Relazione sulle attività 2009

Da Wikimedia Italia.
Relazione sulle attività di Wikimedia Italia nel 2009


Wikimedia Italia

L'associazione Wikimedia Italia - Associazione per la diffusione della conoscenza libera (di seguito per brevità indicata come Wikimedia Italia o WMI) è stata fondata il 17 giugno 2005 a Canino (VT); essa è una associazione apartitica, apolitica, non a scopo di lucro nata per contribuire attivamente alla diffusione, miglioramento ed avanzamento del sapere e della cultura nel mondo.[1]

Rapporti con Wikipedia e la Wikimedia Foundation

Wikimedia Italia collabora con la Wikimedia Foundation, Inc., fondazione costituita secondo le leggi dello stato della Florida (USA). Tale fondazione non a scopo di lucro di diritto statunitense è stata costituita per la gestione tecnica dell'infrastruttura su cui si regge Wikipedia, l'enciclopedia online, multilingue, a contenuto libero, redatta in modo collaborativo da volontari. Wikimedia Foundation gestisce i server che ospitano le versioni di Wikipedia nelle varie lingue e i progetti fratelli come Wikizionario, Wikiquote, Wikibooks, Wikisource, Wikinotizie, Wikimedia Commons e Wikispecies; ha inoltre la responsabilità legale per i contenuti di tali progetti, limitatamente al fatto che ne possiede i server.[2]

Wikimedia Italia, come detto sopra, collabora con la Wikimedia Foundation, Inc., ma non ne assume la rappresentanza legale per l'Italia, né tanto meno ha responsabilità legale per Wikipedia in lingua italiana. Wikimedia Italia ha il diritto di utilizzare, esclusivamente per le proprie attività istituzionali, i marchi e i logo appartenenti alla fondazione non a scopo di lucro di diritto americano Wikimedia Foundation, Inc.; tale autorizzazione può essere unilateralmente revocata in qualunque momento dalla Wikimedia Foundation, Inc.

La collaborazione con la Wikimedia Foundation, Inc. si estrinseca principalmente nel far conoscere Wikipedia in Italia; tutti i soci di Wikimedia Italia sono attivi in uno o più dei progetti Wikimedia, e far parte dell'associazione permette loro uno scambio di vedute su base sovrannazionale e una partecipazione diretta agli sviluppi del movimento Wikimedia in generale e dei suoi valori. È comunque da ribadire che le operazioni compiute dai soci di Wikimedia Italia su Wikipedia sono fatte a titolo puramente personale, e che l'associazione non solo non ha responsabilità, ma non dà nemmeno linee guida oppure consigli al riguardo.

Soci di Wikimedia Italia

Direttivo 2008-2009

L'associazione a Wikimedia Italia è libera e prevede una quota di iscrizione annua attualmente fissata a 25 euro. Nello Statuto sono anche previsti i soci onorari (stessi diritti dei soci ordinari, ma non pagano quota di iscrizione) e i sostenitori (persone e società che contribuiscono con donazioni significative all'associazione per permettere il mantenimento, il miglioramento ed ulteriori implementazioni dei progetti dell'associazione). L'associazione è stata fondata il 17 giugno 2005 da 18 soci; a fine 2009 il numero di soci era 162 (140 maschi, 20 femmine e 2 associazioni).[3]

Direttivo di Wikimedia Italia

Direttivo 2009-2010

Il 19 settembre 2009, durante l'assemblea dei soci, è stato rinnovato il Direttivo dell'associazione[4], che attualmente è composto da:

  • Frieda Brioschi, presidente
  • Luca Sileni, vice presidente
  • Giulia Clonfero, segretaria
  • Alessio Guidetti, tesoriere
  • Cristian Consonni, responsabile dei progetti

Cristian Consonni è subentrato nel giugno 2010 a Nicola Izzo, dimissionario.

Attività nell'anno 2009

Assemblee di Wikimedia Italia

Alcuni partecipanti all'assemblea di marzo

Nel 2009 sono state tenute due assemblee ordinarie dell'associazione, una a marzo[5] e una a settembre[6].

