundation, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
  • Giovedì 4 aprile il Parlamento europeo ha approvato la nuova direttiva su open data e informazioni nel settore pubblico. Communia, associazione non profit che si occupa di advocacy verso le istituzioni europee su temi legati al pubblico dominio e alla conoscenza libera e che da anni segue il processo di aggiornamento della direttiva, ha pubblicato sul suo blog un commento sui punti fondamentali della Direttiva, evidenziandone i principali aspetti positivi e negativi. A questo link trovate una traduzione del testo in italiano.
  • Che ruolo ha il sapere libero nelle nostre vite? La Wikimedia Foundation lancia l’Heart of Knowledge contest, un concorso per rappresentare l’accesso aperto alla conoscenza e illustrare le diverse forme in cui si declina il sapere. Leggi qui tutte le informazioni per partecipare, iscriviti e dai sfogo alla tua creatività!
  • Wikimedia Foundation ha aderito al W3C, la principale organizzazione di standard internazionali per il World Wide Web. Partecipando ai gruppi di lavoro promossi dal W3C, la fondazione cercherà di portare il proprio punto di vista, contribuendo a rendere la Rete un luogo adatto a ospitare conoscenza libera.


Appuntamenti e comunicazioni