Bilancio sociale

Da Wikimedia Italia.
Dichiarazione d'intenti Strategia Piano annuale 2022 Bilanci Relazioni attività e bilanci sociali Progetti e iniziative Requisiti

Il bilancio sociale è uno strumento di informazione, trasparenza e valutazione dell’impatto sociale di un’istituzione, regolamentato per gli enti del terzo settore da specifiche linee guida e destinato a tutti gli stakeholder dell'ente (personale, soci, cittadini, pubbliche amministrazioni, partner, organizzazioni affini...). Il primo bilancio sociale di Wikimedia Italia è del 2020 (obbligatorio per legge in considerazione del bilancio dell'associazione); nel 2021 il direttivo decide di continuare negli anni a redigere il bilancio sociale anche se non richiesto per legge.

Bilancio sociale rispetto alla relazione sulle attività

Relazione sulle attività Bilancio sociale
  • Testo con struttura libera
  • Pensato come relazione annuale che accompagna il bilancio annuali
  • È un documento obbligatorio per statuto. È stato redatto regolarmente dal 2008 (ed eccezione del 2014 quando ci sono state le dimissioni di Frieda Brioschi e la nomina di Andrea Zanni come nuovo presidente)
  • È un documento che racconta quello che è stato realizzato, valutando l’operato dell’associazione rispetto ad una serie di obiettivi e indicatori. In realtà il piano annuale di Wikimedia Italia viene redatto in modo pubblico e con presentazione all’assemblea solo a partire dal 2018 mentre nel 2015 non ancora è un documento interno. Inoltre non vi è una chiara correlazione tra piano annuale e relazione sulle attività e non gli indicatori pianificati e i dati raccolti non coincidono (vedi confronto piano annuale e relazione sulle attività 2019)
  • È un documento destinato ai soci, aperto a tutti ma non esplicitamente pubblico e comunicato a tutti gli stakeholders dell’associazione
Struttura a discrezione di Wikimedia Italia e cambia nel tempo
  • La struttura dal 2008 comprende
    • Introduzione con rapporti con Wikimedia Foundation, soci, direttivo. Staff a partire dal 2011. A partire dal 2012 si aggiunge la sezione collaborazioni con il mondo wiki.
    • Attività con assemblee, eventi pubblici, promozione di Wikipedia, attività gestite da Wikimedia Italia. A partire dal 2011 non vi sono più promozione di Wikipedia e le attività sono elencate senza indicare se gestite da Wikimedia Italia. A partire dal 2012 si aggiunge la sezione
    • Situazione economica
    • Conclusioni
  • Nel 2015 la struttura viene ridefinita in sezioni tematiche e con un’attenzione alla realizzazione delle attività pianificate e alla definizione e al monitoraggio di indicatori. Questo avviene conG Giuliana Mancini nuovo direttore esecutivo di Wikimedia Italia e in un periodo in cui Wikimedia Foundation ha cominciato a ristrutturare le sue attività e i suoi finanziamenti inserendo metriche.
    • Relazione discorsiva seguita da relazione sintetica con tabelle che includono attività, indicatori e stato di realizzazione (nel 2016 le sue vengono presentate insieme)
    • Sezioni tematiche: Biblioteche, Musei e archivi, Progetti didattici e formativi (poi chiamata solo didattica), OpenStreetMap, Wiki Loves Monuments, Volontari, Wikipedia in italiano, Comunicazione
    • È inserita una tabella riepilogativa sintetica con indicatori numerici per ogni sezione tematica in cui sono indicati partecipanti agli eventi e progetti (con alcune distinzioni per partecipante come esperti, nuove registrazioni, nuovi contributori), file caricati, scaricamenti di file, numero di pagine, quantità di testo prodotto, numero eventi (compresi negli eventi anche articoli significativi)
    • Sono state rimosse nel 2015 indicazioni su soci, direttivo, staff e relazioni con Wikimedia Foundation e il mondo Wikimedia.
  • Dal 2017 con la partenza di Giuliana Mancini da Wikimedia Italia viene in parte ridefinita la relazione sulle attività
    • Viene reintrodotta una sezione iniziale con scopo, soci, personale.
    • Viene creata una sezione con una sintesi dei principali risultati organizzata in: paradigma della cultura libera, persone, contenuti, diversità e divario di genere, sinossi quantitativa
    • Nella sintesi dei principali risultati (chiamata sinossi quantitativa) è inserita nuovamente la tabella riepilogativa sintetica con indicatori numerici per ogni sezione tematica ai quali si aggiunge
    • Sezioni tematiche (arricchite e strutturate in modo più legato agli obiettivi rispetto alle precedenti): Istituzioni e cultura libera, Istituzioni e partecipazione ai progetti (organizzato poi per Biblioteche, Musei e archivi, Altri), Istituzioni e rilascio di contenuti (organizzato poi per Biblioteche, Musei e archivi, Altri) - queste tre sessioni sempre più accorpate negli anni fino a diventare “Rapporti con le istituzioni”; Istruzione (Collaborazione con il MIUR, Attività nelle scuole e nelle università, Scienza aperta); OpenStreetMap; Wiki Loves Monuments; Sostegno ai volontari (economico e organizzativo, all’internazionalizzazione, alla salute della comunità); Comunicazione (interna ed esterna); Fundraising (soci, donatori, campagna 5 per mille).