Eventi pubblici

Festival delle libertà digitali

Nel 2009 è continuata l'attività per promuovere Wikipedia, i progetti fratelli e gli obiettivi del movimento Wikimedia nei contesti ritenuti più vicini alla loro filosofia. In particolare, si segnalano le seguenti iniziative:

  • 9 gennaio, a Reggio Emilia, presso la Gabella: si è tenuto un incontro su Wikipedia e Wikimedia.
  • 15 gennaio, Roma: partecipazione al convegno "Cultura digitale e politica dell'innovazione".
  • 7 aprile, Lugano: partecipazione alla trasmissione radiofonica Millevoci sulla Rete Uno della Radio Svizzera Italiana con argomento Wikipedia.
  • 20 aprile, Milano: partecipazione al convegno Hi-Tech & ambiente per l'economia sostenibile del futuro, con un intervento su "Wikipedia & green".
  • 13 maggio, Milano: lezione su Wikipedia agli studenti del corso di Web communication a Scienze della Comunicazione dell'università San Raffaele Vita-Salute.
  • 21 maggio, Milano: lezione du Wikipedia agli studenti del corso di Management delle imprese sociali non profit dell'università Bocconi.
  • 21 maggio, Milano: partecipazione a Women @ Internet Show - Le donne e il Web si incontrano a teatro.
  • 20-24 maggio, Vicenza: organizzazione del 1° festival delle libertà digitali, con wikiraduno e assegnazioni del Premio Wikimedia Italia 2009 sabato 23.
  • 26 maggio, Milano: lezione su Wikipedia agli studenti del corso di Management delle imprese sociali non profit dell'università Bocconi.
  • 5-6 giugno, Trento: patrocinio e presenza all'OSMit 2009 (sito ufficiale), la prima conferenza nazionale di Open Street Map.
  • 10-14 giugno, Bologna: partecipazione al Biografilm Festival.
  • 24-28 giugno, Vicenza: partecipazione alla quarta edizione di Festambiente.
  • 11 luglio, Firenze: partecipazione al Barcamp Palazzo Vecchio con un intervento intitolato Enciclopedisti contemporanei a Firenze
  • 18 luglio, Brussels: partecipazione all'EU lobby meeting.
  • 4 settembre, Vicenza: partecipazione a ECKM 09 con un intervento intitolato Open Knowledge Management - The wiki way.
  • 12- 13 settembre, Mantova: partecipazione a Festivaletteratura di Mantova, in collaborazione con Lettera27 (diversi incontri incentrati su WikiAfrica).
  • 5-7 ottobre, Pisa: partecipazione all'Internet Governance Forum Italia 2009.
  • 16 ottobre, Padova: al Centro culturale Altinate/San Gaetano partecipazione allla conferenza internazionale From Diderot to Wikipedia: an Epistemological Revolution?.
  • 23 ottobre, Milano: all'Università Statale di Milano, all'interno della settimana internazionale per l'Open Access, si è tenuto un incontro dal titolo: Wiki e Open Access: collaborazione, condivisione, conoscenza.
  • 26 novembre, Roma: partecipazione a mEDITA 2.0 - l'editoria ai tempi del web.
  • 22 dicembre, Napoli: lezione su "Wikipedia e crowdsourcing" all'Università L'Orientale, durante il laboratorio di Nuovi Media del Prof. Giulio Gargia.

Progetti gestiti da Wikimedia Italia

Wikimedia Italia gestisce indipendentemente dalla Wikimedia Foundation (quindi con risorse umane e informatiche proprie) alcuni progetti, sempre secondo gli scopi dell'associazione. Attualmente i progetti gestiti sono quattro: Wikiafrica, Wiki@Home, Biblioteca, Musica.

Wikiafrica

Il progetto WikiAfrica[7] nasce dalla collaborazione fra l'Associazione Wikimedia Italia e Lettera27[8], una fondazione non profit, nata nel luglio 2006, la cui missione è sostenere il diritto all'alfabetizzazione, all'istruzione e, più in generale, favorire l'accesso alla conoscenza e all'informazione, in ogni parte del mondo e particolarmente nelle sue aree più svantaggiate.

WikiAfrica ha l'obiettivo di africanizzare Wikipedia e di costruire reti, coinvolgendo intellettuali, scrittori, antropologi, storici, studenti, responsabili di comunità locali.

Il progetto è stato presentato il 18 marzo 2008 con un workshop[9] che si è tenuto nella Sala del Consiglio della Provincia di Pisa.

Durante l'anno il progetto è stato presentato in alcune iniziative ed è stato sostenuto da diversi enti:

  • Presentazione di WikiAfrica Cinema durante Fespaco, la più importante piattaforma internazionale del cinema africano in Burkina faso, dal 28 febbraio al 7 marzo 2009. Lo stand di Afriradio e del Festival di cinema africano di Verona ha presentato il progetto, raccolto interviste e incoraggiato gli ospiti della manifestazione a contribuire.
  • Il Festival Cinema Africano, Asia e America Latina, giunto alla sua 19esima edizione, ha sostenuto WikiAfrica, rilasciando in copy left una parte del suo archivio cinematografico.
  • WikiAfrica ha partecipato a myDetour 5x5, un progetto a sostegno della fondazione lettera27, che prende parte alla campagna Il razzismo è una brutta storia, lanciata da Feltrinelli nel 2008, fino a novembre 2009 in diverse città italiane. WikiAfrica ha invitato gli appassionati di arte a creare la biografia di alcuni artisti africani che con le loro parole, pensieri, immagini, pennelli e colori hanno partecipato all'evento Detour Istanbul, dal 22 maggio al 21 giugno 2009.
  • Chimurenga magazine ha organizzato quattro workshops WikiAfrica durante la biennale Cape Africa Platform 2009, che si è svolta a Città del Capo a giugno 2009. Gli eventi hanno avuto luogo alla Biblioteca centrale della città, Drill Hall, St Darling, in collaborazione con alcune scuole locali.
  • Sabato 12 e domenica 13 settembre 2009, WikiAfrica e lettera27 ha partecipato a Festivaletteratura Mantova con uno spazio Wikipedia e tre incontri sui saperi dell'Africa in movimento: lingue, scuole, voci presso il Seminario vescovile.
  • Dal 13 al 21 novembre 2009 si è svolta la 29esima edizione del Festival di Cinema Africano di Verona. Anche quest'anno il Festival ha sostenuto WikiAfrica Cinema, rilasciando in copy left e su Wikipedia parte del suo archivio cinematografico.

Wiki@Home

Il progetto Wiki@Home[10] nasce nell'autunno del 2007 con lo scopo di intervistare personaggi enciclopedici o esperti in un certo campo; le interviste vengono fatte preferibilmente dal vivo, mandando cioè fisicamente dei nostri "reporter".

Scopo del progetto è duplice: da una parte ottenere un'intervista dal personaggio su di sé e sui suoi interessi, intervista che verrà poi pubblicata su Wikinotizie corredata di foto ed esempi del suo lavoro rilasciati sotto una licenza libera; dall'altra sondare la percezione che il personaggio ha di Wikipedia e degli altri progetti della WMF, tra cui principalmente Wikinotizie.

Durante il 2009 sono state fatte le seguenti interviste:

  • 1 marzo: Stefano Quintarelli;[11]
  • 19 aprile: reportage sulla mostra di Sauro Ciantini a Poppi;[12]
  • 9 maggio: Giovanni De Mauro;[13]
  • 30 dicembre: Ermanno "Gomma" Guarneri.[14]

Biblioteca Wikimedia

Biblioteca[15] è un progetto di Wikimedia Italia il cui scopo è realizzare una biblioteca digitale dedita alla riproduzione e conservazione di testi editi che non possono essere pubblicati sull'edizione italiana di Wikisource (il progetto di Wikipedia che conserva appunto testi liberi) perché considerati di pubblico dominio secondo la legislazione della Repubblica Italiana, ma non secondo la legislazione degli Stati Uniti d'America, sede della Wikimedia Foundation e luogo dove risiedono fisicamente i server di Wikisource, oppure perché rilasciati con licenza libera, ma non completamente compatibile con le licenze libere accettate dalla Wikimedia Foundation.

Biblioteca nasce insomma per ampliare il campo di azione di Wikisource soprattutto legandosi alla realtà italiana, sia dal punto di vista legale che da quello degli autori. Nel 2009 sono partiti tre progetti di traduzioni collaborative: "Equitazione" di Henry Louis de Bussigny, "L'arte di ottenere ragione" di Arthur Schopenhauer e il primo capitolo del Vangelo di Marco.