  • Dal 2018 gli indicatori quantitativi sono inseriti in fondo ad ogni sezione tematica, non hanno più la struttura presente dal 2015 e sono semplificati (in particolare non includono le distinzioni per participante)
  • La struttura flessibile della relazione sulle attività permette di non includere intere questioni critiche dell'ente
  • Testo con una struttura vincolata, definita dalle linee guida del ministero per gli enti del terzo settore. Questa struttura è uguale per tutti gli enti del terzo settore e permette di analizzarli in modo sistematico e confrontarli tra loro.
  • Documento completo che descrive tutti gli aspetti dell’ente e che la descrizione delle attività con risorse economiche e coinvolgimento dei volontari
  • Considerato un indicatore di trasparenza e obbligatorio per certe tipologie di enti e per enti che superano il milione di euro
  • È un documento che deve misurare l’impatto sociale di un ente del terzo settore.
  • È un documento pubblico e comunicato a tutti gli stakeholders dell’associazione. La sua impaginazione è per questo curata ed è raccomandato realizzare uno strumento che sia di facile lettura con immagini, grafici e infografiche di sintesi, testimonianze ed aneddoti che ne rendano interessante la lettura e comprensibile la natura del lavoro realizzato.
  • Struttura definita dalle linee guida del Ministero del lavoro e delle politiche sociali[1] (più stabile e consistente rispetto alla relazione sulle attività) che include[2]
    • metodologia adottata
    • informazioni generali sull'ente (che per Wikimedia Italia include in breve: La storia di Wikimedia Italia, Rapporti con Wikipedia e Wikimedia Foundation, Rapporti con OpenStreetMap Foundation, Finalità e valori, Attività generali statutarie, Cosa facciamo, I soci, Collegamenti con altri Enti del Terzo Settore, Beneficiari bando Piccoli Musei, Beneficiari del bando Wiki Teatro Libero compagnie teatrali
    • governance (che Wikimedia Italia chiama "Struttura, governo, amministrazione" e include: La base associativa, Sistema di governo, Assemblea, Le assemblee nel 2020 con partecipazione dei soci alle assemblee, Consiglio direttivo, Collegio dei garanti, Organo di controllo, Partecipazione e principi di democraticità interna, elenco degli stakeholder (soggetti dell'associazione, soggetti del settore pubblico, soggetti del settore privato, altri enti di formazione, soggetti di terzo settore)
    • persone (che Wikimedia Italia chiama "Persone che operano per l'ente e include: Personale retribuito, volontari, Componenti degli organi sociali eletti dall’assemblea, Coordinatori, Commissione microgrant, Advocacy in Europa, Portavoce, Vicetesoriere, Compensi a organi e associati, rimborsi spese)
    • attività (che Wikimedia Italia chiama "Obiettivi e attività" strutturato con le attività in base a quelle indicate nello statuto con indicatori e tabelle comparative sul modello delle relazioni sulle attività dal 2018 e include: Panoramica sui progetti del mondo Wikimedia; Organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale con contesto, attività, OpenStreetMap; Rafforzamento della comunità; Promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori con attività in Italia e livello internazionale; Interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio con contesto, attività tra le quali Formazione agli enti culturali e Convenzioni tra Wikimedia Italia e istituzioni culturali; Fotografia civica - concorso internazionale Wiki Loves Monuments; Educazione, istruzione e formazione professio- nale, nonché attività culturali di interesse sociale con finalità educativa con Attivazione di una piattaforma di e-learning associativa, Attività e sostegno alle scuole, Formazione docenti, Risorse didattiche, Università, Wikipedia e la scuola italiana, Repubblica Digitale; La comunicazione di Wikimedia Italia con Strategia di comunicazione Wikimedia, Il nuovo sito di Wikimedia Italia, I canali social di Wikimedia Italia, Sviluppi futuri)
    • situazione economica e finanziaria (con testo descrittivo che include per Wikimedia Italia: Bilancio consuntivo 2020, Provenienza risorse economiche, Il ruolo centrale del 5x1000, La strategia di raccolta fondi, La fotografia della raccolta fondi nel 2020, Sviluppi futuri, Criticità e azioni per mitigare effetti negativi)
    • altre informazioni (che per Wikimedia Italia include l'attenzione alla sostenibilità e il nuovo direttivo)
    • monitoraggio svolto dall'organo di controllo
  • Il bilancio sociale introduce anche attraverso le linee guida dei principi generali[3]
    • completezza
    • rilevanza
    • trasparenza
    • neutralità
    • competenza di periodo
    • comparabilità
    • chiarezza
    • veridicità e verificabilità
    • attendibilità
    • autonomia
  • In generale il bilancio sociale è un documento ricco e articolato, che comprende tutte le questioni che riguardano un ente del terzo settore (senza la possibilità di ometterle) e che è incentrato sull'impatto misurabile del lavoro e degli investimenti di un ente.