Wikimedia Musica

Wikimedia Musica[16] è un progetto di Wikimedia Italia il cui scopo è realizzare una raccolta digitale di musica rilasciata con licenza copyleft (per la precisione, le licenze Creative Commons): si intendono raccogliere di interi album e singoli brani musicali, ma anche spartiti e testi di canzoni (questi ultimi con licenza GFDL, come per i testi di Wikipedia).

Il progetto Musica è stato lanciato ufficialmente al MEI 2008[17] (Meeting delle Etichette Indipendenti), tenutosi a Faenza dal 28 al 30 novembre. Quello delle etichette indipendenti è lo sbocco naturale di un progetto come Wikimedia Musica, che intende portare la liberazione della conoscenza non solo ai testi scritti ma a tutti i prodotti artistici.

Nel corso del 2009:

  • è stata rinnovata completamente la pagina principale del sito, inserendo un'area dedicata alle novità fresche di upload.;
  • sono state inserite opere di Verdi e alcuni nuovi album punk ed è partito il lavoro per inserire l'opera omnia del compositore catanese Francesco Paolo Frontini;
  • il 22 giugno è stato registrato Il Magnificat di Antonio Vivaldi presso il carcere di Rebibbia, in collaborazione con l'Associazione Culturale Panharmonikon, la Provincia di Roma, il Linux Club Italia e Wikimedia Italia.

Situazione economica

Il 2009 è stato un anno in cui si è verificato un profondo cambiamento nella situazione patrimoniale dell'associazione e nella modalità di finanziamento e raccolta di fondi e donazioni. Grazie al conseguimento dello status di associazione di promozione sociale, Wikimedia Italia ha per la prima volta potuto partecipare a pieno titolo all'annuale campagna mondiale di raccolta fondi indetta e organizzata dalla Wikimedia Foundation in collaborazione con i capitoli locali come il nostro.

Questo fatto, nonostante l'adesione sia giunta per motivi tecnici in leggero ritardo rispetto alla partenza della campagna, ha consentito a WMI di aumentare di una percentuale superiore al 3100 % rispetto all'anno precedente l'ammontare delle donazioni ricevute. Oltre a questo, altra entrata degna di segnalazione è stata l'attribuzione a Wikimedia Italia del premio giornalistico "Premiolino" che prevedeva l'assegnazione di una somma di 5 000 €.

A fronte di questo la vendita di gadget ha visto un incremento di circa il 37 %, mentre l'ammontare delle quote sociali ha visto un leggero decremento, pur potendosi considerare sostanzialmente stabile. A differenza dell'anno 2008, con la conclusione (ritardata) delle entrate legate alla distribuzione del DVD di Wikipedia nel 2007, scompare completamente dal bilancio la rilevante voce relativa ai proventi accessori derivanti dalla vendita di prodotti a marchio Wikimedia Foundation.

Dal momento che la campagna di raccolta fondi si è svolta nei mesi di dicembre 2009 e gennaio 2010, a cavallo dunque delle due annate, il bilancio 2009 di WMI si chiude con una forte liquidità di cassa in quanto la prevista donazione di parte dei proventi della raccolta fondi alla Wikimedia Foundation verrà fatta l'anno seguente a campagna chiusa.

Il bilancio consuntivo 2009 si delinea quindi piuttosto diverso da quanto ci si aspettava nel bilancio preventivo. Il bilancio preventivo era stato, come di consueto, molto conservativo, prevedendo delle entrate costanti o in lieve crescita rispetto all'anno precedente, e un pareggio sull'anno nonostante una piccola disponibilità di avanzi degli anni precedenti. Nel corso dell'anno, tuttavia, l'abbandono a breve termine del progetto di riedizione del DVD di Wikipedia previsto per il 2009 a causa delle traversie della società EXA ha costretto a fare a meno delle relative entrate poste a preventivo, per quanto in piccola misura rispetto alla potenzialità; inoltre il mancato patrocinio economico del festival delle libertà digitali ha costretto a mantenersi sulle previsioni di spesa più pessimiste, che comunque l'hanno reso il principale impegno economico assunto durante l'anno.
Nel corso dell'anno si è fatta molta attenzione al contenimento dei rimborsi spese, anche approvando un nuovo regolamento con limiti più chiari; l'auspicata riduzione dell'impegno dell'Associazione nei piccoli eventi generalisti, giudicati ormai poco utili alla promozione dei progetti, si è verificata solo parzialmente: è infatti stato ridotto il poco produttivo impegno nella raccolta fondi con scambio di beni di modico valore (che ha infatti subito una riduzione dei proventi) ma è stato necessario aumentare, rispetto al 2008, i rimborsi spese ai soci che si spostavano verso manifestazioni lontane dalla loro residenza.
Il numero di soci e quindi le quote associative, invece di aumentare leggermente come previsto, sono rimasti stabili; di conseguenza, anche sottraendo gli importi di competenza di altri anni che è stato necessario pagare nel 2009, per la prima volta le spese fisse di gestione hanno superato, seppur di poco (circa 1000 €), i proventi delle quote associative e la loro copertura ha quindi richiesto l'uso di altre risorse che prima erano destinate interamente ai progetti.

Complessivamente quindi, come detto all'inizio del paragrafo, la trasformazione di WMI in associazione di promozione sociale e l'adesione alla raccolta fondi hanno rappresentato un momento importante per la nostra associazione, consentendo non solo di affrontare con assoluta serenità le spese ordinarie prevedibili per l'anno 2010 ma anche di poter ideare e realizzare progetti più ambiziosi e di maggiori dimensioni rispetto a quelli sviluppati finora.

Conclusione

Il 2009 è stato un anno di transizione per l'Associazione Wikimedia Italia. È rimasta una struttura essenzialmente basata sull'apporto dei soci come volontari nei vari progetti, e durante l'anno ha investito buona parte delle proprie energie nel passaggio ad associazione di promozione sociale, che ha richiesto la modifica dello statuto dell'associazione e ha reso necessari ulteriori adempimenti burocratici.

Il maggior interesse dei donatori, che possono ora beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla cosiddetta "legge ONLUS", ha permesso un accordo con la Wikimedia Foundation per il miglioramento della raccolta fondi in Italia e la suddivisione dei relativi proventi, che ha causato un forte aumento delle donazioni ricevute dall'Associazione.

Tale incremento delle donazioni nel periodo della raccolta fondi annuale ha prodotto un notevole carico di lavoro amministrativo che ha messo a dura prova la struttura volontaria dell'Associazione, essendosi peraltro sommato agli aumentati adempimenti citati sopra; d'altro canto, ha comportato un notevole aumento delle risorse finanziarie a disposizione. Ciò giustifica la definizione del 2009 come anno di transizione, che ha reso forse da un lato necessaria e dall'altro possibile una professionalizzazione della struttura, per affrontare le nuove sfide.

Rispetto al passato non sono stati creati nuovi progetti ma si è preferito consolidare l'esistente; si è inoltre continuata l'attività di presentazione dell'associazione e dei progetti Wikimedia, in misura leggermente minore ma con un'attenzione più marcata per l'ambiente accademico e scolastico.

Note e riferimenti

  1. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Pagina_principale
  2. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Statuto
  3. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Chi_siamo
  4. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Direttivo
  5. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Assemblea_WMI_marzo_2009
  6. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Assemblea_annuale_di_Wikimedia_Italia_-_2009
  7. http://wikiafrica.it/
  8. http://lettera27.org/
  9. http://wikiafrica.it/index.php/Wikiafrica:Pisa_2008
  10. http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wiki@Home
  11. http://it.wikinews.org/wiki/Stefano_Quintarelli:_flash_sulla_neutralit%C3%A0_della_Rete
  12. http://it.wikinews.org/wiki/Fumetti:_a_Poppi_mostra_di_Sauro_Ciantini_autore_di_Palmiro
  13. http://it.wikinews.org/wiki/Intervista_a_Giovanni_De_Mauro:_la_lettura_innovativa_di_Internazionale
  14. http://it.wikinews.org/wiki/Ermanno_%22Gomma%22_Guarneri:_intervista_sotto_l%27albero_per_Wiki@Home
  15. http://biblioteca.wikimedia.it
  16. http://musica.wikimedia.it
  17. http://www.audiocoop.it/ita/vetrina18.html

Approfondimenti