Storia del bilancio sociale all'interno di Wikimedia Italia

2021

Leggi il bilancio sociale di Wikimedia Italia

Nel 2021 viene avviata la redazione del primo bilancio sociale di Wikimedia Italia perché l'associazione ha superato il milione di euro. Viene fatta una prima analisi della situazione e una bozza di struttura. Il testo del bilancio sociale è realizzato in wikina, revisionato dall'organo di controllo[4]. approvato dall'assemblea dei soci e poi impaginato e pubblicato come pdf sul sito.

Punti di forza Aspetti da migliorare Interventi
  • Documento revisionato dall'organo di controllo, dall'assemblea e pubblicato nei tempi
  • Include tutte le informazioni richieste
  • Inserisce nel testo infografiche ed elementi di sintesi
  • Include una serie di interessanti interviste (Lucia Marsicano come membro del direttivo, intervista collettiva allo staff, Camelia Boban per Wikidonne, Alessio Piccioli coordinatore Struttura Operativa Sentieri e Cartografia, Dimitar Dimitrov responsabile del Free Knowledge Advocacy Group EU, Pierluigi Ledda, direttore dell’archivio storico Ricordi, Vittoria De Lucia dirigente scolastica dell’Istituto Tecnico Statale “M. Buonarroti, Marta Arosio sul bando “Teatro libero”, Alessandro Marchetti socio di Wikimedia Italia e organizzatore di Wiki Loves Toscana, Luigi Catalani socio di Wikimedia Italia e presidente di Basilicata Wiki, Marco Brancolini Coordinatore regionale OpenStreetMap, Cristian Consonni socio di Wikimedia Italia)
  • Inseriti gli stessi indicatori del 2019 con elementi comparativi e aggiunti altri indicatori
  • Viene aggiunta una sezione aree geografiche progetti per monitorare la distribuzione delle inizative nelle diverse regioni d'Italia e considerare la nostra copertura nazionale, indicata come importante dal direttivo 2021
  • La nuova struttura apre la possibilità di ridefinire la struttura del piano annuale in modo che i documenti siano paralleli e coerenti
  • Documento molto lungo da snellire
  • Testi da revisionare, sintetizzare e in parte riscrivere (a volte copia incolla da testi disponibili)
  • Refusi, errori, imprecisioni, nelle interviste alcuni nomi sbagliati, a pagina 56 c'è un paragrafo che non dovrebbe essere lì e un testo senza titolo...)
  • Scarsa correlazione con la strategia Wikimedia 2030
  • Manca questione sostenibilità
  • Vanno ridefiniti gli indicatori rispetto al cambiamento voluto
  • Elenco degli stakeholders ma mancanza una migliore definizione e il loro coinvolgimento
  • Manca l'indice

Il direttivo decide di continuare con la redazione del bilancio sociale anche se Wikimedia Italia non dovesse essere obbligata per legge. Decisione apprezzata dall'Organo di controllo perché assicura maggiore trasparenza all'ente.

2022

Note

  1. https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-08-09&atto.codiceRedazionale=19A05100&elenco30giorni=false
  2. Descrizione di sintesi sul sito di Cantiere Terzo Settore https://www.cantiereterzosettore.it/riforma/bilancio-sociale/
  3. Descrizione di sintesi sul sito di Cantiere Terzo Settore https://www.cantiereterzosettore.it/riforma/bilancio-sociale/
  4. L'organo di controllo deve revisionare il bilancio sociale in base all'articolo 12.3. dello statuto "L'organo di controllo vigila sull'osservanza della legge e dello statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, anche con riferimento alle disposizioni del D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, qualora applicabili, nonché sulla adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile e sul suo concreto funzionamento. Esso può esercitare inoltre, al superamento dei limiti di cui al comma 1, articolo 31, la revisione legale dei conti. In tal caso l'organo di controllo è costituito da revisori legali iscritti nell'apposito registro. L'organo di controllo esercita inoltre compiti di monitoraggio dell'osservanza delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, e attesta che l'eventuale bilancio sociale sia stato redatto in conformità alle linee guida ministeriali. Il bilancio sociale dà atto degli esiti del monitoraggio svolto dai sindaci".